CIAO A TUTTI! Altro laboratorio, dopo quello di successo su Picasso (i bambini lo riconoscono subito non è vero?) fatto qui PICASSO IL LABORATORIO oggi ve ne faccio vedere un’altro sul grande Van Gogh.

Come la scorsa volta per iniziare una piccola presentazione del pittore con lavoretto (anche per lapbook) la trovate qui

LAVORETTO-PROMEMORIA VINCENT VAN GOGH con girasole da colorare-tagliare-incollare (anche per lapbook)

e vi consiglio di farlo perchè è davvero simpatico!

Subito dopo dobbiamo mostrare immagini di opere vere di questo grande pittore

 

A questo punto possiamo far vedere questo disegno che insegna a creare un paesaggio con campo di grano come quelli che tanto amava fare Van Gogh  e provare a farlo replicare, visto come vedete è abbastanza semplice fonte

Un altro lavoro da fare a tema girasole (come nel primo lavoretto) è questo, libera fantasia e creatività, per questo progetto ho pensato di far usare a piacere tempere, pennarelli, matite colorate e anche materiali vari dal cartoncino colorato a piccoli pon-pon, brillantini, gomma eva ecc ecc, verranno dei lavori davvero “brillanti” fonte

Un altro lavoro molto creativo ed interessante è creare lo scenario, permette di copiare la famosa opera La sedia di Vincent, che trovate qui sotto  ma puo’ essere utilizzato anche per creare biglietti 3d semplicemente ritagliando e piegando la parte sotto così da fare stare in piedi i soggetti, oppure allo stesso modo per incollarli fonte

Ora proviamo a replicare la notte stellata, altra famosissima opera con semplici penne e creiamo un bigliettino da portare a casa

IL BIGLIETTO “NOTTE STELLATA” DI VAN GOGH

 

Per finire, come la scorsa volta consiglio di far colorare le opere originali, questo passaggio non piace a tutti ma io credo che sia importante oltre alla creatività che abbiamo usato sopra anche avere dei paragoni per ricordare meglio il pittore stesso e cosi’ direi di farlo fare, magari con i colori a cera o ad olio o ancora far ripassare i soli contorni con cotton fioc e tempera

VINCENT VAN GOGH 2 QUADRI DA COLORARE

Per finire una piccola scheda per parlare delle cose che più sono piaciute del pittore e per fare una crocetta sui lavori finiti, visto che ovviamente non basterà una sola lezione per finire tutto 🙂 In questo modo creeremo un promemoria anche per l’insegnante che ricorderà dove è arrivata con il lavoro 🙂 Potete anche far sceglliere il lavoro da esegiure per primo ai bambini così da coinvolgerli e magari iniziare con il lavoro che ottiene la maggioranza 🙂

 

Per scaricare della misura perfetta cliccate qui, si aprirà una tabella, cliccando il link sotto si salverà automaticamente il file pdf

VAN GOGH LAVORI

davvero divertente, se lo fate mandate foto nella mia pagina facebook, saranno pubblicate con il nome della vostra scuola

 

 

Ciao a tutti, è da qualche tempo che non parliamo di arte per bambini, intesa come pittori famosi soprattutto, l’ultima cosa che vi ho fatto vedere è stato il laboratorio di Picasso qui PICASSO IL LABORATORIO

ma è quasi pronto quello di Van Gogh e nel frattempo vi lascio una piccola filastrocca su Giotto, il lavoretto consiste nel colorare nelle diverse tonalità di arancio la sua veste e il copricapo e poi su un foglio nuovo provare a fare il suo ritratto. Come vedete non serve sia molto somigliante alla realtà anche perchè non abbiamo molte fonti di quell’epoca. Quindi proviamo a fare un simil ritratto o caricatura che sia soffemandoci molto sulle sfumature da dare al suo abito, quindi alle “famose” ombre che sono difficili per tanti.

Vi assicuro che sarà un bel lavoro ma soprattutto i bambini collegheranno Giotto ai dipinti Sacri e molto datati

si scarica qui, come sempre vi si apre una tabella, sotto trovate il link per salvarla direttamente su telefono, pc, tablet in formato pdf

GIOTTOOOOOOO

Ciao a tutti, ripreso a pieno regime il lavoro? Oggi vi faccio vedere un libretto carinissimo, si fa in poco tempo e aiuta i bambini con la manualità, infatti per costruirlo basta seguire la piegatura che voi farete vedere e loro riusciranno a farlo da se, già dalla seconda elementare lo fanno senza problemi! Per la scuola quindi tutte le classi,  io inizierei anche con la prima, ovviamente se non avete classi grandi perchè in questo caso potrebbero avere bisogno di una mano …

Per fare questi libretti io ho utlilizzato quest’immagine che fa capire perfettamente come fare, in caso piu’ avanti mettero’ un video dove potete vedere meglio i passaggi.

fonte

io questi libretti li ho utilizzati per mettere i libri più belli che hanno letto (bella l’idea di segnare anche quelli presi nella libreria scolastica)

per vedere altri libretti qui

IL LIBRO DA DISEGNO A CUORE FAI DA TE

BULLET JOURNAL FAI DA TE CON IDEE E STAMPABILI (ADULTI E BAMBINI)

 

 

 

Ciao a tutti,

parliamo  di PIcasso, a dire la verità volevo postare questo lavoro molto prima ma volevo sistemare un attimo i vari punti per creare appunto il laboratorio.

Questa ė stata la mia personale idea, quindi ovviamente se volete fare le cose in modo diverso lo potete fare. Io ho preferito andare per gradi, prima presentare il pittore (a questo proposito presto un breve riassunto per lapbook) poi far disegnare piu’ volte un soggetto con gl iocchi dei pittore stesso e per finire la visione di alcune opere per poi sceglierne una da colorare

Quindi iniziamo, per prima cosa come detto sopra dobbiamo fare una piccola presentazione a Picasso (che trovate qui PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Come secondo passo possiamo far vedere questo foglio (ma meglio dare una copia ad ogni bambino) per imparare come passiamo replicare il suo stile e a questo punto  fare creare la prima loro personale versione in bianco e nero, scegliendo il tipo di viso, occhi e naso e renderli il più possibile somiglianti alla scheda

fonte

 

Un altro sistema per far capire meglio come dividere un foglio per creare il viso lo potete trovare qui, magari questo potete farlo vedere voi alla lavagna, continuando con la spiegazione

fonte

 

Come terzo passo invece creiamo di nuovo un piccolo quadro ma questa volta invece di scegliere come fare le varie parti del viso sarà il dado a scegliere per noi! Infatti per questo gioco che può essere fatto in solitario come invece avere un numero di partecipanti indefinito dovremo tenere a portata di mano un dado e la scheda che potete vedere qui sotto, a questo punto ogni bimbo lancia il dado ed in base al numero uscito crea la propria versione

fonte

A questo punto dovremmo essere a buon punto quanto a conoscenza dei soggettti di Picasso. Ora possiamo fare vedere diverse opere cosi’ da discutere sui colori e soprattutto sul fatto se riescano a vedere ancora una volta come i soggetti risultino differenti dalla realtà!

Per ultimo passaggio (facoltativo per chi non ama le schede prestampate ma utile per ricordare meglio questo fantastico pittore) provare a replicare il quadro colorandone uno suo in bianco e nero, ancora una volta ne trovate un paio qui con la spiegazione che dicevo all’inizio PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Un altra simpatica cosa che ho fatto è quella di partire da un viso disegnato che puo’ essere fatto dai bambini oppure direttamente prendere questo qui sotto e poi con l’altra scheda tagliare ed incollare le parti (naso, orecchie ecc) infine colorare il tutto con i pastelli a cera.

fonte

fonte

Spero vi sia piaciuto, ovviamente per parlare di Picasso non basta parlare di visi però è una cosa che fa divertire e permette di riconoscere sempre il pittore ai bambini e quindi merita sicuramente tutto il lavoro. Per terminare il tutto possiamo far creare un bigliettino per chi loro voglioni sempre in stile Picasso, solo provando a fare da soli con tutto quello che ricordano del laboratorio.

esempio di creazione ::) qui sotto con il cartoncino e’ stato realizzato un fiocchetto per i capelli

Per finire un foglio di appunti dove segnare i giochi-lavori eseguiti e dove scrivere qualcosa su questo fantastico pittore, bella l’idea di metterlo davanti ai lavori eseguiti cosi’ da far capire a chi si riferiscono

si scarica qui PICASSO PRESENTO

 

 

Ciao a tutti, lo avete visto Emoji il Film? Io sono appassionata di cartoni in genere perchè poi non è vero che quando sei grande non ti piacciono più 🙂 e quindi ispirandomi al simpatico protagonista che riesce a fare praricamente tutte le faccine del telefono ho deciso di creare una doodle art, come vedete alcuni spazi li ho già riempiti, come nel zetangle ma in modo molto, molto semplice, mentre molti altri sono ancora da fare. Personale poi l’idea se colorare il viso solo di giallo e gli occhi a cuore rossi come classico…oppure anche li mettere le classiche onde o righe da colorare ad esempio con i colori a contrasto o complementare

Come vedete l’immagine non mi è venuta benissimo ma lo ho fatto senza modificare e vi assicuro che da colorato e (se volete) ripassato fa un gran bell’effetto. Se riesco caricherò delle foto più avanti perchè quelli fatti non sono riuscita a fotografarli 🙂

IL TUTTO MOLTO SEMPLICE E A MISURA DI BAMBINO, PER INIZIARE POSSONO FARE LINEE RETTE, ONDULATE O SEMPLICI PUNTINI, VEDI QUI AD ESEMPIO UNA SCRITTA

 

Qui un ripasso sui colori ORSETTO INSEGNA COLORI Itten e i Primari, secondari, terziari e complementari

i capelli sono di un giallo leggermente piu’ intenso, un po’ come l’ocra, se non lo avete potete mescolare giallo e arancio, bellissimo effetto comunque.

Si scarica qui sotto

emoji doodle art semplice

se volete invece dei riquadri e dei suggerimenti per l’interno potete vedere il post qui

SCHEDA PER SPAZI ZETANGLE, DOODLE CON VIDEO DIMOSTRATIVI

qualcosa da colorare invece qui

Mandala-zetangle da colorare primavera

IL CASTELLO PAUROSOOOOO ZETANGLE

se vi interessa invece pittura in profondita’ tramite strisce

PIPISTRELLI E FANTASMINI IN 3 D PER HALLOWEEN (DISEGNO)

 

 

Ciao a tutti, ancora lavoretto, questa volta proveremo a replicare il bellissimo fiore Giacinto creando un veloce timbro di recupero

Materiali utilizzati

Tappo bottiglia di plastica

Tempere (vi consiglio soprattutto usando le tempere di comprare solo i colori primari così da imprimere meglio le varie mescolanze al bisogno)

Pennarello verde

Rotolo di scottex o igienica vuoto

Rondelle  (facoltative) e mini forme ottenute da carta argentata o ancora brillantini

Colla vinilica

Carta o Cartone

 

Come si fa

Per prima cosa utilizziamo se lo avete fatto gli avanzi del rotolo coloranto con le tempere di verde che ci e’ servito qui IL MAZZO DI ROSE… DI RICICLO, con fondi bottiglia e rotoli Scottex

altrimenti fatene uno nuovo. Una volta colorato pressiamolo per tagliarlo meglio e prendiamo un cerchio ottenuto tagliandolo a meta’ a sua volta, cosi’ da creare una foglia (vedi foto) Io la foglia ho deciso di mantenerla un po’ effetto 3 d non incollandola del tutto ma voi ovviamente potete fare come meglio credete.

Prendiamo un foglio a4 e pieghiamolo a meta’ (per fare il biglietto, altrimenti potete anche creare un campo di giacinti colorati) mescoliamo il blu al rosso nelle dosi che preferite per ottenere un colore viola. Ora la parte divertente, con il pennarello verde facciamo una liea verticale, prendiamo il tappo di bottiglia e andiamo a prendere il colore per creare dei perfetti cerchi intorno alla linea appena fatta! incolliamo la foglia e (facoltativo) delle versatilissime rondelle per viti che potete chiedere a qualche uomo che ne avrà certamente in abbondanza! Ancora facoltativo aggiungete delle stelline o cuoricini fatti con carta argentata (cosi’ da farle brillare) o brillantini

 

CIAO A TUTTI, oggi ho pensato di farvi vedere dei bellissimi lavori da dove ho preso spunto per attività di lavoro cooperativo tra bambini, bellissimo sia da fare a gruppetti, a scuola o per qualche laboratorio.

 

1 Il primo che vi voglio fare vedere e’ molto semplice ma dal risultato meraviglioso, ovviamente per la scelta degli scatoloni dipende molto da quanti bambini sono, per dire se sono solamente 6 potete scegliere di farlo con sole 6 scatole oppure anche con 3 lavorando a gruppi di 2. La prima cosa da fare per questo progetto è la scelta dei cartoni, vanno scelti di uguale misura, se non riuscite a trovarli di colore bianco dovrete prima incollare della carta, cartoncino o dare una passata di bianco, il lavoro viene molto piu’ bello.

Una volta pronto potete creare un semplice paesaggio o per qualcosa di più impegnativo, partendo da un disegno ma ancor meglio da un dipinto di qualche artista che amate particolarmente i bambini dovranno cercare di riprodurlo mettendo negli scatoloni tutte le cose necessarie. Una volta soddisfatti del risultato dovrete andare a colorare il tutto e poi impilando gli scatoloni uno sull’altro comporre il vostro personalissimo puzzle.

fonte

 

2 creare una scultura utilizzando i cartoni delle uova, stecchi di gelato, tempera, cartone e ciò che la fantasia suggerisce, questo è ancora piu semplice di quello visto sopra, infatti non serve la precisione, una volta che tutto è pronto ogni gruppo può attaccare al pannello che avrete preparato la sua personale composizione

fonte

 

 

3 Creare un paesaggio partendo da casette in cartone create da ogni bambino in modo molto personale, carina l’idea in piu’ di utlizzare delle dei colori vivaci e mettere il mare sotto vista la stagione, stessa cosa per creare un paesaggio, ognuno fa i propri alberi utilizzando dei colori simili e poi creare un’unico cartellone

fonte fonte

4 Lavoro ispirato a Kandinskij ogni bimbi crea i propri cerchi-quadrati che una volta pronti vanno attaccati anche a semplice spago e fatti scendere dal lampadario, pareti, armadi, finestre o dove volete!

fonte

fonte

 

per altri lavori su questo pittore potete vedere qui PIXEL ART ISPIRATA A Kandinskij

5.Altra bellissima idea e’ partendo da disegni (bellissimo anche utlizzare tutti i fogli utilizzati per creare altro con le tempere e che andrebbero buttati) incollare su di un cartellone e poi con il pennarello nero cercare di copiare meglio possibile qualche artista, nel primo caso presidenti 🙂

fonte

 

fonte

possiamo pero’ anche replicare l’utlo di Munch, fantastico 🙂

fonte

fonte

per altre idee artistiche potete visitare il sito nella sezione arte, qui sotto alcuni link dove scaricare materiali

 

Arte e bimbi le tassellazioni di Escher stampabile

TASSELLAZIONI DI PENROSE da colorare, arte anche per bambini

VINCENT VAN GOGH 2 QUADRI DA COLORARE

LAVORETTO-PROMEMORIA VINCENT VAN GOGH con girasole da colorare-tagliare-incollare (anche per lapbook)

MONDRIAN promemoria QUADRO E STILE DEL PITTORE (PERFETTO ANCHE PER LAPBOOK)

L’ALBERO ROSSO DI PIET MONDRIAN DA COMPLETARE DIPINGERE (COLORI PRIMARI)

BIMBI E ARTE! Quadro da colorare in stile PIET MONDRIAN

 

e molto altro!!!!!!

 

Ciao a tutti, oggi post velocissimo per farvi vedere un quadretto da incollare su base di legno (ma va benissimo anche su cartoncino )Potete anche utilizzare carta ma in questo caso meglio metter 1 sola rosa per renderlo meno pesante oppure incollare una volta completato su cartone di recupero

 

 

 

 

Materiali utilizzati

-bottiglie di plastica di diversi colori

Rotolo di scottex vuoto

Colore verde a tempera

Colla vinilica o a caldo

Cuoricini, stelline, tondini (facoltativo)

Base in legno o cartone

stecchi per spiedini in legno

Come si fa:

Il lavoro ė velocissimo, si sta più a dire che a fare ma provero’ comunque a  elencare  i passaggi.

PER prima cosa colorate con il verde il rotolo vuoto, lasciatelo asciugare e poi tagliate a pezzetti aiutandovi pressandolo in modo che da piatto si riesca a tagliare meglio. Tagliate i fondi delle bottiglie colorate  e preparate la base e altri piccoli abbellimenti (facoltativo) e gli stecchi di legno per spiedini che faranno da stelo. Assemblate io tutto con la colla a caldo. Con la vinilica ė fattibile ma oltre alle dosi da usare deve rimanere in posa pet un tempo maggiore, Aggiungete alla fine del disegno qualche brillantinio o cuoricino..

 

20180417_192248.jpg

Ciao a tutti, chi segue la  nostra pagina su facebook avra’ sicuramente visto che ho codiviso un video molto simpatico dove i piu’ piccoli pitturavano su una specie di tela-cavalletto fatto di cartone, subito mi e’ venuta in mente la scatola della pizza (che in passato ho ampiamente utilizzato) e cosi’ ho replicato l’idea, l’unica differenza e’ che nel video originale (che non riesco a condividere qui ma come dicevo potete vedere nella pagina) la parte sotto e’ fatta lo stesso in cartone, qui utilizzando i 2 lati sotto rimane vuoto…ma viene molto bella, ora vi faccio vedere come la ho semplicissimamente piegata

Per prima cosa prendere una scatola (ovviamente nuova sarebbe meglio ma e’ possibile utilizzare riciclando anche quelle gia’ utilizzate, a patto che non siano troppo unte, per evenutali piccole macchie dopo vi faro’ vedere come ho fatto io)

piegate i bordi interni  dalla parte esterna, giratelo come un cavalletto.

A questo punto mettete del nastro adesivo sotto nel bordo cosi’ da fissare ulteriormente e non fare muovere il cavalletto mentre si dipinge 🙂

Come vi dicevo se il cartone di riciclo dovesse essere un po’ unto dopo aver bene pulito eventuali tracce di cibo attacchiamo con il nastro biadesivo un paio di fogli (va bene anche nastro adesivo normale) e ora……………

DIPINGIAMO!!!!!!!

Domani aggiungero’ anche la foto colorata 🙂 a presto