Ciao a tutti, oggi troverete da scaricare la filastrocca lupa di Tognolini con una pixel art per replicare il lupetto e piccolo lavoretto che consiste semplicemente nel far colorare la luna, tagliarla insieme al balloon con la scritta uuuuuuuuuuuu, per far ululare il lupo 🙂

Le 2 pagine si scaricano qui, come sempre si aprirà una tabella, dovete cliccare il lnk sotto per salvare in telefono, pc o tablet!

Le ho messe divise così nel caso siate interessati solo alla pixel art o alla filastrocca (magari facendo disegnare il lupo ed incollare il resto creando un paesaggio) potete  scarcare quel che vi interessa maggiormente

PIXEL ART LUPO GRIGLIA E CODICI

FILASTROCCA LUPO

Se volete cimentarvi anche nel lavoro di fumettisti ed usare altri balloon (nel gergo nuvoletta dove si scrivono frasi ecc) vi lascio a questo post

COME CREARE ED INVENTARE UN FUMETTO, LE SUE PARTI, PIU’ I BALLON DA SCARICARE

Stiamo preparando una simpatica storia con pixel art animali del bosco nello store, nel caso siate interessati potete aggiungere questo lavoro a quello, nel caso tornate a controllare tra qualche giorno.

IL LABORATORIO COMPLETO DI CAPPUCCETTO ROSSO, coding più pixel art 16 pagine totali

[ecwid_product id=”118864686″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

[ecwid_product id=”122995791″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

[ecwid_product id=”118875503″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

Ciao a tutti,

oggi vi voglio dare una ricetta che ormai molti usano, io la faccio da anni, prima era semi-sconosciuta, io infatti la avevo fatta verametne a caso utilizzando fecola e maizena con la sola aggiunta di acqua…tempo dopo mi hanno dato questa ricetta che sostanzialmente non ho più cambiato (a parte le diverse prove e varianti che sono solita fare )

vi raccomando comunque di:

1 Non fare le formine troppo sottili, infatti quando ho provato si sono formate delle crepe

2 Lasciare asciugare molto bene le formine

(in quest’immagine stavo facendo dei pensierini che più avanti vi farò vedere ma non trovavo foto migliori da mettere per questo post  anche se appunto la preparo davvero da anni 😀

La ricetta che seguo da tempo è questa:

4 tazze da the di bicarbonato

2 tazze da the di maizena

circa 3 razze da the di acqua

1 cucchiaino di olio di semi (facoltativo)

PER AVERLA SEMPRE A PORTATA DI MANO LA POTETE SCARICARE QUI SOTTO

 

Preparazione:

Mescolate tutti gli ingredienti tranne l’olio e mettete in una pentola (puo’ essere usata anche quella che usate abitualmente in cucina visto

è tutto naturale).

Iniziate a mescolare fino a quando vedrete che il composto si staccherà dalle pareti della pentola

Mettete su un tagliere e lasciate raffreddare un pochino.

Se non usate l’olio di semi inziate subito ad usarla, altrimenti aggiungete l’olio, maneggiatela un attimo, passate sulla farina l’esterno e lasciate

riposare l’impasto ancora un pò . L’olio me lo hanno consigliato, io a dire la verità faccio più spesso la versione senza, ma ho provato ad usarlo, in realtà

la pasta mi sembra molto soffice anche senza aggiungerlo

Per fare le formine potete farle a mano, utilizzare dei taglia-biscortti o usare quelle per il pongo.

Visto il meraviglioso colore bianco però vi consiglio di utilizzarla per fare dei pupazzi di neve. Presto vi farò vedere come faccio i miei.

Come suggerisce il titolo io NON faccio cuocere la pasta in forno ma la faccio seccare al sole (anche se in questi giorni di emergenza pioggia è ovviamente

impossbiile) La metto sempre su di qualche libro o pezzi di legno con carta forno . Questo perchè potrebbe piegarsi,

Quando si è un po’ seccata la porto all’interno e la lascio sotto (o sopra) i termosifoni, anche in questo caso su carta forno e libri-tavola di legno per farla seccare per bene.

Una volta secca la potete dipingere o potete incollare qualche piccola immagine ricilata da qualche rivista per bambini

 

 

 

 

 

Ciao a tutti, oggi vi voglio fare vedere come creare dei semplicissimi coniglietti in origami. Sono perfetti da utilizzare in svariati modi, da incollare su un bigliettino (in questo caso la parte sotto che andrete a piegare va tagliata) come giochi o come abbiamo fatto noi come segnaposto, in questo caso utilizzando un solo foglio a4 completo  (o cartoncino) non avremo nemmeno i classici ritagli da buttare  (o tenere per riciclare 😁😂)

Ma andiamo con ordine come vi dicevo i materiali da utilizzare sono solo

1 foglio a 4

Colla  (facoltativa, come vedete la abbiamo messa ma in passato ne ho fatti degli altri più piccoli senza metterne)

1 penna o pennarello per disegnare il viso del nostro coniglietto

Per la realizzazione vi lascio al video, visto sono appunto più facili da fare che da spiegare.

20171021_231319

CIAO A TUTTI! Ancora post per Halloween, questa volta faremo un pipistrello volante con pochi materiali anche di riciclo

MATERIALI:

20171021_225526

-VASETTO USATO DI YOGURT O BUDINO

-STAMPABILE GRATUITO (si scarica qui decori Halloween)

-CARTONCINO NERO O TEMPERA

-FORBICI

-COLLA

-UNO SCOVOLINO

COME SI FA:

Per prima cosa dovremo costruire il castello, quindi bisognera’ o colorare il vasetto con le tempere di colore nero oppure inserire all’interno del cartoncino nero (il mio come vedete e’ di riciclo, la pagina sopra di un block notes) tagliare l’eccesso, prendere la forma nel cartoncino dal sotto del vasetto, tagliarla e incollarla nel fondo.

tagliare le finestre e porte che piu’ vi piacciono e il pipistrello

incollare porte e finestre.

Forare il fondo del vasetto con una forbice appuntita facendo attenzione a non rompere il cerchio che avete incollato in precedenza.

Incollare il pipistrello allo scovolino e farlo passare nel foro del vasetto

E ORA …. GIOCATE!!!!!! bastera’ infatti dondolare il vasetto o muovere lo scovolino da sotto il vasetto e il pipistrello volera’