vacanze FATTO.jpgCiao a tutti, oggi voglio farvi vedere un lavoretto molto simpatico per ricordare le vacanze appena trascorse, tutto cio’ che vi servira’:

STAMPABILE GRATUITO CHE TROVATE SOTTO

FOGLIO A4

COLORI

Dopo avere stampato il foglio i bambini potranno scrivere nei quadretti cosa hanno fatto in modo molto semplice (come da esempio) poi dovranno disegnarlo e infine tagliare ogni riquadro (compresi i pezzi del puzzle) e incollare nell’altro foglio a4 bianco

Per i bimbi grandi ho lasciato bianco il riquadro della descrizione in modo che possano scrivere di piu’!!!!!

vacanze puzzle quadretti

vacanze-puzzle-a-quadretti

vacanze puzzle per bimbi grandi

vacanze-per-grandini

spero vi sia piaciuto, a presto

 

 

 

 

pignat

Ciao a tutti, oggi vi voglio parlare di una cosa che amo fare e cioè la cartapesta, è un ottimo lavoro di riciclo e permette di creare tutto ciò che la fantasia vi suggerisce, inoltre è molto resistente!!!! Io la uso da tantissimo e non mi ha mai deluso, inoltre vi daro’ qualche trucchetto in modo che sia perfetta

Ci sono diversi modi di fare oggetti in cartapesta, questa volta vi farò vedere il sistema che uso in assoluto molto di più,  perché è anche il più veloce!!!! In questo caso vi faro’ vedere come faccio le pignatte DI FORMA tonda-ovale per i complanni, semplicissimo, oltre tutto divertente anche per i bimbi!!! Tutto ciò che vi servirà è

LA COLLA FARINA la mia ricetta qua: LA COLLA FARINA E IL GIOCO DEL PIASTRELLISTA

CARTA DI GIORNALE, VOLANTINI PUBBLICITARI, (IO USO ANCHE RIVISTE CHE SONO PIU’ SPESSE, UNICA COSA PRENDONO MENO COLLA E BISOGNA USARNE DI PIU’ MA VANNO BENE LO STESSO) CARTA SACCHETTI DEL PANE, VECCHIE BOLLETTE, AVANZI DI DISEGNI ECC

1 PALLONCINO

PENNELLI

FILO PER APPENDERLA: SPAGO, LANA SPESSA, BUSTE DI PLASTICA, QUEL CHE PREFERITE

PROCEDIMENTO:

E’ tutto super semplice, dovrete solamente tagliare la carta a strisce oppure strapparla, gonfiare un palloncino e metterlo appoggiato su un contenitore di plastica o un secchiello in modo che la parte dove e’ legato stia sotto e sopra avete le mani libere per lavorare

20160810_231814

Iniziate a intingere la carta nella colla e metterla nel palloncino, dappertutto, fare piu’ strati e girarlo anche sotto sopra (in modo di coprire anche la parte dove e’ legato ma non del tutto, dovra’ infatti rimanere dello spazio per riempirlo di caramelle) pesando di piu’ il palloncino rimarra’ ancora meglio fermo sopra il contenitore! Aiutatevi con i pennelli per dare colla anche sopra la carta! quando e’ bello pieno e avrete fatto diversi strati lasciatelo asciugare, ci vorra’ almeno 1 giorno!!!! se volete che l’ultimo strato sia bianco visto magari lo dovete dipingere di colore chiaro potete usare pezzi di fogli bianchi di avanzo dei disegni ma soprattutto la carta per il pane bianca e’ perfetta!!! Buste delle bollette…Se proprio non ne avete usate carta igenica o scottex

A questo punto quando avete deciso lo spessore e avrete lasciato asciugare 1 giornata (il palloncino deve essere duro al tatto) tagliate il nodo che tiene gonfio il palloncino con i bimbi, sembrera’ una magia sentirete infatti il rumore del palloncino che si sgonfia e stacca dalle pareti della vostra pignatta!!!!

Ora vi spiego il trucchetto che uso sempre per misurare la resistenza della cartapesta e cioe’ una volta asciutto e tolto il palloncino dovete guardare all’interno del  contenitore, io ora vado sempre a occhio, vi accorgerete subito se avete fatto pochi strati la carta e’ piu’ leggera e si vede la luce all’interno, se poi la sentite anche a mano  procedete con almeno un altro strato o due)  ma se fuori e’ bello duro con dentro pochi punti luce e’ la durezza perfetta per i bambini (ci vogliono non troppi colpi per romperla e cosi’ ne potranno dare almeno 1-2 per uno) se e’ anche per adulti procedete con altri strati.

Ora e’ il momento di dipingere, vanno benissimo le tempere, se dovete mettere dei dettagli come coda e altro dovrete fare in cartone i pezzi e attaccarli prima aiutandovi con scotch carta e poi x fissarli bene sempre nel solito modo con molta carta e colla farina  e poi ovviamente lasciare asciugare e colorare anche quella!!!!

PER appenderla io ho usato davvero di tutto, solitamente preferisco spago tipo quello da cucina oppure filo di lana spesso facendo piu’ giri ma ho utilizzato anche buste di nylon della spesa semplicemente tagliando e arrotolando strisce per farla piu resistente! Dovrete fare 2 buchi ai lati della vostra pignatta, fare passare il filo e per essere piu’ sicuri che regga bene io do un altra passata sopra per chiuderlo ancora con un paio di strati di carta e colla! se avete finito la colla farina potete usare tranquillamente un po’ di vinilica!!!!!!

UNA VOLTA PRONTA RIEMPIRE DI CARAMELLE, CIOCCOLATINI, PICCOLI REGALINI, SE VOLETE ANCHE CORIANDOLI, PALLONCINI

QUESTO SOPRA E’ UN ESEMPIO DEL RISULTATO, NON HO FATTO LE FOTO DI TUTTE LE PIGNATTE FATTE, queste erano da finire, la senconda era ispirata a daniel tiger, mentre per la prima era da mettere il filo per appendere e le orecchie al cane 🙂

PROSSIMAMENTE VI FARO’ VEDERE ALTRI MODI PER REALIZZARLE, piu’ quelle A più pezzi pe farvi vedere bene come attaccarli A PRESTO

 

ciao a tutti!!!!!!!!!!!

Lo conoscete Martin Gardner???? Io direi che davvero adoro il suo lavoro, come vi dicevo per Escher e Penrose tempo fa anche i giochi matematici di Gardner oltre a replicarli spesso mi piacciono moltissimo, sono istruttivi e permettono di imparare molto anche ai piu’ piccini…ma partiamo con ordine…

Martin Gardner nasce in Oklahoma, figlio di un geologo che lo introduce al mondo dell’illusionismo. Nel giro di poco tempo Gardner inizia a inventare  trucchi, propri e a sedici anni inizia a collaborare alla rivista di magia The Sphinx. Nel 1935 pubblica Match-ic, il suo primo libro, una raccolta di trucchi magici  fatti con i fiammiferi.Nel 1947 divenne uno degli editori del magazine Humpty Dumpty Nei successivi 30 anni  pubblicò articoli nella rubrica “Giochi matematici”

Oggi vi voglio parlare di un gioco che ho replicato e che si chiama TANGRAM, Gardner ne ha ampiamente parlato e forse ci avrete giocato in passato.

IL TANGRAM ha origini cinesi e il nome significa le sette pietre della saggezza

 

È costituito da sette tavolette (dette tan) inizialmente disposte a formare un quadrato.I sette tan sono due TRIANGOLI RETTANGOLI  GRANDI, UNO MEDIO, DUE PICCOLI,  UN QUADRATO ed un PARALLELOGRAMMA. Lo scopo del puzzle è quello di formare una figura utilizzando tutti i pezzi senza sovrapposizioni. Altre varianti del gioco prevedono la FORMAZIONE DI FIGURE CON I SOLI PEZZI DEL PUZZLE e credetemi se vi dico che sono tantissime!!!!!!!.

Bando alle ciancie, qui sotto potete scaricare la mia versione del tangram e vedere e salvare la pagina di alcune delle figure che potete ricavare, ma ne esistono veramente tantissime che potete provare a fare e scoprire da soli

UNA VOLTA SCARICATA LA PAGINA TROVERETE 2 TANGRAM VERSIONE PICCOLA E VERSIONE PIU’ GRANDE, POTETE TAGLIARE I PEZZI E INCOLLARLI A CARTONE DI RECUPERO OPPURE PLASTIFICARLI

tangram-da-stampare

IL GIOCO CONSISTE O SUL MESCOLARE I PEZZI E RIFARE IL PUZZLE FORMANDO UN GROSSO QUADRATO OPPURE FORMARE TANTISSIME FIGURE!!!!!!!

SPERO VI PIACCIA, A PRESTO!!!!!!!

 

le figure.jpg

20160820_234826Ciao a tutti, la conoscete la canzone inglese di Humpty Dumpty? A noi piace e oltre tutto come avrete visto “l’uovo” lo trovate anche nel cartone animato del gatto con gli stivali (qui la trama del fim) e cosi’ sicuramente non potete non ricordarlo!!!!! Per il gatto con gli stivali se volete vi lascio al gioco che ho fatto tempo fa IL GATTO CON GLI STIVALI gioco ACCHIAPPA LA PERNICE

Vi faccio vedere noi come abbiamo costruito Humpty Dumpty e il gioco da fare mentre cantate la canzone (sicuramente la parte preferita da ogni bambino) che poi puo’ anche insegnare ” la durezza” del guscio e da qui il piccolo esperimento

Questo insegnera’ la differenza tra uovo pieno (se cade si rompe) mentre da vuoto il guscio e’ molto piu’ duro e fa fatica a rompersi, infatti dovrete lanciarlo piu’ volte (durata di tutta la canzone) e potete farlo anche mettendo piu’ o meno forza per vedere la differenza 

PREPARAZIONE:

X PRIMA COSA DOVETE FARE UNA FRITTATA O UNA TORTA MA CI SERVONO DELLE UOVA VUOTE QUINDI quando la farete fate un buco sopra, non serve sia piccolissimo come per altri lavori piu’ precisi, lo potete rompere tranquillamente ma non a meta’, da foto

20160820_234901.jpg

quindi materiali:

-UOVA GUSCI (ALMENO 1 A BIMBO) lavando anche l’interno sotto acqua corrente

-TAPPI BOTTIGLIE PLASTICA

– CERCHI IN CARTONE DI RECUPERO

-PENNARELLI INDELEBILI

-COLLA A CALDO O VINILICA

COSTRUZIONE:

Per prima cosa prepariamo un cappello per Humpy Dumpty, prendiamo il cerchio di cartone e incolliamo sopra di esso il tappo della bottiglia di plastica e poi tutto nell’uovo con la vinilica o con la colla a caldo, NON dalla parte del buco ma dall’altra infatti il buco che avete fatto per far uscire l’uovo servira’ per appoggiare l’uovo nel davanzale e farlo stare in piedi da solo

Ora disegnamo il viso di Humpty Dumpty . Una volta finito…mettiamo le canzoni e mentre le cantiamo….beh appoggiamo Humpty su un davanzale o un mobile e NATURALMENTE  facciamolo CADERE!!!!!!!!!!!!!! COME NELLA CANZONE!!!!

versione da 10 uova (per i numeri da 1 a 10)

 

 

 

altra canzone

 

Untitled-1Ciao a tutti, come è stato il rientro dalle vacanze? Vi siete divertiti? Oggi per restare in tema mare e… immaginazione sono nati CHECO e Checa 2 TRICHECHI che ne hanno tanta, la filastrocca la ho inventata io, spero possa piacervi ( la potete scaricare nel pdf qui sotto ) e poi vi faccio vedere come potete costruirne 2 con oggetti …di riciclo naturalmente!

CHECO E CHECA AL MARE

Son Checo tricheco e sono grosso, abito al mare e sono un po’ goffo,
Il mio bel grasso mi protegge dal freddo che qui da me si sente spesso!
In mezzo al ghiaccio però mi rilasso e nel mare infinito a nuotare son un asso!

Ma oggi con Checa e l’immaginazione mi son trovato a crogiolarmi al sole, la spiaggia morbida, il mare calmo, giocar con i secchielli è proprio uno spasso, dimmi anche tu ci hai mai provato a star sotto il sole spaparanzato?
Ora inziamo, ci vuoi costruire? Un po’ di cartone e di fantasia arriviam anche noi a giocar con chi vuoi!

MATERIALI PER COSTRUIRLI

2 FORCHETTE DI PLASTICA

CARTA, MATITA e forbici

PICCOLI coperchi o contenitori in plastica (io ho usato questi delle merendine che sono gia’ marroni 😁 sono dei Pan di stelle tondi Qui il loro sito)

Procedimento:

Disegna su carta il naso, baffi,  bocca e occhi dei trichechi (per Checa anche un fiocco) e con la colla attaccateli al coperchio/contenitore.

Fate 2 fori al bordo del coperchio e infilate la forchetta dopo avere lasciato solo i 2 denti alle estremità e avere tolto gli altri (saranno appunto le zanne dei trichechi) e ora….

GIOCATE ALLA SPIAGGIA!!!!!!!!!!

PDF QUI SOTTO

16a150628ccf4697989678ac2f288c6f

 

serpente.jpgCiao a tutti!!!!!! Oggi voglio farvi vedere un altro gioco, come vi ho detto tempo fa quando faccio qualche lavoretto mi piace che ci sia dietro una storia, canzone, filastrocca o altro perché invoglia i Bambini a costruirla e in più non rimane nel dimenticatoio come molti lavoretti che vanno a finire in un angolino e nessuno li usa più!

Oggi è il turno del SERPENTE che potete trovare in 2 belle canzoni:

Il testo della prima è questo: LA DANZA DEL SERPENTE

Questa è la storia del serpente
che vien giù dal monte
per ritrovare la sua coda
che ha perduto un dì.

Ma dimmi un po’ sei proprio tu
quel pezzettin del mio codin?Sì!

Questa è la danza del serpente
che vien giù dal monte
per ritrovare la sua coda
che ha perduto un dì.

Ma dimmi un po’ sei proprio tu
quel pezzettin del mio codin?Sì!

Il testo della seconda è questo: IL SERPENTE IRRIVERENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE
STRISCIA PIANO TRA LA GENTE
ATTENZIONE A CHI LO SENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

IL SERPENTE IRRIVERENTE
SI NASCONDE TRA LA GENTE
SE TI PRENDE NON SI PENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

ALLORA BAMBINI TUTTI IN CERCHIO
BATTIAMO LE MANI
IL FLAUTO, ARRIVA

IL SERPENTE IRRIVERENTE
SI CONFONDE TRA LA GENTE
E SI MUOVE LENTAMENTE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

IL SERPENTE IRRIVERENTE
E’ DAVVERO DIVERTENTE
ATTENZIONE A CHI LO PRENDE
IL SERPENTE IRRIVERENTE

Il nostro serpente lo abbiamo costruito nel più classico dei modi, infatti avrete bisogno di

Carta (va benissimo anche di riciclo o avanzi) oppure rotoli di carta scottex vuoti

Graffettatrice (o colla o nastro adesivo)

Pennarelli vari

Righello

Costruzione:

“Scarabocchiare” il foglio usando diversi colori insieme tenuti in una mano e creando delle onde (puntini o ciò che la fantasia vi suggerisce)

Dividere il foglio in strisce di circa 2 3 cm prendete la prima e  arrotolatela su se stessa chiedendola con la graffettatrice in modo da creare un cerchio dove far passare le altre strisce sempre arrotolandole e chiudendole (in questo modo potete fare anche dei lunghi festoni) se usate il rotolo di scottex tagliate il rotolo sempre a 2 cm ma piu’ fino di quello con la carta sempre in modo da formare dei cerchi e apriteli per farli passare uno dentro l altro richiudendoli con la graffettatrice

Fare la stessa cosa per il viso e la coda del serpente appiattendo però la parte dietro, aggiungete il muso e a questo punto….

MENTRE CANTATE LE CANZONI FATE TROVARE LA CODA DEL SERPENTE AL BAMBINO CHE DOVRA’ RIUSCIRE A CAPIRE GLI ORDINI MENTRE CANTA LA CANZONE!!!!

POTETE USARE IL CLASSICO MODO DI ACQUA, FUOCHINO OPPURE USANDO LE DIREZIONI, DESTRA, DESTRA, SINISTRA ECC., UNA VOLTA TROVATA LA CODA METTETELA AL POVERO SERPENTE!!!!! E ..CONTINUATE A CANTARE E PORTARLO A SPASSO (PIU LO FATE LUNGO E PIU’ È DIVERTETE)

QUI sotto il video la danza del serpente

 

Qui invece l altra canzone il serpente irriverente, per calarvi nelle atmosfere di incantatori e deserto

Untitled 1Ciao a tutti, oggi vi voglio fare vedere un gioco da fare al mare, ovviamente se andate dove ci sono i sassi lo potete disegnare direttamente li, altrimenti lo potete portare dietro se andate dove c’è sabbia.

Tutto ciò che serve lo avrete già capito,

1 SASSO NE TROPPO GROSSO (per i piccoli poi può essere pesante) che ricordi un telefono o di una forma particolare che vi piace (come il nostro 😀)

COLORI PENNARELLI

disegnate direttamente sul sasso i tasti del vostro telefono e aggiungete il vostro numero nel display, questo può essere utile sia “come i braccialetti” che si vendono (al bambino piace parlare al telefono 😀😁😁) sia per un altro scopo ben importante e cioè INSEGNARE IL NUMERO DI TELEFONO, facendo finta di digitare più e più volte sicuramente rimarrà ben impresso!

telefono flinstones

Gioco da nulla che può insegnare molto, per gli altri giochi sui sassi vi mando direttamente agli altri articoli del blog, ad esempio

I BARBAPAPA’ costruzione e gioco

FILASTROCCA E LAVORETTO, LO STRANO PULCINO

I SASSI dei MESSAGGI 3D (festa della mamma) STONES 3 D SALT DOUGH

I SASSI RACCONTA STORIE

E molti molti altri in arrivo 😂 perfetti anche per la montagna, per chi invece ama il mare ma la sabbia, presto nuova gioco-storia 😊

20160626_145944Ciao a tutti, oggi vi faccio velocemente vedere come abbiamo costruito tempo fa il nostro orologio del tempo! Era un periodo che pioveva sempre ma avevano messo neve e cosi abbiamo fatto questo speciale orologio dove al posto delle ore c’è segnato cielo sereno con il SOLE, NEVE, PIOGGIA, TEMPORALE, NUVOLOSO, VENTO FORTE

tutto ciò che vi servirà è

CARTONE DI RECUPERO

PENNARELLI

1 FERMACAMPIONE

1 contenitore vuoto DEL GELATO O DI QUALCHE VASCHETTA IN PLASTICA

PREPARAZIONE

PREPARATE un grosso cerchio di cartone e Fate disegnare oppure solo colorare ai bambini i vari tempi atmosferici, bucate al centro del cerchio e tagliate dalla plastica del contenitore del gelato (MEGLIO IL COPERCHIO O IL FONDO) una freccia, fate un buco anche a questa è con il ferma campione mettetela al centro del vostro orologio e ora… beh tutti i giorni i bimbi potranno osservare il tempo alla finestra e girare la lancetta del loro orologio 😁 a presto!!!!!

 

CIAO A TUTTI!!!! oggi piu’ che un nuovo gioco da fare voglio farvi vedere come con poco possiamo riuscire a fare qualcosa di divertente e costruttivo!

Non so cosa ne pensiate voi del progresso, parlo in particolar modo sulla nuova tecnologia, infatti gia’ all’asilo esistono i corsi di pc, consolle sempre piu’ belle, videogiochi di ogni genere, online, app e via dicendo. Io sono sempre “nel mezzo” su queste cose, nel senso che amo la tecnologia, pc, giochi e via dicendo ma amo allo stesso modo i vecchi giochi sia da tavolo, sia all’aperto (come quelli che metto e mettero’) e come chi segue il blog da tempo sa anche il costruire con poco, anche riciclando!

Oggi voglio farvi vedere un “gioco” simpatico che potete fare sia leggendo una fiaba che guardando un cartone animato o ancora meglio su una storia inventata che raccontate ai bambini

Per farvi meglio capire cosa intendo dopo avere guardato un cartone animato ad esempio di tom e jerry dovete chiedere al bimbo di disegnare e colorare una scena che ricorda di piu’ sia perche’ e’ stata la piu’ divertente che quella che magari gli ha fatto paura per qualche motivo. Utile soprattutto per i bimbi a cui piace poco colorare

QUI SOTTO ECCO UN ESEMPIO PROPRIO SU UN CARTONE DI TOM E GERRY

bordo funghi 057

Il secondo modo invece che noi usiamo e’ quello di costruire un gioco a dadi su una storia che abbiamo letto (o inventata o cartone) ad esempio noi abbiamo letto un libro molto simpatico che abbiamo da tempo che parla di un bruco (qui la recensione)

TUTTO CIO’ CHE SERVE E’

CARTONE DI RECUPERO

PENNARELLI

FANTASIA

E DADI (SOTTO LI POTETE TROVARE STAMPABILI)

Dopo avere letto la storia cercate di fare una semplice “strada” di caselle ragionando sulle cose piu’ importanti della storia ad esempio nel nostro caso dov’e’ il bruco a inizio storia? a casa nella mela, poi cosa fa? esce e cosi’ abbiamo fatto tutta la strada in base alle cose che ha fatto il bruco, (ad esempio uscito di casa e’ andato a passeggio sotto il sole, ha visto dei fiori, ha iniziato a piovere fino a che e’ tornato di nuovo nella mela) per rendere piu’ interessante il gioco abbiamo fatto delle caselle dove devi tornare indietro o perdi 1 turno (es. il bruco si ferma ad osservare i fiori) o delle caselle che invece fanno raggiugere prima la meta (esempio il bruco si trova in un fiume di pioggia e scivola verso delle caselle piu’ avanti) poi iniziate il gioco, tirate il dado a turno (se la strada e’ abbastanza breve potete usare un dado che va dal n. 1 al n. 3) ovviamente VINCE IL GIOCO CHI ARRIVA PER PRIMO alla fine del percorso

MELA BRUCO

SE VOLETE IL DADO DA 3 VE LO DO IO E LO POTETE SCARICARE QUI SOTTO

DADO 3

(PER IL DADO DA 6 INVECE POTETE SCARICARE QUESTO COLORATO CHE TROVATE PER IL GIOCO QUI

CREA MOSTRICIATTOLO GIOCO CON I DADI (DADO STAMPABILE)

se volete il libro lo ho trovato a un prezzo veramente buono su amazon qui sotto

LIBRO BRUCO

BAFFI FINITICiao a tutti, questo e’ un gioco che avevamo fatto diverso tempo fa, la prima volta avevo visto un immagine non ricordo se su facebook o da qualche altra parte di un bambino che mangiava il lecca lecca con i finti baffi e l’idea ci era piaciuta cosi’ abbiamo creato i nostri in diverse occasioni (ultimamente anche con barba :D) L’idea e’ carina sempre ma in particolar modo potrebbe essere un’idea per un complanno, lasciando a ognuno i propri baffi da colorare come meglio crede!!! Per questo motivo ho fatto nella stesssa pagina le 2 versioni, una in bianco e nero (per i bimbi) e una con i baffi neri (per gli adulti)

Per costruire i baffi dovete semplicemente stamparli e poi vedete voi se lasciarli cosi’ oppure attaccarli a del cartone robusto (idea anche stampare direttamente su cartoncino) per renderli piu’ robusti.

Per gli adulti bastera’ attaccare il retro su uno stecco da spiedini mentre per i bimbi fare un buco al centro e far passare il lecca-lecca che quando e’ in bocca sembrera’ che abbiano dei veri baffi 😀 (ovviamente bello anche per gli adulti che mangino lecca lecca)

Il gioco divertente lo abbiamo pensato con un’amica e cioe’ coinvolgere ognuno di voi (adulti o bambini indistintamente) a crearegiocando i tuoi baffi e poi caricare la foto o in una cartella che mettero’ nel gruppo facebook oppure potrete farlo nella vostra bacheca, citando il gruppo e dicendo che parteciperte al gioco, caricando una vostra foto (o quella dei bambini con lecca lecca) nella vostra immagine di profilo 😉 ) i baffi li potete scaricare qui nel blog

baffi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!