PICASSO IL LABORATORIO

Ciao a tutti,

parliamo  di PIcasso, a dire la verità volevo postare questo lavoro molto prima ma volevo sistemare un attimo i vari punti per creare appunto il laboratorio.

Questa ė stata la mia personale idea, quindi ovviamente se volete fare le cose in modo diverso lo potete fare. Io ho preferito andare per gradi, prima presentare il pittore (a questo proposito presto un breve riassunto per lapbook) poi far disegnare piu’ volte un soggetto con gl iocchi dei pittore stesso e per finire la visione di alcune opere per poi sceglierne una da colorare

Quindi iniziamo, per prima cosa come detto sopra dobbiamo fare una piccola presentazione a Picasso (che trovate qui PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Come secondo passo possiamo far vedere questo foglio (ma meglio dare una copia ad ogni bambino) per imparare come passiamo replicare il suo stile e a questo punto  fare creare la prima loro personale versione in bianco e nero, scegliendo il tipo di viso, occhi e naso e renderli il più possibile somiglianti alla scheda

fonte

 

Un altro sistema per far capire meglio come dividere un foglio per creare il viso lo potete trovare qui, magari questo potete farlo vedere voi alla lavagna, continuando con la spiegazione

fonte

 

Come terzo passo invece creiamo di nuovo un piccolo quadro ma questa volta invece di scegliere come fare le varie parti del viso sarà il dado a scegliere per noi! Infatti per questo gioco che può essere fatto in solitario come invece avere un numero di partecipanti indefinito dovremo tenere a portata di mano un dado e la scheda che potete vedere qui sotto, a questo punto ogni bimbo lancia il dado ed in base al numero uscito crea la propria versione

fonte

A questo punto dovremmo essere a buon punto quanto a conoscenza dei soggettti di Picasso. Ora possiamo fare vedere diverse opere cosi’ da discutere sui colori e soprattutto sul fatto se riescano a vedere ancora una volta come i soggetti risultino differenti dalla realtà!

Per ultimo passaggio (facoltativo per chi non ama le schede prestampate ma utile per ricordare meglio questo fantastico pittore) provare a replicare il quadro colorandone uno suo in bianco e nero, ancora una volta ne trovate un paio qui con la spiegazione che dicevo all’inizio PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Un altra simpatica cosa che ho fatto è quella di partire da un viso disegnato che puo’ essere fatto dai bambini oppure direttamente prendere questo qui sotto e poi con l’altra scheda tagliare ed incollare le parti (naso, orecchie ecc) infine colorare il tutto con i pastelli a cera.

fonte

fonte

Spero vi sia piaciuto, ovviamente per parlare di Picasso non basta parlare di visi però è una cosa che fa divertire e permette di riconoscere sempre il pittore ai bambini e quindi merita sicuramente tutto il lavoro. Per terminare il tutto possiamo far creare un bigliettino per chi loro voglioni sempre in stile Picasso, solo provando a fare da soli con tutto quello che ricordano del laboratorio.

esempio di creazione ::) qui sotto con il cartoncino e’ stato realizzato un fiocchetto per i capelli

Per finire un foglio di appunti dove segnare i giochi-lavori eseguiti e dove scrivere qualcosa su questo fantastico pittore, bella l’idea di metterlo davanti ai lavori eseguiti cosi’ da far capire a chi si riferiscono

si scarica qui PICASSO PRESENTO

 

 

Rispondi