CIAO A TUTTI, ALTRO PROGETTINO DI RICICLO che veramente fa la sua figura sia come semplice decorazione ma soprattutto come porta biglietto di Auguri per feste varie.

pupazzi messaggio.jpg

TUTTO cio’ che vi servira’

-CARTONE SCOTTEX VUOTO

-CARTONE DI RECUPERO

-STECCO DECORAZIONI GELATO (se non ne avete vanno benissimo gli stecchi per spiedini)

-BIGLIETTO DI AUGURI

-BUCATRICE

-FORBICI E COLLA VINILICA

preparazione:

tagliate il rotolo di scottex in 3 parti, la prima deve essere piu’ lunga, la seconda poco meno e la terza (testa) ancora meno. Fate ora una quarta parte anch piu’ piccola della testa che ci servira’ per il cilindro.

Incollate con la colla vinilica le 3 parti per formare il pupazzo, se volete potete tenerle unite con delle mollette fino a che non sia secca la colla, ma vedrete che stara’ pochissimo ad asciugare e nel frattempo potete preparare il cilindro.

Per il cappello disegnate su cartone di recuperto un cerchio, tagliate e colorate di nero quest’ultimo e la parte di rotolo che avete tenuto da parte, io ne ho fatti sia a tempera che a pennarello, vengono comunque molto bene.

Ora la parte divertente, disegnate viso e bottoni, decorate con stickers o quel che volete e infine fate dei fori con la bucatrice su ogni rotolo, stando attenti che siano allineati e anche al biglietto di auguri, arrotolato (fatelo nel fondo ovviamente cosi’ che i fori  non rovinino le scritte e che anzi siano decorativi)

ora per usarlo nei pacchetti fate passare il nastro nel rotolo sotto, cosi riuscirete a legarlo al pacchetto! Se non riuscite a farlo stare in piedi perche’ non avete tirato abbastanza il nastro potete aggiungere 2 pezzetti di nastro adesivo.

NATURALMENTE POTETE USARLI ANCHE COME SEGNAPOSTO PER LE FESTE, CAPODANNO SONO PERFETTI, LE SCOPETTE FANNO FESTA E IL NOME LO POTETE SCRIVERE NELLA PANCIA DEL PUPAZZO, MENTRE POTRETE INSERIRE (FACOLTATIVO) UN BIGLIETTO CON UN PENSIERINO PER OGNI INVITATO

COME LI USIATE NON IMPORTA

Farete un figurone!!!!!!!!!!!!!!!!!

halloween.jpgCiao a tutti!!!!!
Come vedrete presto mi piace molto sia cucinare che fare serate a tema e meglio di Halloween x sbizzarrirsi con menu’ e mostri diversi non ce n’e’! Ho un attimo pensato prima di pubblicare il post visto i momenti che stan passando le Marche e Umbria ma ho comunque condiviso l’idea cosi’ che almeno per i bambini rimanga sempre festa cosi’ come deve essere.
Negli anni ho fatto diversissimi menu’ anche se putroppo non sempre ho fatto foto dei piatti, oggi pero’ voglio comunque farvi vedere qualcosina, poi magari vedro’ di rimettere altro piu’ avanti!
ANTIPASTI:
PER gli antipasti c’e’ veramente da sbizzarrirsi, io solitamente quello che faccio proprio sempre sono le dita mozzate in pasta sfoglia, piu’ altre figure, di solito con wustel, prosciutto e formaggio o mozzarella e crudo, li ho sempre tagliati a mano perche’ non avevo le formine che pero’ quest’anno prendero’! Tartine anno scorso le avevo fatte a mummia
un esempio di dita mozzate ai wustel che ho fatto lo potete trovare qui sotto:
20141031_190455
PRIMI
Per i primi a parte una volta in cui ho fatto delle lasagne creando poi il viso in ogni piatto scelgo sempre qualcosa di veloce, primo perche’ mi piace fare diversi antipasti e secondo perche’ poi davvero DIVENTA TROPPO e avanza tutto, un esempio di piatto semplice e’ questo, lo ho fatto con il riso condito con pesto per fare il verde alla faccia di frankestein e poi olive e albume per le cicatrici e occhi a uova, bocca crudo e denti sempre albume
mostrrrrrrr

SECONDI E CONTORNI

PER secondo un esempio possono essere queste polpette mostruose, oppure una volta cotte mettendo sopra una sottiletta potete farle a fantasma come vedete dalle foto, oppure wurstel-polipo mostruosi, per contorno una semplice insalata mostruosa??????

1486614_10205001404504370_4774024593591779081_nreree

Chiaramente fatevi aiutare dai piccoli cuochi a fare tutto, si divertiranno 😀

Per i dolci lo stesso ne ho fatte di diverse, una volta ho fatto una torta con una cialda dei mosters e c., oppure biscotti, cup cake, anno scorso anche dei mostriciattoli fatti con i cereali, gli occhi per i dolci me li sono inventati con la pasta di zucchero visto qui in Italia (almeno non ovunque) non siamo ancora avanti sulle decorazioni come i nostri amici Americani  (domani vi darò la ricetta) e qui sotto trovate qualche esempio!!!

Spero vi siano piaciuti i miei consigli, come avete visto ho cercato di farvi vedere cose semplici così da non dover scrivere ricette su ogni cosa, ma piu’ che altro idee da poter fare in poco tempo, io molto lascio anche alle decorazioni, quest’anno avrei voluto far un sacco di post a tema decoro e gioco ma ho avuto poco tempo ultimamente, cercherò di mettere comunque qualcos’altro!!!!!

A presto baci

crash-gioco
Ciao a tutti!!! Oggi voglio farvi vedere un gioco che può essere fatto sia all’aperto magari con i gessetti colorati che sia (come nel nostro caso) all ‘interno visto l’arrivo dell’autunno!

Per questo gioco ci siamo ispirati al videogioco di crash BANDICOOT intitolato l’ira di CORTEX, per chi ci ha giocato sa che “il mostro finale” dove c è appunto Cortex insieme a Crunch prevede il “difendersi” da degli attacchi iniziali di palle  fuoco, ghiaccio ancora fuoco questa volta sotto le zampe a poi elettrici, una volta evitati si può colpire Cortex..

Come sapete a me piace prendere spunto da una storia, libro, filastrocca o anche perché no videogioco e creare uno dei protagonisti o un vero e proprio gioco come in questo caso, che è molto bello anche per chi non conosce affatto i personaggi.

Materiali:

CARTONCINO COLORATO (giallo, rosso, blu, nero)

Stampabili gratuiti li trovate qui sotto:

 

crash-bandicoot-gioco

PREPARAZIONE:

ATTACCATE con la colla dopo averle tagliate le immagini di crash nei fogli di cartoncino a piacere e poi con il nastro carta attaccate bene i fogli al pavimento in modo di non fare scivolare i bimbi

SVOLGIMENTO:ci sono 3 modi per giocare

l GIOCO

Voi siete Cortex e dovete sferrare i vari attacchi fuoco, ghiaccio ecc chiamando 2 colori dove il bimbo Crash bandicoot NON  può stare e deve saltare negli altri 2 disponibili per potere fare punto  (Se salta in quello sbagliato il punto a Cortex e quindi a voi) si arriva a 10 punti., come avete capito è un gioco basato molto sulla concentrazione infatti viene automatico saltare su un colore che chiamate mentre devono fare il contrario!!!!!

2 GIOCO

voi al contrario chiamate i colori dove DEVONO saltare e per farlo non dovranno mai uscire dalle righe quindi il salto dal 1 foglio all ultimo è abbAstanza impegnativo, anche qui punto a loro quando riescono a voi quando non riescono

3 GIOCO

che questa volta vuole parlare di memoria oltre alla concentrazione voi date una sequenza la potete ripetere UNA SOLA VOLTA e loro devono fare i salti nei fogli esatti, in questo caso mi sono preparata prima dei foglietti con i colori da chiamare per non fare confusione, anche qui punto a loro se riescono a voi se sbagliano.

Spero vi siano piaciuti, a presto con un altro gioco

 

 

pignat

Ciao a tutti, oggi vi voglio parlare di una cosa che amo fare e cioè la cartapesta, è un ottimo lavoro di riciclo e permette di creare tutto ciò che la fantasia vi suggerisce, inoltre è molto resistente!!!! Io la uso da tantissimo e non mi ha mai deluso, inoltre vi daro’ qualche trucchetto in modo che sia perfetta

Ci sono diversi modi di fare oggetti in cartapesta, questa volta vi farò vedere il sistema che uso in assoluto molto di più,  perché è anche il più veloce!!!! In questo caso vi faro’ vedere come faccio le pignatte DI FORMA tonda-ovale per i complanni, semplicissimo, oltre tutto divertente anche per i bimbi!!! Tutto ciò che vi servirà è

LA COLLA FARINA la mia ricetta qua: LA COLLA FARINA E IL GIOCO DEL PIASTRELLISTA

CARTA DI GIORNALE, VOLANTINI PUBBLICITARI, (IO USO ANCHE RIVISTE CHE SONO PIU’ SPESSE, UNICA COSA PRENDONO MENO COLLA E BISOGNA USARNE DI PIU’ MA VANNO BENE LO STESSO) CARTA SACCHETTI DEL PANE, VECCHIE BOLLETTE, AVANZI DI DISEGNI ECC

1 PALLONCINO

PENNELLI

FILO PER APPENDERLA: SPAGO, LANA SPESSA, BUSTE DI PLASTICA, QUEL CHE PREFERITE

PROCEDIMENTO:

E’ tutto super semplice, dovrete solamente tagliare la carta a strisce oppure strapparla, gonfiare un palloncino e metterlo appoggiato su un contenitore di plastica o un secchiello in modo che la parte dove e’ legato stia sotto e sopra avete le mani libere per lavorare

20160810_231814

Iniziate a intingere la carta nella colla e metterla nel palloncino, dappertutto, fare piu’ strati e girarlo anche sotto sopra (in modo di coprire anche la parte dove e’ legato ma non del tutto, dovra’ infatti rimanere dello spazio per riempirlo di caramelle) pesando di piu’ il palloncino rimarra’ ancora meglio fermo sopra il contenitore! Aiutatevi con i pennelli per dare colla anche sopra la carta! quando e’ bello pieno e avrete fatto diversi strati lasciatelo asciugare, ci vorra’ almeno 1 giorno!!!! se volete che l’ultimo strato sia bianco visto magari lo dovete dipingere di colore chiaro potete usare pezzi di fogli bianchi di avanzo dei disegni ma soprattutto la carta per il pane bianca e’ perfetta!!! Buste delle bollette…Se proprio non ne avete usate carta igenica o scottex

A questo punto quando avete deciso lo spessore e avrete lasciato asciugare 1 giornata (il palloncino deve essere duro al tatto) tagliate il nodo che tiene gonfio il palloncino con i bimbi, sembrera’ una magia sentirete infatti il rumore del palloncino che si sgonfia e stacca dalle pareti della vostra pignatta!!!!

Ora vi spiego il trucchetto che uso sempre per misurare la resistenza della cartapesta e cioe’ una volta asciutto e tolto il palloncino dovete guardare all’interno del  contenitore, io ora vado sempre a occhio, vi accorgerete subito se avete fatto pochi strati la carta e’ piu’ leggera e si vede la luce all’interno, se poi la sentite anche a mano  procedete con almeno un altro strato o due)  ma se fuori e’ bello duro con dentro pochi punti luce e’ la durezza perfetta per i bambini (ci vogliono non troppi colpi per romperla e cosi’ ne potranno dare almeno 1-2 per uno) se e’ anche per adulti procedete con altri strati.

Ora e’ il momento di dipingere, vanno benissimo le tempere, se dovete mettere dei dettagli come coda e altro dovrete fare in cartone i pezzi e attaccarli prima aiutandovi con scotch carta e poi x fissarli bene sempre nel solito modo con molta carta e colla farina  e poi ovviamente lasciare asciugare e colorare anche quella!!!!

PER appenderla io ho usato davvero di tutto, solitamente preferisco spago tipo quello da cucina oppure filo di lana spesso facendo piu’ giri ma ho utilizzato anche buste di nylon della spesa semplicemente tagliando e arrotolando strisce per farla piu resistente! Dovrete fare 2 buchi ai lati della vostra pignatta, fare passare il filo e per essere piu’ sicuri che regga bene io do un altra passata sopra per chiuderlo ancora con un paio di strati di carta e colla! se avete finito la colla farina potete usare tranquillamente un po’ di vinilica!!!!!!

UNA VOLTA PRONTA RIEMPIRE DI CARAMELLE, CIOCCOLATINI, PICCOLI REGALINI, SE VOLETE ANCHE CORIANDOLI, PALLONCINI

QUESTO SOPRA E’ UN ESEMPIO DEL RISULTATO, NON HO FATTO LE FOTO DI TUTTE LE PIGNATTE FATTE, queste erano da finire, la senconda era ispirata a daniel tiger, mentre per la prima era da mettere il filo per appendere e le orecchie al cane 🙂

PROSSIMAMENTE VI FARO’ VEDERE ALTRI MODI PER REALIZZARLE, piu’ quelle A più pezzi pe farvi vedere bene come attaccarli A PRESTO

 

marelandCiao a tutti!!!! Con questo grande caldo cosa c’è di meglio che una storia sugli amici marini, un gioco e per finale un bel ghiacciolo in compagnia? Ecco quindi che iniziamo subito!!! Questo gioco puo’ essere usato per i pomeriggi con gli amichetti ma anche con 1 solo giocatore (come vedremo anche per la scuola), perfetto per i compleanni a tema mare, i bimbi si divertono molto :)!!!

La prima cosa da fare è leggere la storia ai bambini:

Oggi a Mareland la ridente cittadina che si trova in fondo al mar Adriatico JUMPI il pesce rosso e’ proprio annoiato, sta nuotando da tempo e i suoi amici sono in ritardo! Quanto gli piacerebbe un’avventura come quelle che sente sempre raccontare dalla sua mamma Casimira!!!!

Ma… un momento, gli sembra di scorgere una  strana grotta nascosta proprio dietro la casa di ROBIN la tartaruga, ma che cos’è questa strana grotta? Da dove è uscita? Jumpi non la aveva mai vista!!

Si avvicina curioso facendo un balzo e per poco non inciampa su uno strano sasso rosso!

Aiuto, che paura che non sia una grotta magica???

Lo “strano sasso” si alza, inforca i suoi occhialoni ed esclama:

“Jumpi, amico mio, dove vai così di corsa?”

TUTTA QUESTA PAURA PER NIENTE! È solamente ARTU’ il granchio!

Jumpi allora chiede ad Artu’ della grotta, ma non ne sa nulla nemmeno lui, quindi decidono di avvicinarsi piano piano e nel frattempo scorgono altri 2 curiosi che nuotano nella loro direzione, sono gli amici che aspettava, POLPI il polpo e ROBIN (la tartaruga).

Gli amici credono che una grotta così dovrà sicuramente contenere un tesoro e spostando un po’ di alghe e di sabbia leggono sulla grotta:

SE LA PORTA VUOI APRIRE LA COMBINAZIONE DEVI INSERIRE

Quale è la combinazione giusta? E soprattutto che cosa contiene la strana grotta?

Jumpi e Artù vanno a chiedere alla mamma CASIMIRA,  (una pesciolona sempre in lotta con la bilancia) che però sussurra solo una frase

“se il tesoro vorrai scoprire i tuoi amici  dovrai osservare!!” 

BENE A QUESTO PUNTO DOVRETE SCARICARE, stampare e ritagliare i pesci qui sotto e potete iniziare a giocare!!!!!

mareland

Per il gioco ne ho pensate 2 versioni una più attiva e golosa e un altra invece perfetta anche per la scuola come lavoretto estivo

La golosa:

Una volta ritagliati dovrete nascondere i pesci per tutto il giardino (casa o terrazzo) e quando sono stati trovati chiedere a chi somigliano secondo loro, se avranno ascoltato bene la storia riconosceranno Artu’, Jumpi, Casimira, Robin e Polpi

a questo punto con le lettere che trovano nei pesci dovranno comporre una parola, nel nostro caso la parola è  BUONO

Consiglio se avete bimbi piu’ piccoli di mettere un pezzo di carta sopra le lettere e numerare da 1 a 5 i pesci per facilitare il gioco

Per ultima cosa mentre i bimbi discutono sulla parola da comporre andate in cucina a prendere dei golosi ghiaccioli (se volete sapere come li facciamo noi ve li farò vedere nei prossimi post) ma va benissimo qualsiasi altra golosa merenda e  chiuderli in una scatola sulla quale avrete fatto un taglio e avrete messo la parola grotta  (da foto)  fate inserire ai bambini le lettere trovate in ordine in modo che formino una parola ( appunto per BUONO, quindi prima la B, poi la U ecc. nel caso di numeri 1, 2, 3, 4, 5)

La scolastica

Dopo avere letto la storia ai bambini per vedere se sono stati attenti date i pesci da ritagliare dicendo loro di provare a ricordare i nomi o l’ordine in cui li hanno incontrati e poi formare la parola segreta incollando in un foglio le lettere in ordine (B U O N O)

VI siete divertiti????? Al prossimo gioco

jjg.jpg

 

CIAO A TUTTI, questo gioco e’ dall’inizio della primavera che lo voglio pubblcare ma poi ho sempre messo altro e ora mi trovo senza foto perché qui piove molto spesso, non so da voi!Quindi ormai lo metto lo stesso e ve lo spiego, poi nei prossimi giorni quando riesco a fare qualche foto aggiorno l’immagine!

Il gioco lo ho pensato a squadre (poi ovviamente se sono meno bimbi ognuno gareggera’ singolarmente)

per la preparazione avrete bisogno di:

-VASETTI DI PLASTICA VUOTI DI PICCOLE PIANTINE (in questo periodo e’ facile averli se avete preso piantine da giardino o balcone)

-stampabile gratuito qui sotto

gioco!!!!!!!!!!

-colla (oppure scotch E forbici)

PREPARARE I VASI sempliemente attaccando davanti le immagini del prato con la scritta squadra, tagliare le immagini con i fiori e mettetele a faccia in giu su un tavolo

SVOLGIMENTO:

Ogni giocatore o ogni squadra pesca un biglietto e va a raccogliere il più velocemente possibile il numero di fiori raffigurati (ovviamente ho messo fiorellini di campo come margheritine, fiori di tarassaco e trifoglio viola, foglie di tarassaco, poi nel caso potete sostituire dei fiori con altri o facilitare i piu’ piccoli utilizzando un solo tipo di fiore)

Quando hanno finito un biglietto devono andare a prenderne un altro e

devono continuare fino a che non sono finiti tutti i biglietti (dei biglietti sono fatti apposta con piu’ fiori e altri con meno) e alla fine ci sara’ una squadra che ha vinto e infatti

se volete ho fatto anche la coppa per il vincitore da stampare qui sotto

coppa

 

BAFFI FINITICiao a tutti, questo e’ un gioco che avevamo fatto diverso tempo fa, la prima volta avevo visto un immagine non ricordo se su facebook o da qualche altra parte di un bambino che mangiava il lecca lecca con i finti baffi e l’idea ci era piaciuta cosi’ abbiamo creato i nostri in diverse occasioni (ultimamente anche con barba :D) L’idea e’ carina sempre ma in particolar modo potrebbe essere un’idea per un complanno, lasciando a ognuno i propri baffi da colorare come meglio crede!!! Per questo motivo ho fatto nella stesssa pagina le 2 versioni, una in bianco e nero (per i bimbi) e una con i baffi neri (per gli adulti)

Per costruire i baffi dovete semplicemente stamparli e poi vedete voi se lasciarli cosi’ oppure attaccarli a del cartone robusto (idea anche stampare direttamente su cartoncino) per renderli piu’ robusti.

Per gli adulti bastera’ attaccare il retro su uno stecco da spiedini mentre per i bimbi fare un buco al centro e far passare il lecca-lecca che quando e’ in bocca sembrera’ che abbiano dei veri baffi 😀 (ovviamente bello anche per gli adulti che mangino lecca lecca)

Il gioco divertente lo abbiamo pensato con un’amica e cioe’ coinvolgere ognuno di voi (adulti o bambini indistintamente) a crearegiocando i tuoi baffi e poi caricare la foto o in una cartella che mettero’ nel gruppo facebook oppure potrete farlo nella vostra bacheca, citando il gruppo e dicendo che parteciperte al gioco, caricando una vostra foto (o quella dei bambini con lecca lecca) nella vostra immagine di profilo 😉 ) i baffi li potete scaricare qui nel blog

baffi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!