Ok, siamo un attimo in ritardo con l’inizio della scuola, ma viste le splendide giornate in tutta Italia e il caldo del periodo mi sembra molto

simpatica da scaricare, come dicevo anche ieri per vederla in modo ottimale la potete scaricare qui FILASTROCCA DEL BUONG

come sempre vi ricordo che si aprirà una tabella, dovete cliccare sotto sulla scritta scarica qui filastrocca buong

Ciao a tutti, ripreso a pieno regime il lavoro? Oggi vi faccio vedere un libretto carinissimo, si fa in poco tempo e aiuta i bambini con la manualità, infatti per costruirlo basta seguire la piegatura che voi farete vedere e loro riusciranno a farlo da se, già dalla seconda elementare lo fanno senza problemi! Per la scuola quindi tutte le classi,  io inizierei anche con la prima, ovviamente se non avete classi grandi perchè in questo caso potrebbero avere bisogno di una mano …

Per fare questi libretti io ho utlilizzato quest’immagine che fa capire perfettamente come fare, in caso piu’ avanti mettero’ un video dove potete vedere meglio i passaggi.

fonte

io questi libretti li ho utilizzati per mettere i libri più belli che hanno letto (bella l’idea di segnare anche quelli presi nella libreria scolastica)

per vedere altri libretti qui

IL LIBRO DA DISEGNO A CUORE FAI DA TE

BULLET JOURNAL FAI DA TE CON IDEE E STAMPABILI (ADULTI E BAMBINI)

 

 

 

CIAO A TUTTI, veloce gioco da tavolo, fatto ancora una volta con i lego!

 

 

MATERIALI NECESSARI:

-LEGO MISURA STANDARD

-PERSONAGGI LEGO

-4 QUADRATO O RETTANGOLO IN LEGO CHE SERVE PER GLI SCENARI

-STAMPABILE GRATUITO che si scarica qui GIOCO PERSONAGGI

COME SI GIOCA:

Si mettono i  personaggi nel tabellone (quadrati o rettangolo per scenari) uno davanti all’altro,  per contare i passi dipende dai vostri personaggi, io ho usato quelli che occupano 1 quadrato lego esatto, come vedete con lo stesso colore si potrebbe fare confusione e infatti conaiglio di riempire sopra al quadrato o rettangolo grande lo apazio con lego da uno di colore diverso, cosi’ da creare un tabellone in cui i passi si possano vedere bene, senza fare confusione…..per tornare alle regole si pesca una carta e in base a quel che c’e’ scritto si muove il personaggio (esempio + 1 uno dei 2 personaggi avanza di una casella) ora la mano va allo sfidante che fa la stessa cosa, pesca una carta e ne esegue le indicazioni, come vedete una carta dice di portare uno dei personaggi al finale, l’ ultima casella come avrete capito e’ davanti allo sfidante. Altra carta al contrario obbliga uno dei nostri personaggi a iniziare di nuovo dalla partenza!

Se a metà un personaggio si incontra con il suo sfidante questo puo’ essere catturato ma solo a patto di capitarci proprio sopra la stessa casella e in questo caso il personaggio va dato di nuovo allo sfidante che dovrà farlo ripartire dall’inizio Vince il gioco chi riesce a portare i suoi 2 o 3 personaggi (va concordato ad inizio gara) fino alla fine del percorso.

Altra cosa da ricordare è che una volta pescata una carta possiamo effettiare la mossa su uno qualsiasi dei nostri personaggi (2 o 3 che siano) in questo modo possiamo creare delle strategie, ad esempio se esce un +2 e su una casella riusciamo ad andare addosso al personaggio avversario ci convinene muovere quella così da farlo tornare all’inzio.

In un secondo momento avevo messo anche la regola che per finire il percorso all’ultima casella bisognasse pescare esattamente +1 così  come nella penultima +2 e via dicendo ma poi ho pensato che con un qualsiasi numero si potesse portare fuori il proprio personaggio. vedete voi cosa decidere.

Spero che le regole le abbiate capite perchè il gioco è davvero semplicissiamo ma è più difficile spiegare che giocare :))))))

 

si scarica qui per avere una grafica ottimale,.

Come sempre si apre la pagina, dovete cliccare sotto la tabella dove leggerete scritto si scarica quI GNOMO MIGNOLO

Altra mia filastrocca dove questa volta i bambini dovranno (dopo aver ripassato il castello)

creare un vero scenario tagliando, incollando i personaggi e aggiungendo le montagne e la vigna che mancano nella scena

si scarica qui USIGNOLO

per scaricarla di buona qualità la trovate qua GNOMO GNAGNO

Ciao a tutti, tra schede istruttive che sto preparando, lavoretti di carta e cartone che amo e che presto vedrete sotto forma di altri video finalmente (per alcuni di voi soprattutto che me li chiedete) vi faccio vedere un gioco molto semplice ma che vi posso assicurare piace ai bambini 🙂

Unica premessa che devo fare prima delle spiegazioni è quella di utilizzare un recipiente di plastica che non vi interessa se si rompe (o che magari come il mio ha il fondo gia’ rotto) perchè potrebbe con i lanci rompersi ulteriormente. Altro consiglio visionare il gioco, a me non è mai capitato ad esempio si rompano pezzi di contenitore volanti ne dei classici contenitori di plastica  ne altri recipienti di plastica spessa ma visto non conosco i vostri meglio visionare il gioco e assicurarsi siano di plastica dura

materiali utilizzati

-LEGO della misura standard

-UN RECIPIENTE IN PLASTICA (puo’ essere una bacinella per stendere i panni o un contenitore per mettere via le cose) come detto sopra ricordo che potrebbe, dopo qualche partita rompersi , più che altro incrinarsi sul fondo o ai lati.quindi dovete fare molta attenzione

come si gioca:

Per prima cosa dovete costruire delle figure uguali, con gli stessi pezzi, noi siamo partiti con quelli da 5 pezzi fino ad arrivare a 12 circa. Bello qui inventare costruzioni particolari.

Quando sono pronti inizia il gioco,  il primo giocatore (indifferente chi lo sia) lancia la prima costruzione all’interno del contenitore. A questo punto si conta in quante parti si ė rotto, quelli saranno i punti!

Io ho creato questa scheda raccogli punti che metterò tra quelle del ‘famoso’ raccoglitore che vi farò vedere presto

E SI SCARICA QUI GIOCO LEGO DA ROMPERE

Vince chi al termine dei pezzi preparati ha fatto il maggior numero di punti. Davvero divertente

 

Ciao a tutti,

come ormai chi ci segue sa bene ci divertiamo molto a trovare qualche piccolo lavoretto, gioco o filastrocca per tutti i libri.

Oggi ė la volta di un classico amatissimo, tra le fiabe più conosciute nel mondo e tramandate da generazioni, quindi per questo motivo non mi soffermo affatto sulla storia ma inizio subito con il lavoretto

Materiali necessari

1 sasso

Stampa del disegno e filastrocca che troverete qui pinocchio lavoro

pennarelli

matita e gomma

 

Come vedete la filastrocca fa cosi

 

Questo sassetto porta un berretto che ha fatto Geppetto tempo fa.

Il caro PInocchio di marachelle, ne ha fatte di belle,

ne parlan tutti nella città!

Con Barbarossa, il gatto e la volpe ha perso denaro in quantità ,

per non parlare dell’asinello che è diventato per non ascoltar papà,

Nella balena, lo ha poi ritrovato e gli ha promesso che buono diventerà

Con il grillo si ė confidato, mai piu bugie racconterà.

La fatina lo ha quindi aiutato, da burattino ė diventato bambino vero, proprio come sei tu

 

Vuoi aiutare la magia della fatina?

Lavoretto molto semplice, dopo aver letto la fiaba e la filastrocca per prima cosa dobbiamo disegnare il viso di Pinocchio su di un sasso ( al mare bellissima idea fare un piccolo teatrino pe ripercorrere la storia con i sassi che fanno da personaggi principali, presto vi farò vedere una versione con un altta storia) una volta fatto il viso parliamo delle principali bugie che ha raccontato e ogni volta allunghiamo un pochino il naso

Un altro modo ė di dare il sasso ad ogni bambino che allunghera’ il naso scrivendo nel retro il numero di bugie che ricorda, alla fine si ripercorromo tutte le bugie e va sistemato il naso (facoltativo)

Dopo avere fatto il lavoretto con il sasso Pinocchio in maniera molto semplice (come vedete essere il nostro in foto che però ha una bella particolarità, quella di essere leggermente in rilievo al centro dove noterete ho fatto il viso di PInocchio ) date lo stampabile al bambino  per aiutare la Fata Turchina a far diventare Pinocchio un bambino vero, per farlo dovrà creare una scia di magia incollando pezzetti di cartoncini avanzati e brillantini (tutto intorno alla polvere magica che ho gia’ messo  in scheda e a fianco dovrà disegnare e colorare pinocchio bambino Come vi dicevo molto semplice ma permette di comprendere la storia (parte delle bugie) e fare comunque un lavoro creativo.allo stesso tempo simpatico, bella idea anche di imparare la poesia per ricordare un piccolo riassunto della storia

CIAO A TUTTI, in ritardissimo vi lascio come promesso (dalla mia pagina facebook) la versione italiana del calendario mensile

Penso non abbia biosgno di ulteriori presentazioni, visto le numerose richieste ho inziato di nuovo a fare questi piccoli calendari dove potete annotare un sacco di cose, sia per voi che per i bambini, un esempio e’ annotare il tempo per poi creare un istogramma, qualche  appuntio ma perfetto anche per segnare i compiti della materia che voi insegnate ai piu’ piccoli per abituarli al diario.

si scarica qui per la versione a4 settembre da colorare 2018

Ciao a tutti,

parliamo  di PIcasso, a dire la verità volevo postare questo lavoro molto prima ma volevo sistemare un attimo i vari punti per creare appunto il laboratorio.

Questa ė stata la mia personale idea, quindi ovviamente se volete fare le cose in modo diverso lo potete fare. Io ho preferito andare per gradi, prima presentare il pittore (a questo proposito presto un breve riassunto per lapbook) poi far disegnare piu’ volte un soggetto con gl iocchi dei pittore stesso e per finire la visione di alcune opere per poi sceglierne una da colorare

Quindi iniziamo, per prima cosa come detto sopra dobbiamo fare una piccola presentazione a Picasso (che trovate qui PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Come secondo passo possiamo far vedere questo foglio (ma meglio dare una copia ad ogni bambino) per imparare come passiamo replicare il suo stile e a questo punto  fare creare la prima loro personale versione in bianco e nero, scegliendo il tipo di viso, occhi e naso e renderli il più possibile somiglianti alla scheda

fonte

 

Un altro sistema per far capire meglio come dividere un foglio per creare il viso lo potete trovare qui, magari questo potete farlo vedere voi alla lavagna, continuando con la spiegazione

fonte

 

Come terzo passo invece creiamo di nuovo un piccolo quadro ma questa volta invece di scegliere come fare le varie parti del viso sarà il dado a scegliere per noi! Infatti per questo gioco che può essere fatto in solitario come invece avere un numero di partecipanti indefinito dovremo tenere a portata di mano un dado e la scheda che potete vedere qui sotto, a questo punto ogni bimbo lancia il dado ed in base al numero uscito crea la propria versione

fonte

A questo punto dovremmo essere a buon punto quanto a conoscenza dei soggettti di Picasso. Ora possiamo fare vedere diverse opere cosi’ da discutere sui colori e soprattutto sul fatto se riescano a vedere ancora una volta come i soggetti risultino differenti dalla realtà!

Per ultimo passaggio (facoltativo per chi non ama le schede prestampate ma utile per ricordare meglio questo fantastico pittore) provare a replicare il quadro colorandone uno suo in bianco e nero, ancora una volta ne trovate un paio qui con la spiegazione che dicevo all’inizio PARLIAMO DI PICASSO, CON 2 QUADRI DA COLORARE

Un altra simpatica cosa che ho fatto è quella di partire da un viso disegnato che puo’ essere fatto dai bambini oppure direttamente prendere questo qui sotto e poi con l’altra scheda tagliare ed incollare le parti (naso, orecchie ecc) infine colorare il tutto con i pastelli a cera.

fonte

fonte

Spero vi sia piaciuto, ovviamente per parlare di Picasso non basta parlare di visi però è una cosa che fa divertire e permette di riconoscere sempre il pittore ai bambini e quindi merita sicuramente tutto il lavoro. Per terminare il tutto possiamo far creare un bigliettino per chi loro voglioni sempre in stile Picasso, solo provando a fare da soli con tutto quello che ricordano del laboratorio.

esempio di creazione ::) qui sotto con il cartoncino e’ stato realizzato un fiocchetto per i capelli

Per finire un foglio di appunti dove segnare i giochi-lavori eseguiti e dove scrivere qualcosa su questo fantastico pittore, bella l’idea di metterlo davanti ai lavori eseguiti cosi’ da far capire a chi si riferiscono

si scarica qui PICASSO PRESENTO

 

 

 

Ciao a tutti, oggi vi voglio far vedere un gioco davvero simpatico!!! Niente di strano ma che si fa davvero con niente, infatti vi serviranno solo penne o matite e carta!!

Per prima cosa ho tagliato dei fogli di carta bianca in più quadrati e poi..diamo inizio al gioco!

Primo gioco: come da classico uno disegna un oggetto e l’altro deve indovinare, solo che bisogna disegnarlo a occhi chiusi!!!

Ne vengono fuori davvero di simpatiche 😁😁😁

Per i punti ovviamente prende punto quello che è riuscito nell intento di far indovinare il suo disegno, l’altro zero, dopo circa 10 oggetti disegnati si decreta il vincitore

Secondo gioco: davvero divertente : prendete i disegni che avete fatto prima, questa volta 1 giocatore da un foglio con un disegno a caso al suo sfidante (che terra’ gli occhi chiusi, perche’ non lo dovrà vedere) e gli dice che cosa disegnare, il foglio puo’essere diritto come invece girato (a scelta)  al termine del disegno lo sfidante fa la stessa cosa con il suo avversario, poi si girano i fogli e si devono scrivere (se i bimbi non lo sanno fare basta che le dicano) delle frasi inventate sulla situazione creata nel disegno, come vedete nell’esempio

il primo disegno era 1 fiore,

nel secondo una monetina,

la frase inventata è stata: Il fiore Massimo prende dei soldi per andare al mercato a comprare le carote per pranzo

o altre più semplici, ne vengono fuori di davvero simpatiche, vince la frase piu’ originale o piu’ azzeccata.

 

SI PUO’ GIOCARE ANCHE A SQUADRE

SE NON VI PIACE L’IDEA DELLA SFIDA È SIMPATICO DA FARE ANCHE SEMPLICEMENTE DICENDO UN OGGETTTO E DISEGNANDOLO IN CONTEMPORANEA (SE I BIMBI SONO PICCOLI ANCHE UNO ALLA VOLTA) e poi ammirare i disegni creati 😂😂😂