Ciao a tutti, nuovo video, oggi parleremo del piano cartesiano, la cosa bella è che anche con questo lavoro possiamo utilizzare le coordinate per creare dei piccoli capolavori!

Sotto al video troverete il pdf per scaricare le schede, la prima è per inserire le spiegazioni appena ascoltate e quindi i quadranti, linea ascisse e ordinate, origine. Per la seconda invece tramite le coordinate andremo a disegnare un uccellino. Una volta finito il disegno ovviamente può essere colorato. Come vedrete per questa scheda abbiamo pensato di far congiungere le linee man mano che si trovano i punti utilizzando poi dei colori diversi. Il risultato sarà più o meno questo (figura sotto al video). Una volta completato potranno chiudere ultima linea, aggiungere zampine e colorare il becco di arancione al posto di lasciarlo giallo. Anche l’occhio al posto di lasciarlo nero possono fare un puntino al centro.

Video qui, per iscrivervi al canale qui

https://www.youtube.com/channel/UCPww49OogSKXKFeUwViUG-A

Scheda qui

Per scaricare il pdf con scheda e coordinate per l’uccellino qui

Ciao a tutti, alcune decorazioni per le porte Natalizie

  1. La prima porta è sicuramente la più semplice da realizzare, non servono basi colorate, cartoncino, colla come la maggior parte delle volte ma solamente un festone di colore verde come il colore dell’albero, palline colorate
FONTE

2. Una porta molto simpatica e colorata, dove i bambini possono colorare le luci. Carta e cartoncino per il pupazzo di neve. Chi vuole può scaricare le luci in pdf sotto al post

FONTE

3. Questa porta l’ho scelta sempre per la semplicità, con poco cartoncino il risultato è comunque assicurato. ovviamente andremo a crearlo su una porta già color legno, se la porta è bianca magari possiamo creare il viso di un pupazzo di neve, quindi disegnando una carota al posto del classico naso rosso della renna. Gli occhi sono stati fatto con dei piatti di carta e il resto con cartoncino colorato.

FONTE

FONTE

4. Questo albero di Sara La Tona con la sua classe è davvero semplice e d’effetto! Cartoncino verde a strisce, nastro adesivo e cartoncino nero per il vaso sotto

5. Da Federica Bellese e la sua classe una renna davvero molto simpatica e facilmente riproducibile

Per scaricare OCCHI E NASO RENNA QUI:

Spero vi siano piaciute, a presto

CIAO A TUTTI, sto preparando un laboratorio a tema per questo pittore, per ora vi lascio un’opera nel suo stile, provando a replicare l’immagine TRUE LOVE che vedete qui sotto 🙂

Romero Britto, è un artista. pittore e scultore Brasiliano NEO-POP, nato nel 1963

Le sue opere presentano elementi di cubismo, pop art e graffiti.

Britto si è affermato sulla scena artistica internazionale sin dal 1989, quando ha ricevuto da Absolut Vodka l’incarico di disegnare l’etichetta della bottiglia per una campagna pubblicitaria. da lì il suo inconfondibile stile “cartoon” ha attirato molti altri che hanno inziato a chiedere vari lavori di murales, sculture e loghi in tutto il mondo, collaborando anche per la Disney.

Per scaricare l’immagine in bianco e nero, pdf cliccate qui (per un effetto veloce ma “davvero simpatico” provate ad utilizzare dei pastelli a cera.

CIAO A TUTTI! Altro laboratorio, dopo quello di successo su Picasso (i bambini lo riconoscono subito non è vero?) fatto qui PICASSO IL LABORATORIO oggi ve ne faccio vedere un altro sul grande Van Gogh.

Come la scorsa volta per iniziare una piccola presentazione del pittore con lavoretto (anche per lapbook) la trovate qui

LAVORETTO-PROMEMORIA VINCENT VAN GOGH con girasole da colorare-tagliare-incollare (anche per lapbook)

e vi consiglio di farlo perchè è davvero simpatico!

Subito dopo dobbiamo mostrare immagini di opere vere di questo grande pittore

A questo punto possiamo far vedere questo disegno che insegna a creare un paesaggio con campo di grano come quelli che tanto amava fare Van Gogh  e provare a farlo replicare, visto come vedete è abbastanza semplice fonte

Un altro lavoro da fare a tema girasole (come nel primo lavoretto) è questo, libera fantasia e creatività, per questo progetto ho pensato di far usare a piacere tempere, pennarelli, matite colorate e anche materiali vari dal cartoncino colorato a piccoli pon-pon, brillantini, gomma eva ecc ecc, verranno dei lavori davvero “brillanti” fonte

Un girasole con video e parti da scaricare lo trovate anche qui

IL GIRASOLE con stampabile, da appendere (ispirato a Van Gogh)

Un altro lavoro molto creativo ed interessante è creare lo scenario, permette di copiare la famosa sedia di Vincent, oppure la camera di Vincent ad Arles ( sotto la sedia originale)  ma puo’ essere utilizzato anche per creare biglietti 3d semplicemente ritagliando e piegando la parte sotto così da fare stare in piedi i soggetti, oppure allo stesso modo per incollarli fonte

Ora proviamo a replicare la notte stellata, altra famosissima opera con semplici penne e creiamo un bigliettino da portare a casa

IL BIGLIETTO “NOTTE STELLATA” DI VAN GOGH

Come la scorsa volta consiglio di far colorare le opere originali, questo passaggio non piace a tutti ma io credo che sia importante oltre alla creatività che abbiamo usato sopra anche avere dei paragoni per ricordare meglio il pittore stesso e cosi’ direi di farlo fare, magari con i colori a cera o ad olio o ancora far ripassare i soli contorni con cotton fioc e tempera

VINCENT VAN GOGH 2 QUADRI DA COLORARE

Per finire una piccola scheda per parlare delle cose che più sono piaciute del pittore e per fare una crocetta sui lavori finiti, visto che ovviamente non basterà una sola lezione per finire tutto 🙂 In questo modo creeremo un promemoria anche per l’insegnante che ricorderà dove è arrivata con il lavoro 🙂 Potete anche far sceglliere il lavoro da esegiure per primo ai bambini così da coinvolgerli e magari iniziare con il lavoro che ottiene la maggioranza 🙂

Per scaricare della misura perfetta cliccate qui, si aprirà una tabella, cliccando il link sotto si salverà automaticamente il file pdf

VAN GOGH LAVORI

davvero divertente, se lo fate mandate foto nella mia pagina facebook, saranno pubblicate con il nome della vostra scuola

Se ancora non ne avete abbastanza qui sotto trovate anche

LA NOTTE STELLATA in pixel art!!!!!!

LA NOTTE STELLATA DI VAN GOGH IN PIXEL ART

mentre qui sotto LA CAMERA DI VINCENT AD ARLES da colorare

LA CAMERA DI VINCENT AD ARLES (Van Gogh)

Qui girasoli in pixel art

GIRASOLI VAN GOGH PIXEL ART

Qui ritratto in pixel art semplice

VAN GOGH RITRATTO IN PIXEL ART SEMPLICE

Pallina di Natale Notte Stellata di Van Gogh

LA PALLINA DI NATALE DI VAN GOGH, NOTTE STELLATA

 

Ciao a tutti, oggi velocissimo post piu’ che altro con un’idea da fare ora che inzia a farsi sentire la primavera!

 

Disegnamo un gufo poco ordinario, coloratissimo e soprattutto utilizzando dei fiori visto ora nei prati ne troviamo gia’ tanti! Io ho utilizzato dei fiori di un prato poco prima che venisse tagliato, cosi’ non ho nemmeno toccato la natura 🙂

Non vi sto a dire come ho fatto perche’ e’ veramente veloce e semplicissimo, infatti con poca carta, pennarelli e fiori freschi potete creare la vostra versione super personalizzata, perfetta anche da attaccare alle finestre, oltre tutto con il sole che batte i fiori non si rovinano, diventano secchi e quindi potete lasciarli appesi per un po’ di tempo 🙂 Per incollare i fiori, nel mio caso le margherite io ho utilizzato la vinavil, unica accortezza lasciarli un attimo attaccati, altrimenti utilizzate colla a caldo se volete essere super veloci!!!

 

Per incollare alla finestra io ho usato lo scotch per la prova ma vi consiglio la pritt, io la uso spesso, poco olio di gomito per pulire le finestre ma ne vale la pena, le decorazioni infatti restano ben incollate e senza i segni del nastro adesivo!!!!

arbre-rouge-en-soiree-54c4b2fa.jpg

Ciao a tutti, in questi giorni sto preparando diverse lavoretti a tema pittori, sia per dei laboratori che voglio fare ma anche per far riconoscere i pittori per le principali opere che hanno fatto…… non per questo pero’ bisogna ricordare dei grandi quali ad esempio Mondrian solo per le classiche griglie (che qui nel blog abbiamo visto in diverse salse) .

Proprio per questo il lavoretto di oggi e’ ricreare a misura di bambino la sua opera l’Albero Rosso, restando fedeli alla sua idea di colori primari!

L’albero rosso è un quadro dipinto nel 1908-1909 da Mondrian. È una rappresentazione artistica di un albero in cui l’artista  si preoccupa solo della sua “forma” infatti possiamo tutti vedere che e’ un albero, quindi come nella realta’ ma rimane comuque insolito, sia per l’uso dei colori, sia per il fatto che e’ distorto.

Per il lavoretto che vedete qui sotto i bimbi dovranno riuscire ad allungare i rami e poi dipingere alla sua maniera, quindi utilizzando i soli colori primari, prevalentemente blu per lo sfondo e rosso per l’albero ma bella l’idea di creare delle particolari mescolanze di colori.

si scarica qui

L’albero rosso Mondrian

CIAO A TUTTI, vi lascio velocemente un castello pauroso da colorare per Halloween, come vedete e’ stato disegnato con la tecnica dello zetangle, cioe’ ripetere forme geometriche e curvilinee, con questa tecnica i disegni dovrebbero essere astratti, cioe’ non si dovrebbero riconoscere disegni, qui come vedete sono stati riempiti gli spazi del castello

zentangle-1323794_960_720.jpg

si scarica qui zetangle castello halloween

20170924_183044.jpg

CIAO a tutti, oggi vi voglio fare vedere un lavoretto davvero divertente, visto il successo che ha avuto sulla pagina facebook ho pensato di fare un vero e proprio post. Io sono diversi anni che ne faccio, l’ultimo e’ stata la classica forma della mano.

Tutto sta nel fare un disegno (in questo caso pipistrello e fantasmino) come vedete le linee che sono fuori dal disegno andranno diritte, mentre quelle al suo interno andranno curvate. Quando avete finito (se volete potete usare piu’ colori come in foto) dovrete creare delle ombre semplicemente passando con la matita e poi passando sopra un dito per sfumare, in questo modo si creera’ un ulteriore ombra che fara’ sembrare ancora piu’ in superficie il disegno! Di queste tecniche ne esistono veramente tantissime, seguite la mia pagina facebook e ogni tanto vedrete qualche nuova cosa 🙂

Spero vi sia piaciuto, consiglio il lavoretto per bimbi anche piu piccoli, di 5-6 anni pero’ (facendo solo tratti a matita) si notera’ leggermente meno ma verra’ comunque un buon lavoro, questo sopratutto perche’ non avranno la pazienza oltre alla precisione per finire il disegno, piu’ grandi invece potranno farlo anche a colori.

video dimostrativo della classica mano qui sotto