Ciao a tutti, chi mi segue su facebook sa che ogni tanto posto qualche frase anche da colorare, tempo fa ho postato un disegno da colorare preso da un quadro di Picasso, precisamente i 3 musicisti! Ho pensato cosi’ di mettere qui sia questo che l’arlecchino pensoso che avevo fatto e non postato per carnevale…

Ho sempre aspettato prima di parlare di questo pittore perche’ nel tempo ho preparato diversi materiali e anche perchè come faccio quando presento per la prima volta un lavoro mi piace parlare anche un po’ della vita del pittore. Quindi parliamo un attimo di Picasso, non credo serva una gran presentazione perchè e’ davvero forse il Pittore piu’ conosciuto

Pablo Ruiz y Picasso,  noto come Pablo Picasso e’ un pittore spagnolo, nato a Malaga, il  25 ottobre 1881, morto in Francia a Mougins nel 1973, come premesso sopra forse uno dei più conosciuti se non protagonista assoluto tra i pittori del XX secolo, anche perchè è stato l’iventore del CUBISMO insieme a George Braque.

Tornando indietro nel tempo possiamo dire che dal 1901 lo stile di Picasso iniziò a mostrare dei tratti originali. Ebbe inizio il cosiddetto PERIODO BlU . Il nome a questo periodo deriva dal fatto che Picasso usava dipingere in maniera monocromatica, utilizzando prevalentemente il blu in tutte le tonalità. Fece poi un anno nel PERIODO ROSA, ad essere raffigurati questa volta sono sempre personaggi ma  presi dal circo, saltimbanchi e maschere. Dal 1907 circa inizio’ il periodo cubista, Picasso nello stesso periodo si interessò alla scultura africana, sulla scorta dell’esotico primitivo e con il quadro «Les demoiselles de Avignon»  segnò l’avvio della stagione cubista. Qui insieme a George Branque inzio’ ad essere popolare cosi’ come lo e’ ancora oggi. Il passaggio dal cubismo analitico al cubismo sintetico rappresentò un momento fondamentale della sua evoluzione. Il pittore era  più interessato alla semplificazione della forma piu’ che alla sua riconoscibilità concettuale. Dopo 10 anni e un viaggio in Italia termino’ la fase cubismo per passare a una pittura tradizionale. La sua capacità di sperimentazione continua lo avvio’ inoltre all’espressionismo ed addirittura al surrealismo, specie nella scultura, dopo la 2 guerra mondiale infatti Picasso si occupo’ moltissimo di ceramica pur continuando a dipingere!

Ora che abbiamo una piccola infarinata della sua vita vi faccio vedere 2 quadri suoi che potete poi proporre ai bambini da colorare come da originale.

I 3 MUSICISTI

 

 

26219649_1584424914974023_3947333269490487995_n.jpg

26047209_1572205022862679_3742378389957005954_n.jpg

scarica qui i 3 musicisti

L’ARLECCHINO PENSOSO

arlequc3adn.jpg

 

arlecchino.jpg

si scarica qui arlecchino pensoso

CIAO A TUTTI, come ho fatto per la festa della mamma tempo fa ho pensato di fare un puzzle anche per il papà, questa volta oltre che colorare e tagliare lo dovremo comporre in un biglietto, quindi ho pensato di mettere davanti il papa’ (anche qui come in quello per la pixel art possiamo personalizzarlo, quindi mettere capelli colorati come i suoi, aggiungere baffi o barba) e all’interno incollare una filastrocca o scrivere un pensiero personale! Se volete qualche filastrocca che si adatta la potete trovare qui filastrocche festa del papà

Ne ho fatte 2 versioni, una grande come il foglio cosi’ da poterlo incollare su cartone di recupero e comporlo quante volte vogliamo (adatto per i piu’ piccoli) e l’altra versione adatta a tutti per il biglietto, qui  ne troverete direttamente 4 in un unico foglio (da foto)

si scaricano qui

puzzle super papà 9 pezzi

4 puzzle per bigliettino

 

FESTA DEL PAPA' GIUSTO COLORATO.jpg

CIAO A TUTTI, parliamo ancora di Pixel art, questa volta per un pensierino per la festa del papà, se volete altre idee per filastrocche o piccoli lavoretti potete visitare la categoria qui festa del papà   

inizialmente troverete anche qualcosa per la mamma, perche’ 1 fliastrocca va bene per tutti e 2 e cosi’ ho aggiunto le altre nello stesso post, ma sotto troverete appunto tutto a tema papà

Questa volta ho pensato di creare il papa’ simpatico in pixel art, come vedete infatti fa una linguaccia, questo perchè i bambini hanno sempre più rapporto di amicizia anche con i genitori

PER I CAPELLI HO PENSATO DI NON METTERE IL COLORE, QUESTO PER POTER PERSONALIZZARE AL MASSIMO, QUINDI PUO’ ESSERE MARRONE, BIONDO, ROSSO, GRIGIO LE INDICAZIONE ANDRANNO COMUNQUE BENE. UNICA COSA LA BARBA, SE VOLETE CHE SIA SUPER PERSONALIZZATO POTETE EVITARE LA PARTE SOTTO SOSTITUENDO CON IL ROSA, MENTRE SE NON HA CAPELLI POTETE FARE LA STESSA COSA CON LA PARTE SOPRA, CONSIGLIO MAGARI DI FARLO FARE AI BAMBINI PIU’ GRANDICELLI!

la scheda, ovviamente vuota SI SCARICA QUI pixel art papà

la j al centro e’ per il naso, va colorato come scritto

Per regalarlo potete togliere la parte sotto dei codici, come vedete li ho scritti piccolini per questo motivo e per farne un bel biglietto potranno fare un lavoretto di taglia incolla, piegando a metà un cartoncino e incollando a sinistra l’immagine, a destra la filastrocca e un piccolo pensiero personale! Spero vi sia piaciuto a me molto 😀

BALENA FATTA.jpg

 

Ciao a tutti, come vi dicevo tempo fa mi diverto proprio a creare immagini pixel, oggi come vedete una balena con indovinello come ho fatto per la carota e per l’anguria…presto mettero’ anche il fungo

Per scaricarla ovviamente vuota da riempire basta cliccare qui

balena

Se volete qualche informazione in piu’ su quest’arte vi mando al primo articolo qui

PIXEL ART – CODING l’albero di Natale

se invece volete dei fogli gia’ stampati per creare la vostra li trovate in 2 misure (presto altre 2) qui

PIXEL ART FOGLI PER CREARLA (2 MISURE DA STAMPARE, PERFETTI ANCHE PER BATTAGLIA NAVALE)

Come sempre vi chiedo di condividere le vostre creazioni nella mia pagina facebook o nel gruppo collegato alla pagina, grazie

cuore amore.jpg

CIAO A TUTTI, VI LASCIO UN GIOCO VELOCISSIMO DA FARE PER S. VALENTINO che permette anche di fare delle semplici opzioni matematiche fino al 12, dovremo infatti usare 2 dadi (per la seconda parte dei cuori) dall’1 al 6 infatti puo’ bastare 1 solo dado, per la seconda parte (dal 7 al 12) ne serviranno 2

Non vi spiego come si gioca perche’ e’ gia scritto nella scheda, alla prossima

spero vi piaccia

si scarica qui GIOCO

tartaruga e coniglio

Ciao a tutti, oggi nuovo gioco creativo, ne ho fatti altri di simili, uno pensato anche per un libro ma ve lo faro’ vedere domani, per ora vi lascio a questa breve filastrocca che narra la storia di

Lena, una tartaruga molto lenta, che riesce a prendere passo veloce solo dopo aver passeggiato parecchio..ma ha un grosso difetto, quando inizia a correre si addormenta… e dorme almeno per 20 minuti! Ogni giorno prova ad andare al campo di menta, dove prenderne un po’ per una ricetta che le ha dato una sua amica, carote con menta, zucchero e limone ma puntualmente quando sta per arrivare…. prende velocità e dorme!!!! Cosi’ Gino coniglio svelto e dispettoso passa di la prima di lei e la prende proprio sotto al suo naso 🙂

Vogliamo provare con un gioco a vedere se anche oggi sara’ Gino a prendere la menta? O riusciamo noi ad aiutare Lena?

 

TAGLIA LENA E GINO, colorali, incollali su un foglio bianco dove avrai fatto una tabella simile a quella che vedi sopra e nel fondodel foglio disegna un bel campo di menta! Ora servendoti di un dado assegna un colore a Lena ed uno a Gino, io ho dato il rosa ed il blu ma puo’ essere qualsiasi altro colore!

Iniziamo a giocare, se siete in 2 uno e Gino, l’altro Lena, se siete in gruppo vi dovete dividere e stare dalla parte di un o l’altro personaggio! Se giochi in solitario lo puoi cmq fare, infatti tutto sta a tirare il dado, se il risultato e’ dall1 al 3 Lena andra’ avanti di una casella che dovrai colorare del colore a lei assegnato, se tirando fai da 4 a 6, sara’ Gino ad avanzare!

OVVIAMENTE VINCE CHI ARRIVA PER PRIMO AL TRAGUARDO! DIVERTENTE E… FATTO CON NIENTE

SI SCARICA QUI Lena e Gino

27848714_10215045684965104_1813748220_n.jpg

Ciao a tutti, Lina e’ una lumaca curiosa ed impavida! Gira per boschi ma anche montagne, cerca sempre tante castagne per il suo amico cervo Pierino che si e’ slogato una zampa e non riesce a procurarsele da solo! C’e’ solo un problema pero’… Pierino e’ molto esigente e mangia tante, tante castagne! Quando Lina ne prende poche lui piange perche’ ha ancora fame, per fortuna oggi e’ l’ultimo giorno che Pierino rimane fermo con la zampa fasciata, da domani potra’ di nuovo correre per i prati…

infatti nel guscio dice:

-SONO LINA, LUMACA CURIOSA,

MI PIACE MOLTO GUARDARE OGNI COSA,

PASSEGGIO NEI PRATI, SCALO MONTAGNE,

MI NASCONDO NEI BOSCHI E CERCO CASTAGNE,

IL MIO AMICO CERVO NE VA PROPRIO GHIOTTO E SE

NON LE TROVO PIANGE A DIROTTO!-

Ketty I.

Puoi aiutare tu Lina a dare tante castagne a Pierino?

20180128_141017

 

 

La prima cosa da fare e’ stampare il foglio che vedete sopra, la seconda e’ colorare l’interno di Lina, di un colore chiaro quindi marroncino o giallo in modo da vedere la scritta lo stesso 🙂 io ho fatto con i pastelli a cera e ora… costruire Lina! Quindi tagliamo tutti i pezzi, come vedete sono  per creare antenna ed occhio (i cerhi neri potete metterli sotto l’occhio, quindi cerchietto nero, antenna e occhio) per il resto del corpo lo trovate nel secondo foglio insieme alle castagne!

Ed ora il gioco. Bisogna tagliare e mettere tutte le castagne in un contenitore con scritte delle operazioni matematiche, della difficolta’ che preferite io avevo fatto un video ma si e’ cancellato quando lo ho spostato da tablet a pc :- ma come vedete dalla foto ho fatto un esempio nel tondo appoggiato sopra Lina

Pescarne una e incollare vicino a Lina tante castagne quante sono quelle del risultato dell’operazione, quindi se perchiamo il 4×2 metteremo 8 castagne vicino, se come me peschiamo ad esempio 3 x 2 ne incolleremo 6 vicino a Lina.

Un altra idea e’ quella di girare il foglio al contrario e fare un cerchietto dove si vuole nel foglio, poi tornare a girarlo diritto, tagliare le castagne e vedere dove puntava di piu’ il cerchietto nel retro, quella e’ l’operazione da fare!

Il gioco e’ divertente ma soprattutto puo’ essere una bella idea dire ai bambini ad esempio che cervo Pierino dovra’ rimanere ancora qualche giorno con la zampa fasciata e quindi ogni mattina possiamo pescare delle castagne con operazioni sempre piu’ difficili (facoltativo) quindi eseguire un operazione a testa e poi fare la somma per vedere quante castagne Lina ha portato al cervo in giornata 🙂

Come sempre vi chiedo se fate il lavoro di spedire qualche foto se volete cosi’ da aggiungerle alla cartella del FATTI DA VOI nella pagina facebook del sito 🙂

Grazie, spero vi sia piaciuto.

si scarica qui Lina lumaca curiosa

Alla prossima

 

 

 

27783808_10215043561032007_1290798539_n.jpg

Ciao a tutti, lavoretto velocissimo, forse piu’ lungo da spiegare  che da fare..

Un segnalibro a cuore per S. Valentino sempre a tema Ninja, il bello di questo segnalibro e’ anche che puo’ fungere da biglietto (scrivendo nel retro), come da semplice lavoretto per gli amanti del genere e perche’ no visto mascherate simpatico anche per Carnevale

Tutto ciò che dovrete fare è disegnare da cartoncino verde piegato a meta’ le sagome di una parte del cuore, tagliare, farne 4 in tutto. Da carta fare quattro strisce per le maschere e colorarle (opzionale, possono essere anche tagliate da cartoncino colorato)

come sapete

BLU PER LEONARDO

ROSSO PER RAFFAELLO

VIOLA PER DONATELLO

ARANCIONE PER MICHELANGELO

Aggiungete gli occhietti, piegate di nuovo nella meta’ inziale e … tenete il sengno al vostro libro in modo divertente!

 

VAN GOGH PROMEMORIA.jpg

Ciao a tutti, vi lascio un lavoretto da fare come promemoria visto parla brevemente della vita del pittore, oltre a ricordare i dipinti di cui si occupava principalmente… questa e’ la volta di Vincent Van Gogh ma voglio farne anche altri come vi dicevo per Mondrian qui

MONDRIAN promemoria QUADRO E STILE DEL PITTORE (PERFETTO ANCHE PER LAPBOOK)

Tutto cio’ che dovete fare e’:

-. STAMPARE LA SCHEDA QUI SOTTO

GIRASOLI VINCENT VAN GOGH

COME SI FA:

Una volta stampato dovrete colorare il vostro girasole, ottima l’idea di aggiungere del caffe’ in polvere al centro del pistillo (vedi video sotto)

A questo punto tagliate i girasoli e incollate quello disegnato sopra quello con scritta la vita del pittore.

Ecco un semplice e veloce promemoria, perfetto per il quaderno, per i lapbook ma anche solo come semplice lavoretto, cosi da ricordare velcemente di chi si sta parlando.

Mi scuso come sempre per la pessima qualita’ e luce del video ma ho rotto la telecamera e prima di farne una nuova sto caricando da tablet che e’ scarso 🙂

 

lalla farfalla e.jpg

 

Ciao a tutti, nuova storia sempre a tema fiducia in se stessi e quindi bullismo, si perchè i bulli si attaccano proprio alle persone più fragili e che non riescono a difendersi,  quindi credo sia molto importante prima di tutto stimolare ad avere fiducia in se stessi, a far capire ai bambini quanto sia importante che caspiscano che siamo tutti uguali, tutti esseri umani, nessuno eccelle su niente di quel che fa se non per aver sudato, per passione, poi ovvio possiamo avere delle “predisposizioni” in qualche cosa ma vanno sempre allenate e ognuno di noi e’ bravo in qualcosa da grande, che sia il cucinare, spiegare e mille altre cose.

Al termine della storia questa volta dovranno disegnare sul foglio Lella, (Lalla la vedete sopra) come la immaginano, proprio perche’ e’ scritto che e’ molto insucura e non e’ pero’ detto come sia fisicamente, quindi per capire se insicura deve per forza essere uguale a brutto, invece puo’ anche essere bellissima!

si scarica qui Lella e Lalla