Ciao a tutti, oggi voglio raccontarvi la storia di Orso Ignazio, Orso giocherellone e sempre disponibile che vive in un paesino del Polo Nord! Dovete sapere che a Bearland dove abita si puo’ trovare davvero di tutto, beh quasi tutto, infatti non esiste la colla, nessuno la ha mai inventata e nessuno la ha mai portata nel loro paese, ed e’ proprio incentrata qui la nostra storia di oggi.

Orso Ignazio da diversi anni ormai addobba l’albero del loro paesino ed e’ davvero bravissimo con il fai da te, una volta ha addobbato l’albero semplicemente stropicciando dei fogli di carta che ha colorato, l’anno dopo lo ha fatto con del legno tagliato a quadretti e tondi e poi sapientemente coperto di colore e disegni, ma quest’anno… beh voleva qualcosa di davvero straordinario e voleva usare del cartone per realizzarlo ed ecco che inizia il suo problema… come posso far stare insieme due pezzi di cartone si chiedeva? Con che cosa li posso unire?

Inizia cosi’ la sua passeggiata nelle divese case dei suoi amici, il primo a cui prova a chiedere aiuto e’ Orso inventore potete immaginare perche’ lo chiamassero cosi’, sicuramente lui potra’ aiutarmi pensa Orso Ignazio… e invece niente! Orso inventore prova a mettere del colore tra i 2 pezzetti di cartone che sembra si stiano per unire e invece cadono!

Non importa dice Orso Ignazio, a casa di Orso Legnoso trovero’ sicuramente quel che cerco!!!! Anche questa volta pero’ fa un buco nell’acqua, infatti il suo amico orso prova a sfregare il cartone con legno e fili d’erba ma piu’ che attaccarsi si rovinano o sporcano di verde!

Questa volta sara’ quella giusta pensa e si incammina a casa di Orso Ice (e’ un vero maestro del ghiaccio) che subito lo rassicura, non ti preoccupare amico mio, ho un metodo infallibile,  metti i pezzetti di cartone come credi di unirli e dalli a me, Orso Ignazio li consegna a lui che poco dopo li immerge in una piccola vaschetta di acqua e gli dice di andare a prenderli il giorno dopo!

Di buon’ora Orso Ignazio raggiunge la casa di Orso Ice che tutto contento mostra la vaschetta, completamente solidificata di acqua e … cartone un po’ deformato…poco male pensa Orso ignazio, lo portero’ a casa e provero’ a farlo stare in equilibrio tra i rami, saranno delle decorazioni super!

Una volta raggiunta casa entra, si spoglia e chiama il suo Amico cuoco, Orso Ciambella (lui non gli poteva di certo servire per unire il cartone!)  ma gli dice di raggiungerlo che gli avrebbe fatto vedere una decorazione davvero bellissima!

Orso Ciambella arriva in un baleno ma quando i due vanno vicino al caminetto dove c’era la decorazione…beh potete immaginare era completamente sciolta e i pezzi di cartone rovinati e… staccati! Toccandoli poi si rovinavano proprio!!!

Orso Ciambella allora dice a Orso Ignazio di non preoccuparsi, che anche lui il giorno prima provando a fare una torta si era sporcato con una cosa appiccicosa che era uscita con della farina e dell’acqua…MA CERTO!!!! Amico mio sei un genio dice Ignazio e chiede a Orso Ciambella la ricetta della…TORTA COLLOSA (a questo punto se la volete fare la mia ricetta la trovate qui LA COLLA FARINA E IL GIOCO DEL PIASTRELLISTA)

Bene, che ne dite di aiutare ORSO IGNAZIO AD ADDOBBARE L’ALBERO DEL SUO PAESE COSTRUENDO CON LUI TANTI BEI FIOCCHI DI NEVE-CARTONE per decorare l’albero del suo bel paesino?

A QUESTO PUNTO SE VOLETE ANCHE FARE UN ESPERIMENTO POTETE METTERE PEZZETTI DI CARTONE A CONGELARE E VEDERE IL GIORNO DOPO COME LI HA POTUTI TROVARE ORSO IGNAZIO, SUBITO DOPO PREPARARE LA COLLA FARINA  e magari anche provare le palline di carta stropicciate (ANCHE QUESTO FACOLTATIVO) E POI…INIZIARE…

MATERIALI NECESSARI:

-CARTONE DELLA PASTA (DEVE ESSERE BIANCO, SE NON NE AVETE VA BENISSIMO QUELLO DI RECUPERO INCOLLANDO SOPRA UN FOGLIO DI CARTA BIANCA)

-COLLA FARINA O COLLA STICK

-DECORAZIONI VARIE, PALLINI DA AVANZI DI CARTONE, STELLINE, BOTTONI, STRASS, BRILLANTINI E QUELLO CHE LA FANTASIA VI SUGGERISCE

-STAMPABILE DI ORSO IGNAZIO CHE TROVATE QUI orso-decorazioni-da-scaricare

orso-decorazioni

PROCEDIMENTO:

TAGLIATE LA CARTA A STRISCE, INCOLLATE A CREARE UN FIOCCO DI NEVE (COME IN FOTO) LE STRISCE POSSONO ESSERE ANCHE PIU’ LUNGHE E PIU’ CORTE E POSSONO POI ESSERE TAGLIATE NEL FONDO PER CREARE EFFETTI CARINI.

la colla farina e’ ottima su carta, incolla in un baleno,  su cartone sta piu’ ad asciugare e quindi sembra meno efficace (per lavori veloci)

Per decorare potete prendere anche della carta da regalo o decorata e tagliarla a piccoli pezzettini con cui coprirete il vostro fiocco di neve (li la colla farina va benissimo!!!)

DECORATE E INCOLLATE AL CENTRO ORSO IGNAZIO

APPENDETE ALL’ALBERO, IN GIRO PER CASA O COME CHIUDI-PACCO PER I VOSTRI DONI

A PRESTO

worm-304272_960_720

CIAO A TUTTI, lo consocete voi Brico Lombrico??? E’ un simpatico animaletto che vive in un prato, con tanti altri insettini felici, oggi vi voglio raccontare la sua giornata, si perche’ Brico voleva portare a Brica (anche se nella realta’ sono emafroditi nella nostra storia non lo sono) delle bellissime violette e cosi’ in una bella giornata di sole va a casa di Lumo, un grosso Lumacone e gli chiede 10 fiorellini tra i piu’ belli che ha, Lumo incuriosito chiede a Brico se per caso ha trovato la fidanzata e gliene regala un mazzo bellissimo.

Brico e’ raggiante, tra poco arrivera’ da Brica che come vedra’ tutti quei fiori cadra’ ai suoi piedi!!!!! Mentre cammina pero’ non si accorge di Lella Coccinella e la urta per sbaglio, quest’ ultima un po’ infatidita gli dice che lo puo’ perdonare ma dovra’ regalarle almeno 2 di quei bellissimi fiorellini di campo…

Cosi’ Brico rimane con (fate dire ai bambini quanti) sole 8 bellissime violette… ma non e’ un problema, Brica non se ne accorgera’ nemmeno, non le aveva ancora viste!

Arriva cosi’ a casa di Brica ma suona suona e lei non risponde, Osca la Mosca che sta passando li vicino gli dice di averla vista poco prima a casa di Asso il Tasso…ma… resta completamente a bocca aperta per i fiorellini e chiede a Brico di dargliene almeno 1!!!!!!!!!!

Brico ora ha solo (quanti?) 7 bellissimi fiorellini che decide di custodire gelosamente per la sua bella, ma non fa nemmeno mezzo metro che incotra Mica la Formica con delle amiche,  Mica come lo vede gli chiede subito dei fiorellini, lui scocciato dice che non gliene puo’ dare ma subito si pente, infatti Mica tempo prima lo aveva aiutato nelle faccende nella sua casa-mela.Cosi’ Brico da’ 1 fiorellino a Mica e 1 per una alle sue 4 amiche!

A questo punto Brico ha (quanti?) solamente 2 fiori, Mica pero’ va a prendere dei ciuffetti di lavanda (quasi tutti senza fiore) e prova a ricomporre il mazzo.

Meglio di niente pensa Brico che si incammina a tutta velocita’ a casa di Asso, ma la fretta fa brutti scherzi, infatti una violetta vola via e cosi Brico rimane con (quante?) 1 sola violetta.

Arrivato dal nostro amico Tasso le chiede dove fosse Brica ma lui le dice che la ha da poco accompagnata a casa, cosi’ Brico corre a perdifiato (cosi’ da non incontrare nessuno) e tenendo ben stretto l’unico fiorellino (con i ramoscelli di lavanda) che gli era rimasto…arriva a casa di Brica pero’ trova Ape, l’ape dispettosa che vuole succhiare un po’ di nettare proprio da quel fiore, Brico protesta e mentre suona il campanello si distrae e cosi’ lei si fionda sul fiorellino e i suoi petali si aprono e cade!!!! (quanti fiori ha ora?)

Brica non puo’ credere ai suoi occhi, come ti permetti gli dice di presentarti qui con dei fili d’erba e dei legnetti rovinati, torna subito da dove sei venuto.

the-cartoon-356497_960_720

Sconsolato Brico torna a casa, ma ora c’e’ il bello, il giorno dopo passa di nuovo a casa di Lumo che questa volta gli da 25 fiori, ormai avrete capito che Brico e’ molto generoso e infatti per strada ne consegna addirittura 10, quanti fiorellini avra’ portato a casa di Brica, che raggiante lo abbraccia?

A questo punto senza che rispondano date loro lo stampabile che trovate qui sotto con raffigurata Brica, in mano i bimbi dovranno disegnare quanti ne restano e colorare

the-cartoon-356497_960_720

gioco-lavoretto

 

 

ciao a tutti!!!!!!!!!!!

Sapete anche voi quanto sia difficile fare sistemare i giochi ai bambini vero??

Ma avete mai provato a farlo sotto forma di gioco???? La cosa cambia veramente molto, oggi vi voglio fare vedere un gioco, sotto troverete anche il tesserino di riconoscimento per la Ditta delle Pulzie in cui lavoreranno e anche un diploma finale, oltre a delle stelle da incollare ogni volta che finicono un lavoro, impareremo anche a costruire un ferro da stiro velocissimo e fai da te, ma partiamo con ordine…

Il piu’ delle volte arriva l’ora di lavare i piatti o caricare la lavastoviglie, vi guadate in giro e per terra c’e’ un esercito di omini vari, lego, pezzi delle cucine e altre cose, per  non parlare di vestiti vari arrivati chissa’ come (magari anche un calzino che era sparito da tempo 😛 ) e ora??? GIOCHIAMO!!!!!!!!!!!!!!

stampa: gioco-ditta-pulizie

COME SI GIOCA:

Il bimbo o bimba ancora non lo sa ma e’ stato scelto per lavorare nella Ditta delle Pulizie, quindi stampate e incollate su cartoncino il tesserino di riconoscimento , tagliate le stelline e tenete da parte il diploma.

1 Parte. Voi siete la segretaria della Ditta e dovrete spiegare dove devono andare e a fare cosa, naturalmente ogni compito che faranno non deve essere sempre dalla stessa signora, nella stessa casa altrimenti si stuferanno subito, dovete invece dargli dei posti dove andare mettendo delle cose anche a gioco. preparate una carta come questa, per incollare le stelle a fine lavoro, sotto trovate gli esempi.

pulirrrrrrr

ESEMPIO: RIORDINARE I LEGO o i giochi

La prima casa in cui dovete andare e’ del signor Edoardo il lupo, ieri sera si e’ alzato per andare a caccia di un maialino (che per fortuna non ha trovato) ed e’ arrivato a casa cosi’ arrabbiato e affamato che ha gettato a terra tutti i suoi trofei (guadagnati nelle corse in mezzo al bosco) che si sono rotti (lego) oppure se sono altri giochi ha gettato a terra tutti i soprammobili o ancora i giochi di lupetto e ci ha telefonato per andare a riordinare

INCOLLATE LA 1 STELLA A FINE LAVORO

2 ESEMPIO: riodinare quaderni, libretti oppure disegni:

La seconda casa in cui dovrete andare questa volta e’ proprio di un maialino, Arturo ieri sera ha sentito ululare nel bosco e per non fare vedere la sua casa al lupo ha acceso e spento la luce cosi’ tante volte che ha fatto una gran confusione, qui i nostri lavori sono 2, il primo sistemare le sue carte del lavoro (disegni) e i suoi libri e la seconda cosa e’ PORTARE IL CANE A FARE UN GIRO (IN QUESTO CASO VA BENISSIMO UN QUALSIASI PUPAZZO A CUI AVRETE LEGATO UN PEZZO DI SPAGO O DI LANA) DOVRANNO FARLO ANDARE AVANTI E INDIETRO UN PAIO DI VOLTE

INCOLLATE LA SECONDA STELLA A FINE LAVORO

3ESEMPIO:tirare su o piegare vestiti vari

Qui entra in gioco il ferro da stiro che si fa veramente in 1 secondo se non avete quello giocattolo, Io ho preso una confezione vuota di plastica (perfetta QUESTA del Parmareggio) la ho coperta con carta lucida da regalo e con cartone di recupero ho fatto il manico, fate attenzione che sotto rimanga la plastica senza carta regalo oppure se la volete ricoprire bene che non ci sia dello scoth perche’ cosi’ scivola bene.

20160918_120123

come gioco questa volta dovranno stirare e piegare vestiti che ci sono in giro , questa volta per conto della signora Alda la lepre che questa mattina e’ uscita cosi’ di corsa per andare in ufficio che ha visto volare in giro appunto dei vestiti e ci ha telefonato dal suo ufficio.

A FINE LAVORO INCOLLATE LA STELLA

4 ESEMPIO, io metto questo poi naturalmente ognuno di voi ha qualcosa di diverso da fare e puo’ inventare quel che vuole! PORTARE LA PLASTICA AL BIDONE (finiti tutti i lavori ci potete andare insieme!

L’ideale per questo lavoro e’ se hanno tipo una macchina o trattore dove possono salire e che non sia ovviamente da interno cosi’ potranno caricare la plastica sentendosi partecipi del gioco a tutti gli effetti, altrimenti possono prendere una piccola busta anche loro

Il signor Alfredo la zebra (un parente di Zou :D) che fa lo scultore ci ha telefonato per portare fuori gli scarti del suo lavoro, fa davvero diverse cose con questo materiale, riciclandolo (un giorno di questi vi faro’ vedere uno dei mille modi in cui utilizzo la plastica, se ve lo siete perso guardate ad esempio qui sotto)

ORECCHINI CHE PASSIONE, PLASTICA RICICLATA CARTA, CARTONE, STOFFA

se volete potete approfittare dell’uscita dicendo che sempre il signor Alfredo vuole che portiate a casa anche delle foglie autunnali (ne bastano 3 o 4) che potete mettere all’interno di un libro a seccare bene, per poi fare un lavoro insieme (poi domani vi faro’ vedere un esempio di cosa ci possiamo fare velocissimamente 🙂

INCOLLATE UNA STELLA A FINE COMPITO

E——SPERO ABBIATE FATTO TUTTE LE PULZIE 😀

BACI

sssssssssssssssssss.jpg

Ciao a tutti, rimaniamo in tema halloween con una canzone e un lavoretto davvero simpatici da fare!!! Permetteranno di imprimere meglio i numeri in inglese fino al 5 o di impararli per chi ancora non li sapesse ma soprattutto insegna i nomi di diverse emozioni, inoltre dopo aver contato bisognerà anche disegnare nelle zucche!!!!

Per prima cosa dovrete guardare il video qui sotto e poi stampare la pagina dove troverete delle zucche a cui dovrete disegnare il viso, proprio con le diverse emozioni! Per facilitare il lavoro qui sotto ho riassunto le emozioni con  il numero di zucche e anche tradotte:

 

One little pumpkin smiling smiling.
One little pumpkin is happy.

Two little pumpkins pouting pouting.
Two little pumpkins are grumpy.

Three little pumpkins yawning yawning.
Three little pumpkins are sleepy.

Four little pumpkins crying crying.
Four little pumpkins are sad.

Five little pumpkins laughing laughing.
Five little pumpkins are playing.

quindi dovranno disegnare:

1 piccola zucca felice e sorridente

2 piccole zucche imbronciate

3 piccole zucche assonnate che sbadigliano

4 piccole zucche tristi che piangono

5 piccole zucche che ridono, stanno giocando

 

vedete voi se fare disegnare direttamente nella scheda oppure rendere il lavoro piu’ difficile facendo trascrivere nel quaderno ogni frase e ritagliando e incollando le zucche giuste!

SPERO VI SIA PIACIUTO, QUI SOTTO POTETE SCARICARE LA PAGINA

zucche-emozionate

20160820_234826Ciao a tutti, la conoscete la canzone inglese di Humpty Dumpty? A noi piace e oltre tutto come avrete visto “l’uovo” lo trovate anche nel cartone animato del gatto con gli stivali (qui la trama del fim) e cosi’ sicuramente non potete non ricordarlo!!!!! Per il gatto con gli stivali se volete vi lascio al gioco che ho fatto tempo fa IL GATTO CON GLI STIVALI gioco ACCHIAPPA LA PERNICE

Vi faccio vedere noi come abbiamo costruito Humpty Dumpty e il gioco da fare mentre cantate la canzone (sicuramente la parte preferita da ogni bambino) che poi puo’ anche insegnare ” la durezza” del guscio e da qui il piccolo esperimento

Questo insegnera’ la differenza tra uovo pieno (se cade si rompe) mentre da vuoto il guscio e’ molto piu’ duro e fa fatica a rompersi, infatti dovrete lanciarlo piu’ volte (durata di tutta la canzone) e potete farlo anche mettendo piu’ o meno forza per vedere la differenza 

PREPARAZIONE:

X PRIMA COSA DOVETE FARE UNA FRITTATA O UNA TORTA MA CI SERVONO DELLE UOVA VUOTE QUINDI quando la farete fate un buco sopra, non serve sia piccolissimo come per altri lavori piu’ precisi, lo potete rompere tranquillamente ma non a meta’, da foto

20160820_234901.jpg

quindi materiali:

-UOVA GUSCI (ALMENO 1 A BIMBO) lavando anche l’interno sotto acqua corrente

-TAPPI BOTTIGLIE PLASTICA

– CERCHI IN CARTONE DI RECUPERO

-PENNARELLI INDELEBILI

-COLLA A CALDO O VINILICA

COSTRUZIONE:

Per prima cosa prepariamo un cappello per Humpy Dumpty, prendiamo il cerchio di cartone e incolliamo sopra di esso il tappo della bottiglia di plastica e poi tutto nell’uovo con la vinilica o con la colla a caldo, NON dalla parte del buco ma dall’altra infatti il buco che avete fatto per far uscire l’uovo servira’ per appoggiare l’uovo nel davanzale e farlo stare in piedi da solo

Ora disegnamo il viso di Humpty Dumpty . Una volta finito…mettiamo le canzoni e mentre le cantiamo….beh appoggiamo Humpty su un davanzale o un mobile e NATURALMENTE  facciamolo CADERE!!!!!!!!!!!!!! COME NELLA CANZONE!!!!

versione da 10 uova (per i numeri da 1 a 10)

 

 

 

altra canzone

 

Untitled-1Ciao a tutti, come è stato il rientro dalle vacanze? Vi siete divertiti? Oggi per restare in tema mare e… immaginazione sono nati CHECO e Checa 2 TRICHECHI che ne hanno tanta, la filastrocca la ho inventata io, spero possa piacervi ( la potete scaricare nel pdf qui sotto ) e poi vi faccio vedere come potete costruirne 2 con oggetti …di riciclo naturalmente!

CHECO E CHECA AL MARE

Son Checo tricheco e sono grosso, abito al mare e sono un po’ goffo,
Il mio bel grasso mi protegge dal freddo che qui da me si sente spesso!
In mezzo al ghiaccio però mi rilasso e nel mare infinito a nuotare son un asso!

Ma oggi con Checa e l’immaginazione mi son trovato a crogiolarmi al sole, la spiaggia morbida, il mare calmo, giocar con i secchielli è proprio uno spasso, dimmi anche tu ci hai mai provato a star sotto il sole spaparanzato?
Ora inziamo, ci vuoi costruire? Un po’ di cartone e di fantasia arriviam anche noi a giocar con chi vuoi!

MATERIALI PER COSTRUIRLI

2 FORCHETTE DI PLASTICA

CARTA, MATITA e forbici

PICCOLI coperchi o contenitori in plastica (io ho usato questi delle merendine che sono gia’ marroni 😁 sono dei Pan di stelle tondi Qui il loro sito)

Procedimento:

Disegna su carta il naso, baffi,  bocca e occhi dei trichechi (per Checa anche un fiocco) e con la colla attaccateli al coperchio/contenitore.

Fate 2 fori al bordo del coperchio e infilate la forchetta dopo avere lasciato solo i 2 denti alle estremità e avere tolto gli altri (saranno appunto le zanne dei trichechi) e ora….

GIOCATE ALLA SPIAGGIA!!!!!!!!!!

PDF QUI SOTTO

16a150628ccf4697989678ac2f288c6f

 

serpente.jpgCiao a tutti!!!!!! Oggi voglio farvi vedere un altro gioco, come vi ho detto tempo fa quando faccio qualche lavoretto mi piace che ci sia dietro una storia, canzone, filastrocca o altro perché invoglia i Bambini a costruirla e in più non rimane nel dimenticatoio come molti lavoretti che vanno a finire in un angolino e nessuno li usa più!

Oggi è il turno del SERPENTE che potete trovare in 2 belle canzoni:

Il testo della prima è questo: LA DANZA DEL SERPENTE

Questa è la storia del serpente
che vien giù dal monte
per ritrovare la sua coda
che ha perduto un dì.

Ma dimmi un po’ sei proprio tu
quel pezzettin del mio codin?Sì!

Questa è la danza del serpente
che vien giù dal monte
per ritrovare la sua coda
che ha perduto un dì.

Ma dimmi un po’ sei proprio tu
quel pezzettin del mio codin?Sì!

Il testo della seconda è questo: IL SERPENTE IRRIVERENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE
STRISCIA PIANO TRA LA GENTE
ATTENZIONE A CHI LO SENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

IL SERPENTE IRRIVERENTE
SI NASCONDE TRA LA GENTE
SE TI PRENDE NON SI PENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

ALLORA BAMBINI TUTTI IN CERCHIO
BATTIAMO LE MANI
IL FLAUTO, ARRIVA

IL SERPENTE IRRIVERENTE
SI CONFONDE TRA LA GENTE
E SI MUOVE LENTAMENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

IL SERPENTE IRRIVERENTE
E’ DAVVERO DIVERTENTE
ATTENZIONE A CHI LO PRENDE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

Il nostro serpente lo abbiamo costruito nel più classico dei modi, infatti avrete bisogno di

Carta (va benissimo anche di riciclo o avanzi) oppure rotoli di carta scottex vuoti

Graffettatrice (o colla o nastro adesivo)

Pennarelli vari

Righello

Costruzione:

“Scarabocchiare” il foglio usando diversi colori insieme tenuti in una mano e creando delle onde (puntini o ciò che la fantasia vi suggerisce)

Dividere il foglio in strisce di circa 2 3 cm prendete la prima e  arrotolatela su se stessa chiedendola con la graffettatrice in modo da creare un cerchio dove far passare le altre strisce sempre arrotolandole e chiudendole (in questo modo potete fare anche dei lunghi festoni) se usate il rotolo di scottex tagliate il rotolo sempre a 2 cm ma piu’ fino di quello con la carta sempre in modo da formare dei cerchi e apriteli per farli passare uno dentro l altro richiudendoli con la graffettatrice

Fare la stessa cosa per il viso e la coda del serpente appiattendo però la parte dietro, aggiungete il muso e a questo punto….

MENTRE CANTATE LE CANZONI FATE TROVARE LA CODA DEL SERPENTE AL BAMBINO CHE DOVRA’ RIUSCIRE A CAPIRE GLI ORDINI MENTRE CANTA LA CANZONE!!!!

POTETE USARE IL CLASSICO MODO DI ACQUA, FUOCHINO OPPURE USANDO LE DIREZIONI, DESTRA, DESTRA, SINISTRA ECC., UNA VOLTA TROVATA LA CODA METTETELA AL POVERO SERPENTE!!!!! E ..CONTINUATE A CANTARE E PORTARLO A SPASSO (PIU LO FATE LUNGO E PIU’ È DIVERTETE)

QUI sotto il video la danza del serpente

 

Qui invece l altra canzone il serpente irriverente, per calarvi nelle atmosfere di incantatori e deserto

Ciao a tutti!!!! La conoscete la canzoncina di WHISKI il RAGNETTO?

Io ne conosco da sempre 2 versioni e infatti ho visto dal sito di whisky, che potete trovare  QUI che ne esistono davvero due come ricordavo perche una è piu breve per i piccoli e una piu’ lunga per i bimbi più grandi, noi abbiamo costruito il gioco con la grondaia quindi la prima canzoncina che fa cosi:

 

Whisky il ragnetto sale la grondaia
Sale la grondaia sale, sale su, su, su
Cade la pioggia bagna la grondaia
Whisky il ragnetto svelto scende giù, giu’, giu’
Torna il sole asciuga la grondaia
Whisky il ragnetto presto torna su, su, su
E non si vede più!

La secondaversione è quella della montagna e fa cosi:

Whisky ragnetto sale la montagna
la pioggia lo bagna
e Whisky cade giù, giù, giù!
Ma ecco esce il sole
e Whisky si è asciugato
risale la montagna e va sempre più sù, sù, sù!
Sulla montagna c’è una casetta
con una streghetta
che se lo vuol mangiar, gnam, gnam!
Ma Whisky è molto furbo
riscende la montagna
e va dalla sua mamma
e non la lascia più, più, più!

Tutte e 2 sono molto simpatiche e noi abbiamo costruito whisky e la grondaia, da una parte asciutta con il sole dove WHisky sale e la parte dietro (bastera’ appunto girare la grondaia) con le gocce di pioggia dove WHisky cade 😀

Materiali necessari:

Rotolo  vuoto di scottex

Cartone di recupero

Tempere

Forbici, pennarelli e colla

Per prima cosa disegnate whisky su foglio, coloratelo e incollate nel cartone di recupero, a questo punto piegate le zampone per farlo stare su (come vedete da foto)

Ora preparate la grondaia prendendo un rotolo vuoto di scottex, colorate la grondaia con le tempere grigie  (o mescolando bianco e nero come abbiamo fatto noi)  e preparate un sole da mettere sopra la grondaia con un taglietto (in modo da poterlo facilmente aggiungere e togliere)

20160805_164827

A questo punto girate la grondaia e aggiungete delle gocce di pioggia (noi le abbiamo disegnate e colorate con i pennarelli e penne blu)

A questo punto aggiungete un filo di lana o una cordicina per spingere su e giù whisky e… cantate!!!!! Se volete vedere il video ecco qua sotto, a presto con il prossimo gioco 😂

Qui sotto il video di whisky e la grondaia, nel sito trovate anche l altra oltre alla bellissima versione inglese (anche quella conosciutissima)