Ciao a tutti, chi mi segue su facebook sa che ogni tanto posto qualche frase anche da colorare, tempo fa ho postato un disegno da colorare preso da un quadro di Picasso, precisamente i 3 musicisti! Ho pensato cosi’ di mettere qui sia questo che l’arlecchino pensoso che avevo fatto e non postato per carnevale…

Ho sempre aspettato prima di parlare di questo pittore perche’ nel tempo ho preparato diversi materiali e anche perchè come faccio quando presento per la prima volta un lavoro mi piace parlare anche un po’ della vita del pittore. Quindi parliamo un attimo di Picasso, non credo serva una gran presentazione perchè e’ davvero forse il Pittore piu’ conosciuto

Pablo Ruiz y Picasso,  noto come Pablo Picasso e’ un pittore spagnolo, nato a Malaga, il  25 ottobre 1881, morto in Francia a Mougins nel 1973, come premesso sopra forse uno dei più conosciuti se non protagonista assoluto tra i pittori del XX secolo, anche perchè è stato l’iventore del CUBISMO insieme a George Braque.

Tornando indietro nel tempo possiamo dire che dal 1901 lo stile di Picasso iniziò a mostrare dei tratti originali. Ebbe inizio il cosiddetto PERIODO BlU . Il nome a questo periodo deriva dal fatto che Picasso usava dipingere in maniera monocromatica, utilizzando prevalentemente il blu in tutte le tonalità. Fece poi un anno nel PERIODO ROSA, ad essere raffigurati questa volta sono sempre personaggi ma  presi dal circo, saltimbanchi e maschere. Dal 1907 circa inizio’ il periodo cubista, Picasso nello stesso periodo si interessò alla scultura africana, sulla scorta dell’esotico primitivo e con il quadro «Les demoiselles de Avignon»  segnò l’avvio della stagione cubista. Qui insieme a George Branque inzio’ ad essere popolare cosi’ come lo e’ ancora oggi. Il passaggio dal cubismo analitico al cubismo sintetico rappresentò un momento fondamentale della sua evoluzione. Il pittore era  più interessato alla semplificazione della forma piu’ che alla sua riconoscibilità concettuale. Dopo 10 anni e un viaggio in Italia termino’ la fase cubismo per passare a una pittura tradizionale. La sua capacità di sperimentazione continua lo avvio’ inoltre all’espressionismo ed addirittura al surrealismo, specie nella scultura, dopo la 2 guerra mondiale infatti Picasso si occupo’ moltissimo di ceramica pur continuando a dipingere!

Ora che abbiamo una piccola infarinata della sua vita vi faccio vedere 2 quadri suoi che potete poi proporre ai bambini da colorare come da originale.

I 3 MUSICISTI

 

 

26219649_1584424914974023_3947333269490487995_n.jpg

26047209_1572205022862679_3742378389957005954_n.jpg

scarica qui i 3 musicisti

L’ARLECCHINO PENSOSO

arlequc3adn.jpg

 

 

si scarica qui arlecchino pensoso

CIAO A TUTTI!!!!!!!!

LA CONOSCETE VERO LA POP ART????? per chi non la conoscesse vi spiego brevemente cos’e’ e come nasce, sotto troverete uno stampabile gratuito per far colorare ai bimbi TITTI (dei looney tunes) come da pop art 🙂

La pop art e’ un movimento artistico che e’ emerso nel 1950 ed e’ fiorito nel 1960, in America e Gran Bretagna, traendo ispirazione da cultura commerciale e popolare (pubblicita’, film di Hollywood, musica pop). Diversi sono gli artisti pop, tra cui Maestro riconosciuto  fu Andy Warhol, anche regista cinematografico, che trasformò l’opera d’arte da oggetto unico in un prodotto in serie (come nella celebre serie dei barattoli di minestra Campbell) oppure Roy Lichtenstein, che si richiamò al mondo dei fumetti. La parola d’ordine e’ colore, per questo a me piace molto

Qualche esempio di pop art la trovate qui sotto:

Qui sotto pop art per bambini, stampate il vostro titti, i riquadri sono colorati, mentre i “TITTI” all’interno li devono fare loro come meglio credono!!!!!

titti-art-da-fare

 

Ciao a tutti, oggi voglio farvi vedere un altro modo per fare qualcosa di artistico con i bambini, ho scritto che si può fare anche con i più piccoli visto al posto della colla normale potete usare quella di farina che vi ho fatto vedere Qui, per tutti gli altri una normale colla stick o vinilica quello che preferite!!!!

Premetto che ho sempre amato pasticciare con le riviste già lette, un altro modo per riciclarle e fare veramente tante cose a costo praticamente zero, ci sono degli artisti che molto probabilmente conoscete già che con le riviste patinate hanno creato un vero e proprio lavoro, con molta passione e meticolosità  riescono a creare dei veri capolavori. Uno di questi lo ho conosciuto non molto tempo fa, lo ho visto per la prima volta qui, vi consiglio di dare un’occhiata al suo sito per vedere che cosa si puo’ fare partendo davvero da zero con la sola fantasia! Questo artista e’ di origini pesaresi e si chiama SAVERIO FELIGINI

Tornando a noi sempre con tanta fantasia, Qualche pennarello (facoltativo) e della colla e forbici creiamo il nostro capolavoro 😃

Noi abbiamo preso un foglio bianco e una rivista gia’ letta da dove ritagliare delle immagini, puo’ essere per i colori che vi colpiscono, puo’ essere perche’ somigliano a qualcosa o proprio perche’ avete trovato un oggetto che vi serve per come avete deciso deve essere il disegno…. che nascono appunto i vostri capolavori 🙂

Noi abbiamo deciso di fare un paesaggio visto le vacanze sono finite e sta per arrivare il freddo abbiamo scelto tema mare 🙂 (ma ne abbiamo fatti diversissimi nel tempo)

Come vi suggerivo sopra abbiamo tagliato dalle riviste le figure, dei colori che ci piacevano, per fare il mare abbiamo usato rettangoli nelle tonalita’ del grigio aggiungendo un po’ di azzurro blu, tra l’altro senza fare grosse ricerche, nel senso la rivista era una e abbiamo preso tutti i ritagli da li, poi abbiamo provato a collocarli nel foglio e abbiamo inziato ad incollare, e’ molto divertente e questo sotto e’ un solo esempio anche veloce di quello che si puo’ realizzare divertendosi e… riciclando, oltre tutto e’ un bell’allenamento anche per chi sta imparando a ritagliare e incollare!

Spero che vi sia piaciuto e mi facciate vedere qualche vostro disegno che aggiungero’ volentieri, a presto!