Ciao a tutti, voglio condividere con voi un lavoretto-gioco davvero semplicissimo, come forse alcuni sapranno esistono una marea di canzoncine che parlano piu’ o meno tutte della stessa cosa, la prima in assoluto per cui ho creato un giochetto la ho scoperta molti anni fa, sono tutte in inglese ,molto semplice e i bimbi le impareranno in breve tempo… quella che vi dicevo parla di 5 scimmiette che giocano sul letto, poi ne cade una, sbatte la testa e la mamma chiama il dottore che gli dice che non deve piu’ saltare sul letto, cosi’ iniziano ad essere 4 le scimmiette a saltare e cosi’ via, fino a che tutte e 5 smettono di “fare le spericolate” ma si calmano!

Questa verione per Halloween e’ la stessa cosa pero’ questa volta sono 5 fantasmini a saltare su un lago, per questo ho pensato a questo stampabile da scaricare qui sotto, dove vanno ritagliati i 5 fantasmini,, colorato il paesaggio che fa da scenario con i toni freddi e scuri per ricordare Halloween, va poi piegato  il foglio a meta’ in modo che il cielo rimanga diritto e il lago a terra (spero abbiate capito) i fantasmini ho preferito farli abbastanza grandi mentre il lago non e’ poi cosi’ enorme, io lo ho usato cosi’ se voi volete potete aggiungere un foglio a4 bianco per fare il lago molto piu’ grande e…….

POI CON LA CANZONE….. GIOCATE!!!!! FACENDO SALTARE I FANTASMI FINO A TOGLIERNE UNO DI VOLTA IN VOLTA!

si scaricano qui

gioco fantasmini

il video con la canzone e’ questo

 

pay-2446667_640.pngCiao a tutti, ho deciso di fare questo post perché ultimamente mi avete chiesto delle tabelline fatte tempo fa, avendole pubblicate su diversi post non sempre si trovano subito (ricordo che per cercare qualcosa  nel sito basta cliccare la lente (cerca) e scrivere l’argomento) ma vi do ragione sul fatto che devono essere raggruppate per essere trovate meglio ed ė quello che ho deciso di fare oggi!

Per chi se le ė perse tempo fa ho pubblicato queste tabelline (presto nuove versioni) tutto ciò che dovrete fare ė ritagliare, fare colorare al bimbo l’immagine, tagliarla lungo le strisce, mescolare e ora riprendere in mano le strisce per il puzzle e fare uno dei due modi desiderati

1 incollare nel quaderno al posto giusto le strisce per formare di nuovo la tabellina

2 incollare su cartone di recupero, (prima di tagliare i pezzi) colorare tagliare le strisce, mescolare e …. giocare tutte le volte che vorrete!

Qui sotto ve le metto tutte in fila, per scaricarle cliccate sul link di quella che vi manca e all’interno la potete scaricare, presto aggiungerò  anche quella al numero 0 e al 10 (che non avevo fatto) così da completare bene il tutto per chi lo desiderasse

LA TABELLINA (NUMERAZIONE) PUZZLE N. 1

LA TABELLINA-puzzle DEL 2

LA TABELLINA-PUZZLE DEL 3

PUZZLE TABELLINA DEL 4

LA TABELLINA PUZZLE DEL 5

LA TABELLINA DEL 6 PUZZLE

LA TABELLINA DEL N.7 PUZZLE

LA TABELLINA PUZZLE NUMERO 8

LA TABELLINA DEL 9 PUZZLE

Spero che vi siano piaciute, come dicevo sopra a presto con nuove versioni!

 

rakkit rabbit da colorare e booyah.jpg

CIAO A TUTTI! Lo conoscete Rekkit Rabbit? Il simpatico coniglione distratto e magico,  che proviene dal pianeta Chakabrak, scappato da Yoshini, un mago che lo aveva reso suo schiavo – amico, ora e’ amico inseparabile di Jay e vive con lui, insieme alla madre Henrietta e al suo patrigno Lorne, e’ una serie tv francese, a me piace molto.

Vi lascio da scaricare l’immagine sopra da colorare dove i bambini dovranno colorare REKKIT E BOOYAH ( un coniglio della stessa specie di Rekkit, colore celeste, esperto in magia a differenza sua 😀 )

se Scarica che  Rekko E Booya H

colori-caldi-e-freddi

CIAO  TUTTI, oggi parliamo di colori caldi e freddi.

Come saprete la divisione in colori caldi e freddi e’ piu’ che altro data dalle sensazioni che trasmettono, infatti se osserviamo  i colori caldi  (anche detti “uscenti”) sembrano dare l’impressione di avvicinamento a chi li guarda. I colori freddi, al contrario,  (detti “rientranti”), perche’ l’effetto e’ di allontanamento rispetto a chi li guarda.

Nella ruota cromatica i colori sono divisi in caldi e freddi, i primi costituiti quindi da gialli, rossi e arancioni, i secondi  azzurri, verdi e viola. I colori secondari formati da parti diverse di colori, si dicono di colore caldo o freddo in base alla percentuale maggiore di essi presente nella miscela.

Molto importante la scelta dei colori anche per generare emozioni su chi le guarda, infatti solitamente il blu, azzurro danno sensazione di tranquillita’, mentre il giallo e rosso di allegria.

Oggi vi lascio velocemente un disegno da colorare (come quello sopra), giorno e notte, proprio per usare le diverse gamme di colori

colori-caldi-e-freddi-paesaggio-da-fare

se volete parlare ancora di colori vi lascio al post

IL CERCHIO DEI COLORI DI ITTEN da colorare (colori caldi e freddi) copertina quaderno

VERIFICA DIFFER.jpg

CIAO A TUTTI, OGGI VI FACCIO VEDERE UN GIOCO CHE FORSE PUO’ ESSERE PIU’ UNA VERIFICA PER VEDERE SE I BAMBINI sanno fare bene la raccolta differenziata o x insegnarla ai piu’ piccoli! Dovrete solo stampare le 2 pagine che trovate qui sotto

 

Ritagliare tutti gli oggetti e i contenitori per la raccolta, a questo punto dovrete incollare su un quaderno il contenitore e sotto i giusti oggetti, in questo caso ho fatto

CARTA

UMIDO

PLASTICA

VETRO

pochi oggetti di uso comune come ad esempio quotidano, biccheri e bottiglie, scarti di cibo (vedi sopra) e bottiglie di plastica

QUI SOTTO POTETE SCARICARE

raccolta-differenziata-bidoni

RACCOLTA DIFFERENZIATA OGGETTI.pdf

sassi emozioni.jpg

Ciao a tutti, ok sto seriamente esagerando ma oggi… un altro gioco fantasioso e i protagonisti chi possono essere se non i sassi??

Tutto ciò che vi servirà sono

SASSI

PENNARELLI

FANTASIA

quindi ancora a costo praticamente zero!

Prepariamo il nostro gioco:

Disegnate sui sassi  due begli occhioni e delle bocche con le emozioni, non serve siano fatte benissimo, basta che il bambino le capisca (se volete potete aggiungere ad esempio un brrrr nella faccia paurosa o aiutarvi con i colori che potete vedere anche nel famoso cartone Inside Out, quindi verde disgusto e così via) ecco le nostre, sotto invece  spiegazione del gioco

Contento, triste e sorpreso

 

Disgustato, arrabbiato e impaurito

………..ma il nostro a fine storia era anche…..innamorato

20160807_124438.jpg

Giochiamo:

Iniziamo inventando una storia sul signor sasso, ad esempio oggi il signor sasso e’ molto felice, sta facendo un giro al mercato (il bimbo deve mettere la faccia sorridente al sasso) e poi continuate dicendo ad esempio che va a comprare costume e occhiali per andare al mare anche se in realtà ha paura dell acqua… e così via…noi come avete visto abbiamo creato anche sasso innamorato 😂 a presto e al prossimo gioco

DSCN0768Ciao a tutti, come vi dicevo qualche giorno fa, da quando sono al mare mi sono “scatenata” ancora di piu con i giochi fatti con i sassi (che ho sempre fatto anche in Veneto visto abbiamo il fiume vicino) ma non ho ho ancora messo giochi sulla sabbia, vuoi perché tutti i bimbi si divertono lo stesso tra secchiello palette e soprattutto acqua di mare ma anche perché non avendo dietro la mia amata stampante vado male a fare le foto (dovevo venire con le stampe!!!! Avevo creato dei bei giochi).

Vi faccio vedere però questo gioco storia, davvero carino che poi insegna anche Qualcosa, lo chiamo gioco storia perché invece di essere la solita storia solo raccontata il bimbo puo’interagire mentre la raccontate, poi vedremo come, per i personaggi io ho usato quelli di plastica che sparano acqua ma se non li avete stampate i miei, incollate nel cartone… e così ecco a voi…

IL CASTELLO DI RE GRANCHIO

Questa è la storia di un Re, un granchio per essere precisi, chiamato Arturo, ma che tutti han sempre chiamato appunto Re Granchio, questo Re aveva un castello ed era stimato da tutti. (FATE COSTRUIRE IL CASTELLO AL BAMBINO aggiungendo sopra Re Granchio)

Il castello sorgeva proprio in mezzo a un mare di sabbia,  avevano molti turisti ed erano felici, dico erano perché un bel giorno arrivò un drago (che a dire il vero sembrava un coccodrillo ma sputava fuoco) ad abitare proprio nel piccolo lago davanti al castello, il lago era frequentato da tutti nella zona e dopo l arrivo del drago nessuno poteva più fare il bagno! (FATE METTERE L’ACQUA IN UNA BUCA DAVANTI AL CASTELLO, METTETE GLI ALTRI PERSONAGGI, POI LEVATELI E METTETE IL DRAGO, se i vostri personaggi sono in cartone poi fateli asciugare bene senza stare troppo in acqua altrimenti si rovineranno subito, altrimenti potete plastificarli, prossimi giorni vi farò vedere come plastificare a costo zero)

 

Il Re che era sempre molto coraggioso offrì al drago una bella limonata fresca (AGGIUNGETE LA BIBITA IN ACQUA) per farlo andare via e il drago, dopo aver accettato di buon grado ando’ ad abitare in un altra cittadina, problema risolto direte voi …..e invece no! No perché il drago con il suo peso aveva rotto il cemento che reggeva l’acqua al Lago del Re, ma naturalmente essendo il castello tramandato per decenni nessuno sapeva che avesse delle fondamenta!

Tutti si chiesero subito cosa fossero quei piccoli sassi nel Lago ed essendo abituati ad aiutarsi lavorarono giorno e notte per pulire tutta l’ acqua ma….il giorno dopo… l ‘acqua dove era andata a finire? Che qualcuno la avesse bevuta tutta? Si, perché cari amici l’acqua era veramente scomparsa!!! (METTETE DEI SASSI O GUSCI DI VONGOLE IN ACQUA E FATELA PULIRE)

Un grosso mistero che costrinse Re granchio a chiamare tra le più celebri figure di tutta Sabbioland per risolverlo…

Il primo che si fece avanti fu Gerard il pesce palla, in relta’ Gerard era un botanico e non che fosse proprio ferrato in materia laghi ma fu ben felice di dare il proprio contributo e così fece rimettere l’ acqua all’interno del LAgo convinto così di avere risolto il mistero.(FATE METTERE L’ACQUA CHE NEL FRATTEMPO SARA’ SPARITA)

Tutti erano di nuovo felici, ma …brutta sorpresa il Lago il giorno dopo era di nuovo vuoto!

Il secondo a presentarsi al castello fu Teodoro, un pesce giallo e di mestiere orefice, nemmeno questo ne sapeva molto di Laghi in genere ma la sua idea era grandiosa, fece mettere una specie di pompa che portava acqua al LAgo quando necessario! Così per ben 3 giorni nessuno ebbe più nessun tipo di problema..Ma dopo 3 giorni il LAgo era di nuovo vuoto! (FATE RIEMPIRE IL LAGO METTENDO UNA CANNUCCIA CHE PORTA DAL SECCHIELLO ALLA BUCA)

Il RE era molto triste e non sapeva cosa fare, ma l idea la trovo’ un piccolo di nome (IL NOME DEI VOSTRO-VOSTRI BAMBINI)  che spiego’ al Re  di come quando lui scavando nella sabbia e facendo delle grosse buche notava che la sabbia ‘mangiava’ quest’acqua E DI COME anche le piscine abbiano bisogno di avere delle fondamenta che siano Impermeabili in modo che l’acqua resti al suo interno (FATE PIU’ FONDA LA BUCA SE NECESSARIO E METTETE AL SUO INTERNO IL SECCHIELLO PIENO D’ACQUA CHE POI COPRIRETE CON ALTRA SABBIA PER FARE UNA VERA E PROPRIA PISCINA)

DSCN0773

 

Da quel giorno vissero tutti felici e contenti!!!!!

Vi lascio al mio pdf scaricabile qui

c304e0d7e83c482dbde0a1309e08bf96

 

 

bel

Ciao a tutti, oggi volevo darvi una semplice filastrocca inventata da me con cui fare giocare i bambini, noi come al solito abbiamo usato i sassi,  (soprattutto vista la stagione) ma può essere fatto anche su carta, la filastrocca se vi piace la potete anche scaricare gratuitamente sotto in pdf e poi date un pezzo di carta, cartone o appunto un sasso e il bambino dovra’  disegnare la propria versione immaginaria del pulcino un po’ maiale, un po’ orso e un po’ giraffa 😀

FILASTROCCA

Questa è la storia del pulcino solare, che poi non è proprio un animale, lui ha le ali come i pulcini ed è gentile con tutti i bambini, ha il becco in fronte e non più sotto ed è anche molto grassoccio!

In faccia poi somiglia a un maiale, è tutto rosa, nessuno di uguale! I suoi piedoni son proprio tozzi, tutti marroni come quelli degli orsi!

Le braccia lunghe, un poco storte, sembrano colli di giraffotte, ma la cosa assai più carina è che è gentile e porge la manina

Ecco il pdf

LO STRANO PULCINO DA FARE