CIAO A TUTTI! Oggi vi lascio un’altra ricettina, sono mesi che devo postarla ma poi me ne dimentico sempre o aspetto di farne di nuova per

prendere delle foto migliori ma puntualmente me ne dimentico!

Questa pasta è una bomba, questo perchè è praticamente idrorepellente e chi lascia le proprie creazioni in cucina ad esempio o in una stanza umida sa benissimo

di cosa sto parlando, le altre paste per quanto perfette da modellare si rovinano con l’umidità, la pasta di sale per il suo contenuto di sale che si scioglie ad esempio.

Questa pasta diventa dura come un sasso e non si rovina, io ho creazioni di molti anni ancora perfette (quando prendo la scatola vi farò vedere qualche foto)

Ricetta semplicissima, ci serviranno soltanto:

-2 tazze di maizena (o amido di mais)

-1 tazza e mezzo di colla vinilica

1 cucchiaio di succo di limone (facoltativo)

Ovviamente vi consiglio di prendere la colla dei barattoloni altrimenti il costo vi farà venire voglia di lasciar perdere visto appunto va dentro molta colla

Preparazione:

Mescola insieme tutti gli ingredienti (ovviamente non su contenitori alimentari vista la presenza della colla vinilica) poi con la mani massaggia la pasta per un paio di minuti.

A questo punto è pronta!

NON si cuoce ma si lascia asciugare all’aria  per 1 notte, anche più per essere perfetta e poi….. coloratela con tempere o acquerelli senza problemi.

Presto vi farò vedere come la uso sempre io!

se volete l’immagine per ricordare la ricetta la trovate qui

Per vedere altre paste modellabili qui

La pasta di sale

LA PASTA AL BICARBONATO, RICETTA E ASCIUGATURA SEMPLICE

IL PONGO (PASTA MODELLABILE) ALL’ARANCIA

IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia

IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE nei toni del verde piu’ I PAVONI costruzione e canzoncina in inglese

LA SABBIA CINETICA FAI DA TE

Ciao a tutti,

oggi vi voglio dare una ricetta che ormai molti usano, io la faccio da anni, prima era semi-sconosciuta, io infatti la avevo fatta verametne a caso utilizzando fecola e maizena con la sola aggiunta di acqua…tempo dopo mi hanno dato questa ricetta che sostanzialmente non ho più cambiato (a parte le diverse prove e varianti che sono solita fare )

vi raccomando comunque di:

1 Non fare le formine troppo sottili, infatti quando ho provato si sono formate delle crepe

2 Lasciare asciugare molto bene le formine

(in quest’immagine stavo facendo dei pensierini che più avanti vi farò vedere ma non trovavo foto migliori da mettere per questo post  anche se appunto la preparo davvero da anni 😀

La ricetta che seguo da tempo è questa:

4 tazze da the di bicarbonato

2 tazze da the di maizena

circa 3 razze da the di acqua

1 cucchiaino di olio di semi (facoltativo)

PER AVERLA SEMPRE A PORTATA DI MANO LA POTETE SCARICARE QUI SOTTO

 

Preparazione:

Mescolate tutti gli ingredienti tranne l’olio e mettete in una pentola (puo’ essere usata anche quella che usate abitualmente in cucina visto

è tutto naturale).

Iniziate a mescolare fino a quando vedrete che il composto si staccherà dalle pareti della pentola

Mettete su un tagliere e lasciate raffreddare un pochino.

Se non usate l’olio di semi inziate subito ad usarla, altrimenti aggiungete l’olio, maneggiatela un attimo, passate sulla farina l’esterno e lasciate

riposare l’impasto ancora un pò . L’olio me lo hanno consigliato, io a dire la verità faccio più spesso la versione senza, ma ho provato ad usarlo, in realtà

la pasta mi sembra molto soffice anche senza aggiungerlo

Per fare le formine potete farle a mano, utilizzare dei taglia-biscortti o usare quelle per il pongo.

Visto il meraviglioso colore bianco però vi consiglio di utilizzarla per fare dei pupazzi di neve. Presto vi farò vedere come faccio i miei.

Come suggerisce il titolo io NON faccio cuocere la pasta in forno ma la faccio seccare al sole (anche se in questi giorni di emergenza pioggia è ovviamente

impossbiile) La metto sempre su di qualche libro o pezzi di legno con carta forno . Questo perchè potrebbe piegarsi,

Quando si è un po’ seccata la porto all’interno e la lascio sotto (o sopra) i termosifoni, anche in questo caso su carta forno e libri-tavola di legno per farla seccare per bene.

Una volta secca la potete dipingere o potete incollare qualche piccola immagine ricilata da qualche rivista per bambini

 

 

 

 

 

 

 

CIAO a tutti, dopo la pioggia che in questi giorni ha fatto danni in molte zone d’Italia non credo che nessuno abbia pensato alla festa di Halloween, anche nelle mie zone ci sono stati veri disastri dal vento e pioggia.

Quindi metto un lavoretto davvero veloce che permette anche ai bambini di diventare più precisi con le forbici (poi se non vengono perfetti vedranno comunque una ghirlanda tutta uguale di carta e piacerà tantissimo comunque)

Come suggerisce il titolo vi lascio al video sotto, il lavoretto è davvero veloce e facile.

Mi scuso per la qualità ma in questi giorni la luce va e viene e il video è stato fatto di sera.

Per chi volesse iscriversi al canale you tube questo è il link, presto video nuovi iscriviti al canale

Ciao a tutti, presto vi farò vedere anche il laboratorio in stile Mondrian con delle cose che ho fatto nel tempo ma

per ora vi lascio questo cuore da fare in Pixel art che ci ricorda questo grande artista, come vedete ci sono degli

spazi dove aggiungere la parola giusta, ad esempio dove c’e’ scritto “sono colori” andrà inserito PRIMARI

e dove scritto il nero questo è un  po’ da considerare la vostra spiegazione, nel senso che per gli artisti sono due colori, ACROMATICIi,

cioe’ privi di colore, il bianco può essere considerato primario, perche’ non si ottiene mescolando altri colori, e il nero anche secondario, perche’ si ottiene

mescolando altri colori. Da altri non sono nemmeno considerati colori, scientificamente parlando, infatti il bianco viene visto come somma di colori e il nero

assenza di colore.

PER SPIEGAZIONI E SCHEDE DI VERIFICA SU TUTTI I COLORI E MESCOLANZE LE TROVATE QUI

ORSETTO INSEGNA COLORI Itten e i Primari, secondari, terziari e complementari

PER IL CERCHIO DEI COLORI DA COLORARE QUI

IL CERCHIO DEI COLORI DI ITTEN da colorare (colori caldi e freddi) copertina quaderno

PER FILASTROCCHE TEMA COLORI E MESCOLANDA (PRIMARI E SECONDARI) QUI

LE FILASTROCCHE PER I COLORI

PER I COLORI SEMPLICI IN INGLESE QUI

LA VERIFICA COLORI IN INGLESE

PER IL CUORE IN PIXEL ART INVECE DOVRETE CLICCARE QUI SOTTO, VI RICORDO COME SEMPRE CHE SI APRIRA’ UNA TABELLA E DOVRETE

CLICCARE NUOVAMENTE IL LINK APPENA SOTTO PER SALVARE DIRETTAMENTE IL FILE PDF

CUORE MONDRIAN PIXEL DA FAREE

CIAO A TUTTI! Altro laboratorio, dopo quello di successo su Picasso (i bambini lo riconoscono subito non è vero?) fatto qui PICASSO IL LABORATORIO oggi ve ne faccio vedere un’altro sul grande Van Gogh.

Come la scorsa volta per iniziare una piccola presentazione del pittore con lavoretto (anche per lapbook) la trovate qui

LAVORETTO-PROMEMORIA VINCENT VAN GOGH con girasole da colorare-tagliare-incollare (anche per lapbook)

e vi consiglio di farlo perchè è davvero simpatico!

Subito dopo dobbiamo mostrare immagini di opere vere di questo grande pittore

 

A questo punto possiamo far vedere questo disegno che insegna a creare un paesaggio con campo di grano come quelli che tanto amava fare Van Gogh  e provare a farlo replicare, visto come vedete è abbastanza semplice fonte

Un altro lavoro da fare a tema girasole (come nel primo lavoretto) è questo, libera fantasia e creatività, per questo progetto ho pensato di far usare a piacere tempere, pennarelli, matite colorate e anche materiali vari dal cartoncino colorato a piccoli pon-pon, brillantini, gomma eva ecc ecc, verranno dei lavori davvero “brillanti” fonte

Un altro lavoro molto creativo ed interessante è creare lo scenario, permette di copiare la famosa opera La sedia di Vincent, che trovate qui sotto  ma puo’ essere utilizzato anche per creare biglietti 3d semplicemente ritagliando e piegando la parte sotto così da fare stare in piedi i soggetti, oppure allo stesso modo per incollarli fonte

Ora proviamo a replicare la notte stellata, altra famosissima opera con semplici penne e creiamo un bigliettino da portare a casa

IL BIGLIETTO “NOTTE STELLATA” DI VAN GOGH

 

Per finire, come la scorsa volta consiglio di far colorare le opere originali, questo passaggio non piace a tutti ma io credo che sia importante oltre alla creatività che abbiamo usato sopra anche avere dei paragoni per ricordare meglio il pittore stesso e cosi’ direi di farlo fare, magari con i colori a cera o ad olio o ancora far ripassare i soli contorni con cotton fioc e tempera

VINCENT VAN GOGH 2 QUADRI DA COLORARE

Per finire una piccola scheda per parlare delle cose che più sono piaciute del pittore e per fare una crocetta sui lavori finiti, visto che ovviamente non basterà una sola lezione per finire tutto 🙂 In questo modo creeremo un promemoria anche per l’insegnante che ricorderà dove è arrivata con il lavoro 🙂 Potete anche far sceglliere il lavoro da esegiure per primo ai bambini così da coinvolgerli e magari iniziare con il lavoro che ottiene la maggioranza 🙂

 

Per scaricare della misura perfetta cliccate qui, si aprirà una tabella, cliccando il link sotto si salverà automaticamente il file pdf

VAN GOGH LAVORI

davvero divertente, se lo fate mandate foto nella mia pagina facebook, saranno pubblicate con il nome della vostra scuola

 

 

Ciao a tutti, ancora pixel art, ancora tema Halloween ed ancora una volta con un’indovinello 🙂

Questa volta parliamo del gatto nero. Come vedete dalla scheda già completata ci sono delle linee per separare i codici, questo perchè poi andranno tagliati e l’indovinello andrà piegato verso l’interno della pagina, così una volta completata potrà rimanere in ordine all’interno del quaderno!

Presto vi farò vedere come metto via io le schede in pixel art ma tornaimo al nostro indovinello, come sempre sotto troverete il link per scaricare e come sempre una volta cliccato si aprirà una tabella, dovrete cliccare di nuovo il link sotto per salvare su pc, tablet o telefono.

GATTO HALLOWEEN

Per ulteriori schede come sempre ne trovate sotto, sto provvedendo a spostare tutte nella categoria pixel art e tra qualche giorno dovrei riuscire a sistemare tutto.

Come molti avranno visto ho creato uno shop,, un piccolo negozio dove mettere schede che amo fare ma anche piccola bigiotteria o oggettistica fatta interamente a mano. Presto metterò diverse schede raggruppate in 1 unico file ad una cifra davvero simbloica (per chi ha visto la mucca qui a 1 euro, così da poter tenere aperto   il sito con nuovi spunti.

il negozio lo trovate qui

Negozio

 

Ciao a tutti, breve storia con lavoretto di Tina la gattina, i bambini dovranno mettere l’h dove va oppure lasciarla senza. Ci tengo molto a questo argomento perchè soprattutto sui social noto come l’h sia un grosso problema anche per molti aduti e trovo che l’unico modo sia impararla molto bene sin da piccoli per non sbagliare mai.

COME SEMPRE HO LASCIATO HO LASCIATO 2 ERRORI, SULE AL POSTO DI SULLE, E COSA AL POSTO DI CODA, CHI SE NE ACCORGERA’ PER PRIMO?

Dopo aver completato la scheda possiamo fare in 2 modi

  1. far copiare tutto, tagliare e colorare Tina con una ciotola dove aggiungere carne o pesce
  2. incollare la scheda, far colorare la ciotola preferita disegnando all’interno carne o pesce e portarla vicino alla gattina con una freccia.

se vi piace si scarica qui, COME SEMPRE SOTTO LA TABELLA CHE SI ANDRA’ AD APRIRE TINA LA GATTINA

CIAO A TUTTI, come dicevo tempo fa inizierò a caricare anche delle griglie piccole, sono perfette per iniziare a creare codici per piccoli

curiosi. In questo caso la sfida è davvero facile perchè prevede di creare dei mostri per Halloween e quindi non serve nessuna precisione, nè simmetria per portare il mostro della giusta dimesione.

iL GIOCO CHE HO PENSATO PREVEDE DI CREARE IL PROPRIO MOSTRO A CUI DARE UN NOME NELLA PRIMA GRIGLIA, SUCCESSIVAMENTE SCRIVERE I CODICI SOTTO E TAGLIARE LA SECONDA GRIGLIA PER UN AMICO O COMPAGNO CHE DOVRA’ CREARE IL MOSTRO DELL”AMICO, EFFETTO SOPRESA E RISATE 

LA GRIGLIA VUOTA SI SCARICA QUI, COME SEMPRE SOTTO LA GRIGLIA CHE SI APRIRA’

GRIGLIE CREA MOSTRI

COME SEMPRE PER ALTRE COSE POTETE VEDERE QUI IL LABORATORIO IN PIXEL ART

MA NE TROVERETE ALTRE NEL SITO, STO PROVVEDENDO A FARE UNA NUOVA CATEGORIA PER QUEST’ARTE COSI’ DIVERTENTE