CIAO A TUTTI! Oggi vi voglio far vedere un modo davvero creativo che permette ugualmente di utilizzare il coding, infatti tramite dei codici (messi in un nuovo modo)

potremo realizzare quello che vedete in foto 🙂

MATERIALI NECESSARI:

PERLINE DI VARI COLORI DA STIRARE  (IO HO UTILIZZATO VERDE E ROSA)

potete utilizzare anche perline normali, io ho provato con quelle piccolissime ma può essere sicuramente pericoloso per i bimbi troppo piccoli e in questo modo cambiano anche i codici perchè al posto di 6 per fila ce ne stavano 9

SPILLE DA BALIA:

10 DELLA STESSA MISURA OPPURE 1 GRANDE E 9 PIU’ PICCOLE

procedimento:

preparate le perline che vi serviranno e seguite lo schema che potete scaricare qui sotto. Come è facile da intuire nella spilla più grande (o della stessa misura delle altre come ho fatto io) andranno poi infilate le altre che formano la figura. I codici vanno letti in modo verticale (ma lo vedete visto sono numerati e distanti) e la particolarità è che vanno letti dal basso verso l’alto perchè una volta completata la prima spilla si dovrà girare sotto sopra per poterla infilare nell’altra.

Piu’ facile a dirsi che a spiegarlo

i codici sono fatti in questo modo 🙂 Ovviamente scaricando il pdf la qualità sarà buona e non come questa in foto. Nella foto a fianco con i classici quadratini ho evitato di inserire altri colore ma sapete che ovviamente lo sfondo è verde nel caso lo vogliate replicare su foglio 🙂

Buon lavoro

si scarica qui, come sempre si aprirà la tabella, cliccate il link appena sotto cuore perline

 

 

 

Ciao a tutti, chi mi segue su facebook sa che ogni tanto posto qualche frase anche da colorare, tempo fa ho postato un disegno da colorare preso da un quadro di Picasso, precisamente i 3 musicisti! Ho pensato cosi’ di mettere qui sia questo che l’arlecchino pensoso che avevo fatto e non postato per carnevale…

Ho sempre aspettato prima di parlare di questo pittore perche’ nel tempo ho preparato diversi materiali e anche perchè come faccio quando presento per la prima volta un lavoro mi piace parlare anche un po’ della vita del pittore. Quindi parliamo un attimo di Picasso, non credo serva una gran presentazione perchè e’ davvero forse il Pittore piu’ conosciuto

Pablo Ruiz y Picasso,  noto come Pablo Picasso e’ un pittore spagnolo, nato a Malaga, il  25 ottobre 1881, morto in Francia a Mougins nel 1973, come premesso sopra forse uno dei più conosciuti se non protagonista assoluto tra i pittori del XX secolo, anche perchè è stato l’iventore del CUBISMO insieme a George Braque.

Tornando indietro nel tempo possiamo dire che dal 1901 lo stile di Picasso iniziò a mostrare dei tratti originali. Ebbe inizio il cosiddetto PERIODO BlU . Il nome a questo periodo deriva dal fatto che Picasso usava dipingere in maniera monocromatica, utilizzando prevalentemente il blu in tutte le tonalità. Fece poi un anno nel PERIODO ROSA, ad essere raffigurati questa volta sono sempre personaggi ma  presi dal circo, saltimbanchi e maschere. Dal 1907 circa inizio’ il periodo cubista, Picasso nello stesso periodo si interessò alla scultura africana, sulla scorta dell’esotico primitivo e con il quadro «Les demoiselles de Avignon»  segnò l’avvio della stagione cubista. Qui insieme a George Branque inzio’ ad essere popolare cosi’ come lo e’ ancora oggi. Il passaggio dal cubismo analitico al cubismo sintetico rappresentò un momento fondamentale della sua evoluzione. Il pittore era  più interessato alla semplificazione della forma piu’ che alla sua riconoscibilità concettuale. Dopo 10 anni e un viaggio in Italia termino’ la fase cubismo per passare a una pittura tradizionale. La sua capacità di sperimentazione continua lo avvio’ inoltre all’espressionismo ed addirittura al surrealismo, specie nella scultura, dopo la 2 guerra mondiale infatti Picasso si occupo’ moltissimo di ceramica pur continuando a dipingere!

Ora che abbiamo una piccola infarinata della sua vita vi faccio vedere 2 quadri suoi che potete poi proporre ai bambini da colorare come da originale.

I 3 MUSICISTI

 

 

26219649_1584424914974023_3947333269490487995_n.jpg

26047209_1572205022862679_3742378389957005954_n.jpg

scarica qui i 3 musicisti

L’ARLECCHINO PENSOSO

arlequc3adn.jpg

 

arlecchino.jpg

si scarica qui arlecchino pensoso

26940640_10214802938856603_1853094001_n

CIAO A TUTTI!

Ancora una maschera e ancora una volta con lo stile di Mondrian, non mi soffermo sul fatto che molto spesso replico questo stile, come  vi dicevo lo trovo bellissimo sia per accostamento di colore, sia da proporre ai più piccoli che sicuramente ricorderanno i colori Primari, inoltre per me se vogliamo imprimere bene determinati pittori bisogna lavorare diverse  volte e con più progetti per gli stessi!

Detto questo consiglio di preparare questa maschera per 2 motivi, il primo perché viene realizzata in collaborazione (per gli stampi della mano), la seconda perché rimane molto bella anche solo come semplice decorazione.

materiali necessari

carta bianca

cartoncino e filo elastico, bucatrice (facoltativi, solo se e’ da indossare)

colori a cera

come si fa:

Per prima cosa bisognera’ prendere il contorno delle mani, messe vicine, qui sotto vi faccio vedere come bisogna posizionarle per fare la maschera come questa, ma se la volete fare con le dita per intero lo potete fare (visto qui LA MASCHERA DI SPIDER-MAN di riciclo )

Ora piu’ facile da fare che da spiegare  fate i fori centrali con le forbici, ritagliate la maschera e  con pennarello o sempre colore a cera nero fate le classiche righe per dividere gli spazi dove andrete a colorare con il giallo, rosso e blu!

semplice ma d’effetto