Dale Chihuly (nato il 20 settemere 1941) è un gran scultore del vetro statunitense. Le sue sculture in vetro sono davvero straordinarie e il modo più facile per replicarle (a costo zero) è certamente quello di utilizzare la plastica! Questo materiale, infatti, si presta benissimo ad essere tagliato, bucato, incollato e perché no con alcuni accorgimenti anche leggermente fuso. Il suo colore trasparente e lucido poi somiglia comunque al vetro. Qui sotto vi faccio vedere alcune sculture di Chihuly e poi alcuni progetti da replicare.

Cosa possiamo provare a creare?

1. Il primo progetto molto semplice è il classico polpo, i suoi tentacoli somigliano alle classiche strisce arrotolate il progetto lo trovate qui

2il secondo progetto, molto semplice consiste nel colorare a strisce delle bottigliette di plastica (usate preferibilmente colori indelebli) aggiungere facoltativamente colla e brillantini, ritagliare la bottiglia a spirale e una volta giunti al collo andrà infilato in un bastoncino di legno.

https://pin.it/eylweno5ruwdng

3 il terzo progetto è questo che studenti di arte di terza media della Tonawanda Middle School hanno riprodotto dopo aver visto le opere di Chihuly. Una meraviglia.

https://blog.cmog.org/2013/05/13/tonawanda-students-inspired-by-chihuly/?epik=dj0yJnU9QnpqNzdXeThFYks2RjJweURjczdPS0ducXJnUWJ

4. Bottiglie colorate , tagliate a strisce per creare dei coloratissimi fiori.

https://pin.it/v65stsshkis7f2

5 orecchini in plastica. Per la versione a Fiore ho tagliato dei cerchi, scaldato i bordi di 3 dimensioni diverse (anche a volte colori diversi) messi insieme e assemblati con un rivetto al centro.

Per fare la versione artistica prendere la bottiglia bianca, tagliare un cerchio, colorare con colori indelebili, scaldare per far prendere una forma arrotondata ai bordi. Vedrete la plastica diventare lucida, proprio come il vetro. Vi consiglio ovviamente di usare una pistola ad aria calda. Io ho utilizzato anche accendino o fiamma di candela ma dovete star atttenti a non bruciare i bordi. Per il tempo di riscaldamento dovrete fare diverse prove (solo su oggetti piu precisi altrimenti non serve, fiamma diretta e’ quasi immediata)

Per scaldare la plastica visto l’odore consiglio di essere all’esterno o su stanza ben areata. Potete Usa comunque anche delle mascherine.

6 Parure, perfetta anche per altri progetti, le scaglie sembrano vetro

Presto nuovissime versioni

http:/fonte

CIAO A TUTTI, tempo fa nella pagina facebook vi ho fatto vedere delle immagini straordinarie di cose fatte interamente con i tappi di riciclo delle bottilglie. Diverse immagini semplici le ho realizzate anche parlando di coding, direzioni e pixel art, in questo caso erano immagini semplici come quelle create dalla maestra Carlucci Teresa che ha fatto creare queste fantastiche immagini Natalizie.

Un lavoro splendido che vi ho mostrato tempo fa è questo della maestra Giuseppina Manna, tutti tappi di bottiglia, un RICICLO favoloso! La scuola è 3g 4 circolo didattico di Acerra

Altro lavoro favoloso è questo, è stato realizzato con pannello in legno, albero prima dipinto e poi aggiunti alcuni tappi di colore nero, il resto è rimasto color legno ed è stato fatto a fasce con tappi di colori diversi.

http://fonte

Per incollare i tappi su grossi lavori ci sono diverse opzioni, le più facili sono utilizzare colla normale per legno, vinilica che però sta un po’ di tempo ad asciugare. Altra opzione la colla a caldo e un’altra ancora cemento a presa rapida o gesso, anche in questo caso una volta asciutto rimane ben attaccato.

09MyZ0PUfonte
https://fonte

Un altro modo di incollare i tappi ė quello di avvitarli

https://lbkids.tumblr.com/public.art

Ciao a tutti, come la maggior parte di chi segue il sito sa già amo che i lavoretti siano fatti per la manualità, le feste e quant’altro ma amo anche quando possibile abbinarli a qualche libro o filastrocca.

Anche in questo caso sia il polpo che il granchio (che vedrete domani) sono stati fatti per la filastrocca che vi posterò sotto ma sono stati fatti anche per i colori primari, infatti il polpo è per metà blu e per metà giallo e dove si incontrano i colori appare il verde!

Stessa cosa vedrete domani per il granchio, a metà rosso e giallo che dove si incontra diventa arancio!

Come dice il titolo ho una filastrocca a tema che potete scaricare qui sotto

qui in pdf

LAVORETTO: Passiamo al veloce lavoretto molto di riciclo

fatto con:

-rotoli finiti di scottex e tagliati a metà o in 3 parti

-colori a tempera blu e giallo e pennelli

-forbici

-ritagli di cartoncino

-occhietti mobili o creati da carta bianca per fotocopie

COME SI FA:

Con il pennello e le tempere coprite il pezzo di rotolo, metè blu e metà giallo, dove si incontrano i colori aggiungete blu e giallo insieme (verrà già da se) e comparirà il verde. In questo modo potete anche tirar in ballo i colori primari (anche nel granchio di domani faremo lo stesso lavoro)

Lasciate asciugare.

Tagliate delle piccole parti sotto per far i tentacoli del polpo, per essere precisi potete farne far 8 ma davvero per me non serve affatto, basta nel caso dirlo e poi faranno come credono. Piegate i lembi di carta in avanti così da creare appunto i tentacoli.

Con avanzi di cartoncino create dei pois colorati e (facoltativo) dei piccoli pezzetti da mettere sui tentacoli (volendo i pois possono essere messi su tutta la lunghezza del tentacolo)

Lavoretto molto divertente e simpatico. Per dei libri a tema polpo ne trovate 2 sotto, uno adatto dai 3 anni e uno dai 6 in su.

Come libri da piccolo (3 anni) potete trovare questo:

LIBRO BALDINO POLPO BIRICHINO

Baldino è proprio un polpo birichino, con i suoi otto tentacoli si diverte a fare il solletico a tutti! Ma a molti dei suoi amici del mare non piace affatto il solletico, soprattutto all’Ostrica che per colpa di Baldino rischierà di perdere la sua perla preziosa. Come farà il nostro polpo birichino a ritrovarla? Età di lettura: da 3 anni.

Per i più grandi invece troviamo questo libro, che va dai 6 anni in su

Una leggenda narra la straordinaria avventura di un polpo che, in una notte di tempesta, salvò un paesino a picco sul mare dai pirati. In che modo? Grazie a una grande incredibile amicizia. Età di lettura: da 6 anni.

Lo trovate qui

IL POLPO CAMPANARO

Entrambi i libri possono essere acquistati con CARTA DOCENTE O BONUS CULTURA e costano dai 7 ai 15 euro.

Ciao a tutti, come già detto dopo aver replicato con il color oro Tutankhamon (qui https://www.crearegiocando.it/2019/04/25/tutankhamon-oro-riciclo-carta-cioccolatini-con-stampabile/

e dopo aver fatto anche la parte artistica con la carta però delle uova di Pasqua qui (https://www.crearegiocando.it/2019/04/25/ritratto-di-adele-bloch-bauer-di-klimt-riciclo-carta-uova-piu-stampabile/

ho creato altri 2 lavoretti, il primo perfetto per i piccoli amanti di Dragon Ball, infatti creeremo Freezer dorato che sarà davvero super oro 🙂

Materiali necessari:

-CARTA DORATA DEI CIOCCOLATINI (in mancanza anche foglia oro ma per un miglior effetto riciclo consiglio la prima, quindi nel caso mangiate qualche cioccolatino e poi iniziate il lavoro!)

-STAMPABILE GRATUITO DI FREEZER DORATO QUI sotto l’immagine

FREEZER

-PENNARELLO VIOLA, LILLA E NERO

-CARTA UOVA DI PASQUA ORO (FACOLTATIVO) O COLORE GIALLO-ORO

-COLLA VINILICA O STICK

-FORBICI

Come si fa:

Con le forbici tagliamo in modo irregolare la carta dei cioccolatini, i pezzi non devono essere grandi. Se abbiamo il colore oro della carta uova di Pasqua tagliamo 2 cerchietti che io ho messo nella parte sopra, per creare una piccola differenza di colore ma potete utilizzare anche il colore oro-giallo oppure fare a meno e creare Freezer tutto con la carta dei cioccolatini.

Con la colla vinilica e pennello o con la stick iniziamo a riempire la figura, facendo attenzione ai bordi, ma non troppa visto poi lo ripasseremo.

Con il pennarello viola riempiamo le parti che restano di quel colore (come vedete sotto) quindi le “mani” e “piedi” e la parte superiore.

Se avete un color lilla utilizzatelo per il viso. Io ho usato il pastello a cera per avere un colore viola ma più chiaro.

Con il pennarello nero ripassate il volto e la figura, più le eventuali parti che avete coperto con la carta.

 

 

 

CIAO A TUTTI, COME SAPETE (anche se ultimamente pubblico poche cose di questo genere ,amo moltissimo utilizzare anche materiali di riciclo per dei semplici lavoretti ma che siano sempre d’effetto).

Questa volta ho utilizzato una bottiglia bianca del latte, questo mi ha permesso di non doverla pitturare e quindi renderla più sicura nel caso all’interno ci servisse per mettere caramelline o cioccolatini.

Tempo fa li ho fatti anche ricoprendo la bottiglia di acqua con cartoncino (sempre per poterle utilizzare con all’interno dei confettini)

materiali utilizzati:

-BOTTIGLIA DEL LATTE DI COLORE BIANCO

-2 PON PON PICCOLI

-CARTA BIANCA, RITAGLI PER DISEGNARE GLI OCCHIETTI

.PENNARELLO INDELEBILE NERO e pennarello rosa

COLLA VINILICA

-COLLA A CALDO (FACOLTATIVA, PER IMPIEGARE MENO TEMPO CON LE ORECCHIE)

COME SI FA:

Lavare e tagliare la bottiglia, dell’altezza che preferite, ricavare dalla parte superiore della bottiglia le orecchie. Da ritagli di carta bianca creare degli occhi abbastanza grandi e incollare con pritt o vinilica (io ho usato direttamente quest’ultima). Con l’indelebile nero creare il musetto del coniglio,incollando un pon pon per il naso,  mentre nella parte dietro incollare l’altro pon pon per creare la coda. Con il pennarello rosa creare i cerchietti per le zampe, ritagliare e incollare.

Incollare anche le orecchie, con la colla a caldo fate prima, altrimenti potete usare (come ho fatto  io questa volta) la vinilica, tenendo in posizione le orecche con delle mollette. (anche in questo caso le orecchie vanno incollate dietro e non all’interno del contenitore così appunto da renderlo sicuro nel caso alimentare). Volendo fare una cosa veloce potete utilizzare anche nastro adesivo, in questo caso però non sarà bellissima da vedere la parte dietro.

Ecco fatto, semplice, veloce

 

 

 

 

 

 

Ciao a tutti, oggi post velocissimo per farvi vedere un quadretto da incollare su base di legno (ma va benissimo anche su cartoncino )Potete anche utilizzare carta ma in questo caso meglio metter 1 sola rosa per renderlo meno pesante oppure incollare una volta completato su cartone di recupero

 

 

 

 

Materiali utilizzati

-bottiglie di plastica di diversi colori

Rotolo di scottex vuoto

Colore verde a tempera

Colla vinilica o a caldo

Cuoricini, stelline, tondini (facoltativo)

Base in legno o cartone

stecchi per spiedini in legno

Come si fa:

Il lavoro ė velocissimo, si sta più a dire che a fare ma provero’ comunque a  elencare  i passaggi.

PER prima cosa colorate con il verde il rotolo vuoto, lasciatelo asciugare e poi tagliate a pezzetti aiutandovi pressandolo in modo che da piatto si riesca a tagliare meglio. Tagliate i fondi delle bottiglie colorate  e preparate la base e altri piccoli abbellimenti (facoltativo) e gli stecchi di legno per spiedini che faranno da stelo. Assemblate io tutto con la colla a caldo. Con la vinilica ė fattibile ma oltre alle dosi da usare deve rimanere in posa pet un tempo maggiore, Aggiungete alla fine del disegno qualche brillantinio o cuoricino..

 

Ciao a tutti, ho pensato per un po’ se fare un vero e proprio tutorial o mettere un semplice post, alla fine ho pensato di farvi solo vedere una delle mie passioni, Che è anche quella di fare orecchini!

Tempo fa avevo aperto un negozio su etsy ma allo scadere dei giorni di inserzione non ho più messo niente anche se ho ricevuto commenti positivi da chi ama il genere, non perché ho smesso di farne, ma perché per me per stare su etsy devi comunque essere conosciuto o mettere tanti oggetti, mentre io volevo solo fare il periodo di prova gratuito😂

Tornando a noi ho notato negli anni che non tutti quando sentono la parola riciclo sono molto interessati, invece secondo me è una buona cosa potere indossare orecchini diversi a basso costo, oltre tutto ci si mette del proprio!

Per ora vi faccio vedere qualche vecchia foto, fatemi sapere cosa ne pensate, nel caso più avanti metto un post con le spiegazioni, a presto!

Ah dimenticavo, tutti gli orecchini qui sotto sono fatti ovviamente da me e appunto con materiali per lo più di riciclo

 

f89c2fee9548fd6ba509dd2902ac3678.jpg