Ciao a tutti, ci stiamo avvicinando ai giorni della merla, così detti per una leggenda che tutti conoscerete. Sono gli utlimi 3 giorni di gennaio.

A dire la verità le leggende sono più di una, ma il risultato è sempre lo stesso, si parla infatti di una merla e dei suoi pulcini che per ripararsi dal grande freddo si sono rifugiati in un comignolo e dopo 3 giorni ne sono usciti con l’attuale colore. Anche per il colore una leggenda dice che le femmine fossero nere come i maschi della specie e che siano diventate grigie a causa della fuliggine, un’altra leggenda dice che in realtà i merli fossero di colore bianco e che siano diventati neri sempre a causa della fuliggine e fumo.

In ogni caso una cosa è certa, sono i 3 giorni più freddi dell’anno! Gli anziani ci insegnano che più sono freddi più bella sarà la primavera, più sono miti lpiù a primevera tarderà a farsi vedere. Vi lascio una filastrocca con lavoretto che porete scaricare nel link sotto le immagini, come sempre si aprirà una pagina con una tabella, dovete cliccare una seconda volta sul link di colore blu per salvare su telefono, pc o tablet in formato pdf

SI SCARICA QUI

MERLA FILASTROCCA E LAVORO    

COME AVRETE CAPITO prima va colorato e tagliato tutto e poi dopo avere tagliato a metà i.comignolo (così da farlo aprire a porta) si dovranno incollare uccelluno e nido sotto 🙂 Per simulare il fumo basterà polvere di matita ;:) A presto e buon divertimento!!!!!

[ecwid_product id=”118973999″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

CIAO A TUTTI!!! Come penso di avervi gia’ detto tempo fa credo che non ci sia un’eta’ per la conoscenza, mi spiego meglio, una persona curiosa, che si interessa un po’ a tutto e soprattutto che sa che c’e’ sempre da imparare dimostra molta intelligenza e secondo me se già da piccoli si possono avere nozioni che magari conoscono solo un certo numero di persone saranno certamente utili nel tempo.

Questa premessa per parlarvi dell’ape legnaiola, quest’ape non e’ molto conosciuta, anzi solitamente viene “etichettata” con il falso nome di calabrone nero e genera anche preoccupazione visto generalmente di grandi dimensioni!

Niente di piu’ falso, quest’ape a differenza delle altre e’ addirittura piu’ mite, tende generalmente infatti a non pungere (lo fa solo se crede di trovarsi realmente in pericolo o non ha vie di fuga ed inoltre a parte il dolore per la puntura in se non lascia segni visto la sua citotossicita’ è veramente scarsa) e’ molto importante per l’impollinazione, il suo vero nome e’ XILOCOPA VIOLACEA, ha il corpo nero e le ali di un colore viola-blu cangiante (vedi foto). Viene detta ape legnaiola perche’ le femmine depongono le uova nel legno tenero, mi e’ venuto in mente un lavoretto su quest’ape proprio perche’ in questi giorni gira su un blocco di legno e cosi’ abbiamo potuto osservarla da vicino. La natura e’ veramente meravigliosa!!!!!

Aspettatevi altri lavoretti su quest’ ape, almeno fino a quando la vedremo svolazzare in questi giorni e poi anche per fissare quanto imparato. Sotto come primo lavoro ho creato una scheda in pixel art, spero vi piaccia, la potete scaricare sotto con i codici

QUESTO SI SCARICA QUI, si aprira’ una pagina con una tabella, sotto troverete il titolo (di solito in blu) per salvare in pdf su pc, telefono o tablet.

ape legnaiola da fare