Ciao a tutti,

oggi vi voglio dare una ricetta che ormai molti usano, io la faccio da anni, prima era semi-sconosciuta, io infatti la avevo fatta verametne a caso utilizzando fecola e maizena con la sola aggiunta di acqua…tempo dopo mi hanno dato questa ricetta che sostanzialmente non ho più cambiato (a parte le diverse prove e varianti che sono solita fare )

vi raccomando comunque di:

1 Non fare le formine troppo sottili, infatti quando ho provato si sono formate delle crepe

2 Lasciare asciugare molto bene le formine

(in quest’immagine stavo facendo dei pensierini che più avanti vi farò vedere ma non trovavo foto migliori da mettere per questo post  anche se appunto la preparo davvero da anni 😀

La ricetta che seguo da tempo è questa:

4 tazze da the di bicarbonato

2 tazze da the di maizena

circa 3 razze da the di acqua

1 cucchiaino di olio di semi (facoltativo)

PER AVERLA SEMPRE A PORTATA DI MANO LA POTETE SCARICARE QUI SOTTO

 

Preparazione:

Mescolate tutti gli ingredienti tranne l’olio e mettete in una pentola (puo’ essere usata anche quella che usate abitualmente in cucina visto

è tutto naturale).

Iniziate a mescolare fino a quando vedrete che il composto si staccherà dalle pareti della pentola

Mettete su un tagliere e lasciate raffreddare un pochino.

Se non usate l’olio di semi inziate subito ad usarla, altrimenti aggiungete l’olio, maneggiatela un attimo, passate sulla farina l’esterno e lasciate

riposare l’impasto ancora un pò . L’olio me lo hanno consigliato, io a dire la verità faccio più spesso la versione senza, ma ho provato ad usarlo, in realtà

la pasta mi sembra molto soffice anche senza aggiungerlo

Per fare le formine potete farle a mano, utilizzare dei taglia-biscortti o usare quelle per il pongo.

Visto il meraviglioso colore bianco però vi consiglio di utilizzarla per fare dei pupazzi di neve. Presto vi farò vedere come faccio i miei.

Come suggerisce il titolo io NON faccio cuocere la pasta in forno ma la faccio seccare al sole (anche se in questi giorni di emergenza pioggia è ovviamente

impossbiile) La metto sempre su di qualche libro o pezzi di legno con carta forno . Questo perchè potrebbe piegarsi,

Quando si è un po’ seccata la porto all’interno e la lascio sotto (o sopra) i termosifoni, anche in questo caso su carta forno e libri-tavola di legno per farla seccare per bene.

Una volta secca la potete dipingere o potete incollare qualche piccola immagine ricilata da qualche rivista per bambini

 

 

 

 

 

falo'

campeggio

CIAO A TUTTI, oggi vi voglio fare vedere un “gioco” forse piu’ un lavoretto che puo’ essere utilizzato per diversi scopi, sia un picnic improvvisato in casa, per i giocattoli oppure anche molto simpatico come biglietto per invito ad un barbecue (nel caso una filastrocca qui LE FILASTROCCHE AUTUNNALI

tutto cio’ che vi servira’ sono

5 rotoli di carta igienica o 2-3 di scottex

tempera marrone

fobici dalle lame a zig zag

fogli bianchi

pennarelli o tempere di colore giallo, arancione e rosso

Per prima cosa dovrete pitturare di marrone i rotoli, una volta asciutti potete fare qualche venatura per somigliare di piu’ al legno con un colore piu’ scuro.

Per attaccarli in modo circolare dovete usare delle graffette e la colla

Per il fuoco ritagliate da carta bianca delle sagome a mano libera e con i pennarelli colorate per somigliare al fuoco. incollate al centro.

SE VOLETE CON IL PLAY DOH (QUI UNA DELLE DIVERSE RICETTE DA FARE IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia )E STUZZICADENTI PER SPIEDINI POTETE FARE DEI “MARSHMALLOWS” DA ARROSTIRE AL VOLO 🙂

BUON DIVERTIMENTO

 

 

CIAO A TUTTI, il gioco di oggi e’ adatto ai piu’ piccolini, ma anche ai piu’ grandi, dipende un po’ da come lo fate, noi abbiamo fatto tante tante versioni e sono tutte molto divertenti, peccato ho perso tante foto, comunque poi potete inventare le vostre.

materiali necessari

-animali di plastica di qualsiasi tipo

-pongo fai da te (qui la ricetta base IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia)

oppure pasta di sale (qui la mia ricetta La pasta di sale)

forbici in plastica

 

come si gioca:

I bimbi sono ovviamente i parrucchieri, mentre noi possiamo fare gli aiutanti che poi fanno parlare anche i clienti animali, 🙂

ora spazio libero alla fantasia, nel tempo abbiamo fatto pettinature da matrimonio per dinosauri (esempio con trecce, chignon e aggiungendo ai capelli anche piccoli cappelli o mollette fatti di pongo per contrastare il colore) ma molte foto come dicevo non le ho fatte, quindi ve ne metto un paio che ho trovato, dove si usava l’azzurro per le pettinature maschili e il rosa per le femminili, queste erano in pasta di sale, rosa e azzurrro con i coloranti alimentari blu e rosso, qui abbiamo fatto dei capelli molto lunghi che andavano tagliati, oppure delle “frangette” che coprivano gli occhi

Un altra volta e’ stata la volta dei colori, da biondo il dinosauro voleva i capelli a spazzola viola ecc ecc.

spero che vi sia piaciuto

 

CIAO A TUTTI, oggi voglio farvi vedere un gioco fatto diverso tempo fa ma molto bello, costruire dei gioielli dell’eta’ della pietra, perfetti per essere usati giocando ai Flintstones!

Per il colore non lo ho voluto fare come il classico bianco della collana di Wilma (nel caso vogliate farlo potete trovare una ricetta qui IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia, senza usare coloranti, presto mettero’ un’altra ricetta che amo) ma sporcarlo e quindi cosa meglio del cioccolato???

Prima di iniziare volevo puntualizzare che se volete dare anche un’impronta storica alle vostre realizzazioni e non volete dire di creare cose per l’eta’ della pietra (visto non si maneggiano vere rocce, anche se la cosa simpatica sono le forme) potete addentrarvi nel Neolitico dove iniziavano le prime cose fatte in argilla e i primi vasellami.

RICETTA:

  • 1 tazza e 1/2 di farina
  • 1/2 tazza di sale da tavola
  • 1 tazza di cacao in polvere
  • 1 1/2 tazze di acqua bollente (circa)
  • 3 cucchiai di olio

 

PREPARAZIONE: Mescola tutti gli ingredienti in polvere e poi aggiungi l’olio e l’acqua (poco alla volta perche’ come ho sempre detto puo’ volerne meno o poco piu’)

La pasta ha una consistenza morbida e cosi’ profumata che viene la tentazione di addentarla 😀

PER LA COLLANA E I BRACCIALI:

FAI DELLE GRANDI PALLINE E FORALE CON UNO STECCO DA SPIENDINO PASSANDO DA UNA PARTE ALL’ALTRA, LA COTTURA IN FORNO E’ FACOLTATIVA E IO A DIRE IL VERO NON LA HO USATA, IN ESTATE POTETE METTERLE SOTTO IL SOLE, IN INVERNO SUI TERMOSIFONI, una volta asciutte le ho semplicemente fatte passare all’interno di spago da cucina e…. indossate!!!!!!!

Per gli anelli vi faro’ vedere presto una bella cosa da proporre sempre a tema e a costo 0

 

 

 

CIAO A TUTTI, ORMAI NON E’ LA PRIMA VOLTA che vi parlo di paste fai da te, abbiamo visto qui IL PONGO (PASTA MODELLABILE) ALL’ARANCIA oppure IL PONGO (PLAY DOH) FAI DA TE alla vaniglia ma anche LA SABBIA CINETICA FAI DA TE

oggi vi voglio fare vedere come potete utlizzare il pongo fatto in casa, vi do un altra ricetta, anche se mi trovo bene con le diverse versioni che faccio provo sempre ad aggiungere o cambiare qualche ingrediente, questa volta volevo fare i diversi toni del verde per fare dei pavoni colorati

20170109_191750

ingredienti:

1 tazza di sale fino

2 tazze di farina

3 cucchiai di olio di semi

1 cucchiaio di limone

acqua q.b.

coloranti alimentari blu e giallo

mescola tutti gli ingredienti secchi e aggiungi olio, succo di limone, acqua non serve sia caldissima perche’ viene bene comunque, vi consiglio comunque di metterne poca alla volta e mescolare, all’inzio si attacchera’ alle mani ma continuando a mescolare vi accorgerete che iniziera’ a indurirsi e qui dovrete vedere di mettere pochissima acqua se la pasta si sbriciola, mentre se ne avete messa troppa aggiungete farina, la consistenza ideale e’ proprio quella del vero pongo.

Per colorare nei diversi toni del verde io ho inziato colorando prima con il blu e poi sempre blu e giallo per fare le diverse gradazioni di colore. Per il colorante anche in questo caso ne va messo un po’ e mescolare con le mani fino a che non diventa omogeneo,  nel caso vi sembri poco colorato aggiungerne e continuare a mescolare.

ECCO ora un’ idea di quel che potete fare…SE VOLETE FARE I PAVONI

-conchiglie (quelle delle capesante) colorate a tempera

-pongo nei toni del verde

-cartoncino arancione

-occhietti mobili

-stecchi da gelato tipo ombrello (opzionale)

Fate una palla un po piu’ grande e larga sotto (dove dovrete incastrare la conchiglia) a questo proposito io sono riuscita a incastrarla bene facendo diverse prove, se li volete piu’ solidi per giocare consiglio di incollarla con la colla a caldo su un pezzo di cartone e poi mettere il pongo.Fate ora una palla un po’ piu piccola da mettere sopra l’altra (il viso) a cui aggiungerete occhietti mobili e il becco con il cartoncino arancione.

Per le zampe sempre con il cartoncino arancione e opzionale lo stecco per gelato tagliato sopra per fare altre piume

VI lascio la canzoncina in inglese con i sottotitoli sempre in inglese per poterla cantare meglio, e’ molto semplice 🙂

 

 

 

pongo.jpgCIAO A TUTTI, come vi avevo accennato tempo fa quando ho messo il pongo alla vaniglia ho fatto la categoria pongo (play doh, pasta modellabile o che dir si voglia) proprio perche’ ho provato e ogni tanto ancora provo tantissime varianti e cosi’ man mano le condivido con voi!

Questa pasta in particolare ha una profumazione fantastica e vi assicuro che se la provate la farete di nuovo! Al contrario dell’altra volta dove con le dosi che vi ho dato potete fare piu’ pasta modellabile (cosi’ da fare diversi colori) questa volta con questi ingredienti ne viene giusta per giocare da colorare ovviamente di colore arancione che richiama le arance della sua profumazione!

ingredienti

1 tazza di farina oo

1/2 tazza di amido di mais

1/2 tazza di sale fino

2 cucchiai di succo di arancia

acqua fredda (quanto basta per avere una perfetta consistenza)

poche gocce di aroma all’arancia per torte

coloranti alimentari giallo e rosso

PREPARAZIONE:

Mescolate tutti gli ingredienti secchi, aggiungete l’acqua e il colorante alimentare, io ho fatto una foto quando la pasta era pronta per farvi capire quanto poco ne basta per avere un profumo davvero eccezionale (poi ovviamente voi fate a vostro gusto, se ne volete qualche goccia in piu’)

Quando la pasta e’ pronta potete colorarla ovviamente mescolando colorante alimentare giallo e rosso per ottenere appunto il colore arancione delle arance 😀

A questo punto se volete potete inventare una storia e giocare su quella oppure fare tante piccole arance da lasciare seccare per qualche lavoretto o regalino (i lavoretti di pasta sale o pongo sono perfetti come chiudi pacco e mille altri usi, come vi faro’ vedere)

 

 

ciaoooooo

20141204_181958.jpgCiao a tutti, per questo post ho pensato se darvi un’unica ricetta della mia pasta modellabile, pongo, play doh o che dir si voglia ma sono arrivata alla conclusione di farvi vedere la ricetta modificata in 2 post distinti, in modo di riuscire a spiegare meglio i pro e i contro delle diverse varianti!
In questi anni ho provato tantissime ricette, sia trovate in rete che inventate totalmente, inserendo e togliendo diversi materiali per meglio adattarsi ad arrivare a una ricetta perfetta! Devo dire che molte volte sono arrivata a paste perfette sia come consistenza che come durata ma non avendo il blog succedeva (come x le mie ricette inventate al momento) di dimenticare di segnarle e puntualmente non ricordavo le dosi! Oltre tutto come sapete preferisco le ricette veloci perché possono essere preparate in pochissimo tempo e soprattutto si puo’ giocare subito, cosa che Non succede nelle ricette ‘a caldo’ (che ho comunque provato e vi farò vedere più avanti

Quindi dopo la premessa vi dirò che ho anche io la mia ricetta base (che ricordo a memoria) e che può essere preparata in pochissimo tempo, con materiali che solitamente si hanno già in casa e ha una consistenza perfetta, oltre tutto (cosa non trascurabile) è fatta totalmente da materiali naturali e quindi può essere tranquillamente giocata anche dai piccolini
LE RICETTA VE LE DO CON LE DOSI DEI VASETTI VUOTI DI YOGURT (che potete sostituire con una tazza da the o un normale bicchiere
RICETTA:
2 VASETTI e 1/2 di FARINA
1/2 VASETTO DI MAIZENA (O AMIDO DI MAIS)
IL SUCCO DI MEZZO LIMONE
1  CUCCHIAIO DI OLIO DI OLIVA
1/2 VASETTO DI SALE FINO (SE LO AVETE EXTRAFINO ANCORA MEGLIO)
1 VASETTO DI ACQUA CALDA

1 FIALETTA DI AROMA VANIGLIA

Opzionali coloranti alimentari (o colori a tempera)

PREPARAZIONE
In una ciotola mettete la farina, con l’amido di mais e il Sale. Aggiungete il succo di limone, l olio, l’aroma e l’acqua del rubinetto calda POCO PER VOLTA, mescolate il tutto fino ad arrivare alla giusta consistenza

se la volete colorare con tempera o coloranti basterà metterne poco per volta e mescolare bene fino a che otterrete il colore desiderato (ovviamente se i colori sono liquidi e la pasta risulta più morbida mettete poca farina fino a che tornerà come nuova)

Si mantiene in frigo in un sacchetto di plastica o contenitore ermetico, all inizio sarà più dura, per farla tornare come prima o la togliete mezz’ ora prima dal frigo oppure bastera’ ammorbidirla con le mani

A domani per la ricetta morbidissima