Ciao a tutti, chi mi conosce sa bene quanto mi piace crere dei nuovi bijoux con i materiali più disparati!

Tempo fa vi ho fatto vedere i miei orecchini creati con bottiglie di plastica, stoffa, carta e cartone qui

Oggi vi faccio vedere come creare una piccola PARURE amata dai bambini ma…anche dagli adulti!

Per crearla avrete bisogno di

-bottiglia di Plastica blu o del colore che preferite

-perline da stirare

-filo elastico

una foratrice

1 elastico semplice

Come si fa:

Prendete un normale elastico, (io ne compro sempre più buste in edicola perché servono per tante cose, oltre a mettere via carte gioco fai da te ad esempio io li uso anche per diversi giochi che vi farò vedere) controllate che sia giusto o leggermente largo per il vostro polso, tagliatelo e iniziate a mettere le perline da stirare del colore che preferite (se avete colori brillanti perfetto anche il multicolor) una volta finito lasciate un po’ di spazio per fare un nodo e il vostro bracciale è pronto. Per la collana con il filo elastico o spago da cucina (in questo caso la farete più lunga) seguite lo stesso procedimento con la differenza che dalla bottiglia di plastica dovrete ricavare delle piccole ‘piume’ o foglie da mettere al centro ritagliando con una normale forbice. Forate poi i pezzi di Plastica con una normale foratrice. Io di solito utilizzo quella che viene usata anche per le cinture (che vi ho già fatto vedere) perché consente di decidere la grandezza del foro ma per questo lavoro ne ho utilizzata una normale da carta che fa i fori come quelli per il contenitore ad anelli.

Un lavoro bello, di riciclo e molto manuale

Ciao a tutti, come la maggior parte di chi segue il sito sa già amo che i lavoretti siano fatti per la manualità, le feste e quant’altro ma amo anche quando possibile abbinarli a qualche libro o filastrocca.

Anche in questo caso sia il polpo che il granchio (che vedrete domani) sono stati fatti per la filastrocca che vi posterò sotto ma sono stati fatti anche per i colori primari, infatti il polpo è per metà blu e per metà giallo e dove si incontrano i colori appare il verde!

Stessa cosa vedrete domani per il granchio, a metà rosso e giallo che dove si incontra diventa arancio!

Come dice il titolo ho una filastrocca a tema che potete scaricare qui sotto

qui in pdf

LAVORETTO: Passiamo al veloce lavoretto molto di riciclo

fatto con:

-rotoli finiti di scottex e tagliati a metà o in 3 parti

-colori a tempera blu e giallo e pennelli

-forbici

-ritagli di cartoncino

-occhietti mobili o creati da carta bianca per fotocopie

COME SI FA:

Con il pennello e le tempere coprite il pezzo di rotolo, metè blu e metà giallo, dove si incontrano i colori aggiungete blu e giallo insieme (verrà già da se) e comparirà il verde. In questo modo potete anche tirar in ballo i colori primari (anche nel granchio di domani faremo lo stesso lavoro)

Lasciate asciugare.

Tagliate delle piccole parti sotto per far i tentacoli del polpo, per essere precisi potete farne far 8 ma davvero per me non serve affatto, basta nel caso dirlo e poi faranno come credono. Piegate i lembi di carta in avanti così da creare appunto i tentacoli.

Con avanzi di cartoncino create dei pois colorati e (facoltativo) dei piccoli pezzetti da mettere sui tentacoli (volendo i pois possono essere messi su tutta la lunghezza del tentacolo)

Lavoretto molto divertente e simpatico. Per dei libri a tema polpo ne trovate 2 sotto, uno adatto dai 3 anni e uno dai 6 in su.

Come libri da piccolo (3 anni) potete trovare questo:

LIBRO BALDINO POLPO BIRICHINO

Baldino è proprio un polpo birichino, con i suoi otto tentacoli si diverte a fare il solletico a tutti! Ma a molti dei suoi amici del mare non piace affatto il solletico, soprattutto all’Ostrica che per colpa di Baldino rischierà di perdere la sua perla preziosa. Come farà il nostro polpo birichino a ritrovarla? Età di lettura: da 3 anni.

Per i più grandi invece troviamo questo libro, che va dai 6 anni in su

Una leggenda narra la straordinaria avventura di un polpo che, in una notte di tempesta, salvò un paesino a picco sul mare dai pirati. In che modo? Grazie a una grande incredibile amicizia. Età di lettura: da 6 anni.

Lo trovate qui

IL POLPO CAMPANARO

Entrambi i libri possono essere acquistati con CARTA DOCENTE O BONUS CULTURA e costano dai 7 ai 15 euro.

Ciao a tutti, come già detto dopo aver replicato con il color oro Tutankhamon (qui https://www.crearegiocando.it/2019/04/25/tutankhamon-oro-riciclo-carta-cioccolatini-con-stampabile/

e dopo aver fatto anche la parte artistica con la carta però delle uova di Pasqua qui (https://www.crearegiocando.it/2019/04/25/ritratto-di-adele-bloch-bauer-di-klimt-riciclo-carta-uova-piu-stampabile/

ho creato altri 2 lavoretti, il primo perfetto per i piccoli amanti di Dragon Ball, infatti creeremo Freezer dorato che sarà davvero super oro 🙂

Materiali necessari:

-CARTA DORATA DEI CIOCCOLATINI (in mancanza anche foglia oro ma per un miglior effetto riciclo consiglio la prima, quindi nel caso mangiate qualche cioccolatino e poi iniziate il lavoro!)

-STAMPABILE GRATUITO DI FREEZER DORATO QUI sotto l’immagine

FREEZER

-PENNARELLO VIOLA, LILLA E NERO

-CARTA UOVA DI PASQUA ORO (FACOLTATIVO) O COLORE GIALLO-ORO

-COLLA VINILICA O STICK

-FORBICI

Come si fa:

Con le forbici tagliamo in modo irregolare la carta dei cioccolatini, i pezzi non devono essere grandi. Se abbiamo il colore oro della carta uova di Pasqua tagliamo 2 cerchietti che io ho messo nella parte sopra, per creare una piccola differenza di colore ma potete utilizzare anche il colore oro-giallo oppure fare a meno e creare Freezer tutto con la carta dei cioccolatini.

Con la colla vinilica e pennello o con la stick iniziamo a riempire la figura, facendo attenzione ai bordi, ma non troppa visto poi lo ripasseremo.

Con il pennarello viola riempiamo le parti che restano di quel colore (come vedete sotto) quindi le “mani” e “piedi” e la parte superiore.

Se avete un color lilla utilizzatelo per il viso. Io ho usato il pastello a cera per avere un colore viola ma più chiaro.

Con il pennarello nero ripassate il volto e la figura, più le eventuali parti che avete coperto con la carta.

Ciao a tutti, ancora un lavoro simile a quello di ieri ma utilizzando la carta color oro dei cioccolatini, la sua consistenza è più porosa e meno liscia di quella delle uova di Pasqua (qui l’altro lavoro con carta uova

RITRATTO DI ADELE BLOCH BAUER di KLIMT (riciclo carta uova) più stampabile

Questa volta proveremo a replicare Tutankhamon

qui un altro lavoro su questo Faraone dell’Antico Egitto con qualche informazione su di lui

TUTANKHAMON IN PIXEL ART, ANTICO EGITTO

Avrete bisogno di:

-pastelli a cera colore blu, rosso e nero

-tempera colore oro o pennarello oro brillantini

-colla vinilica o stick

-carta dei cioccolatini o foglia oro

-stampabile che potete scaricare qui sotto

Come si fa:

Iniziamo ritagliando dalla carta dei cioccolatini delle strisce di carta dorata.

Con il pastello a cera blu iniziamo a riempire le strisce più piccole tutto intorno al Faraone e con quello rosso (insieme al blu) andiamo a creare delle piccole striscioline non precise ma in modo veloce nella parte sotto del disegno.

Ora inziamo con la colla (vinilica più pennello o stick) a incollare le strisce che non devono essere precise, ma una volta incollate va tagliata quella che eccede. Una volta finito potete fare le labbra nello stesso modo, arrotondando la carta dorata e passare il colore oro su tutto il viso.

Facile, veloce ma meraviglioso!

Ciao a tutti, dopo la bottiglia della scorsa volta oggi faremo un vasetto dello yogurt come segnaposto.

Facilissimo, si capisce come è stato fatto solo con la foto.

Materiali necessari:

-vasetto plastica yogurt vuoto (anche in questo caso non ha scritte di nessun genere ed è bianco, come per la bottiglia del latte)

-fogli di carta bianca

-pannarelli o pastelli piu’ pennarello indelebile nero

-forbici

-colla

come si fa:

Disegnamo tutti gli elementi necessari nella carta bianca, quindi orecchie, occhi, naso e baffi

questa volta non ho creato le zampe ma tempo fa le ho fatte o in questo modo (IL PORTAPENNE o CIOCCOLATINI CONIGLIETTO (riciclo bottiglia del latte)

o anche incollandole sotto il vasetto.

Colorate la parte interna delle orecchie di rosa, il naso e baffi nero, così come per la pupilla dell’occhio (io la ho fatta blu) e incolate tutto al vasetto.

Per quando vi servirà mettete della carta colorata (un tovagliolo all’interno) e inserite l’uovo sodo.

 

 

 

 

CIAO A TUTTI, COME SAPETE (anche se ultimamente pubblico poche cose di questo genere ,amo moltissimo utilizzare anche materiali di riciclo per dei semplici lavoretti ma che siano sempre d’effetto).

Questa volta ho utilizzato una bottiglia bianca del latte, questo mi ha permesso di non doverla pitturare e quindi renderla più sicura nel caso all’interno ci servisse per mettere caramelline o cioccolatini.

Tempo fa li ho fatti anche ricoprendo la bottiglia di acqua con cartoncino (sempre per poterle utilizzare con all’interno dei confettini)

materiali utilizzati:

-BOTTIGLIA DEL LATTE DI COLORE BIANCO

-2 PON PON PICCOLI

-CARTA BIANCA, RITAGLI PER DISEGNARE GLI OCCHIETTI

.PENNARELLO INDELEBILE NERO e pennarello rosa

COLLA VINILICA

-COLLA A CALDO (FACOLTATIVA, PER IMPIEGARE MENO TEMPO CON LE ORECCHIE)

COME SI FA:

Lavare e tagliare la bottiglia, dell’altezza che preferite, ricavare dalla parte superiore della bottiglia le orecchie. Da ritagli di carta bianca creare degli occhi abbastanza grandi e incollare con pritt o vinilica (io ho usato direttamente quest’ultima). Con l’indelebile nero creare il musetto del coniglio,incollando un pon pon per il naso,  mentre nella parte dietro incollare l’altro pon pon per creare la coda. Con il pennarello rosa creare i cerchietti per le zampe, ritagliare e incollare.

Incollare anche le orecchie, con la colla a caldo fate prima, altrimenti potete usare (come ho fatto  io questa volta) la vinilica, tenendo in posizione le orecche con delle mollette. (anche in questo caso le orecchie vanno incollate dietro e non all’interno del contenitore così appunto da renderlo sicuro nel caso alimentare). Volendo fare una cosa veloce potete utilizzare anche nastro adesivo, in questo caso però non sarà bellissima da vedere la parte dietro.

Ecco fatto, semplice, veloce

 

 

 

 

 

 

Ciao a tutti, tra schede istruttive che sto preparando, lavoretti di carta e cartone che amo e che presto vedrete sotto forma di altri video finalmente (per alcuni di voi soprattutto che me li chiedete) vi faccio vedere un gioco molto semplice ma che vi posso assicurare piace ai bambini 🙂

Unica premessa che devo fare prima delle spiegazioni è quella di utilizzare un recipiente di plastica che non vi interessa se si rompe (o che magari come il mio ha il fondo gia’ rotto) perchè potrebbe con i lanci rompersi ulteriormente. Altro consiglio visionare il gioco, a me non è mai capitato ad esempio si rompano pezzi di contenitore volanti ne dei classici contenitori di plastica  ne altri recipienti di plastica spessa ma visto non conosco i vostri meglio visionare il gioco e assicurarsi siano di plastica dura

materiali utilizzati

-LEGO della misura standard

-UN RECIPIENTE IN PLASTICA (puo’ essere una bacinella per stendere i panni o un contenitore per mettere via le cose) come detto sopra ricordo che potrebbe, dopo qualche partita rompersi , più che altro incrinarsi sul fondo o ai lati.quindi dovete fare molta attenzione

come si gioca:

Per prima cosa dovete costruire delle figure uguali, con gli stessi pezzi, noi siamo partiti con quelli da 5 pezzi fino ad arrivare a 12 circa. Bello qui inventare costruzioni particolari.

Quando sono pronti inizia il gioco,  il primo giocatore (indifferente chi lo sia) lancia la prima costruzione all’interno del contenitore. A questo punto si conta in quante parti si ė rotto, quelli saranno i punti!

Io ho creato questa scheda raccogli punti che metterò tra quelle del ‘famoso’ raccoglitore che vi farò vedere presto

E SI SCARICA QUI GIOCO LEGO DA ROMPERE

Vince chi al termine dei pezzi preparati ha fatto il maggior numero di punti. Davvero divertente

 

Ciao a tutti, ancora lavoretto, questa volta proveremo a replicare il bellissimo fiore Giacinto creando un veloce timbro di recupero

Materiali utilizzati

Tappo bottiglia di plastica

Tempere (vi consiglio soprattutto usando le tempere di comprare solo i colori primari così da imprimere meglio le varie mescolanze al bisogno)

Pennarello verde

Rotolo di scottex o igienica vuoto

Rondelle  (facoltative) e mini forme ottenute da carta argentata o ancora brillantini

Colla vinilica

Carta o Cartone

 

Come si fa

Per prima cosa utilizziamo se lo avete fatto gli avanzi del rotolo coloranto con le tempere di verde che ci e’ servito qui IL MAZZO DI ROSE… DI RICICLO, con fondi bottiglia e rotoli Scottex

altrimenti fatene uno nuovo. Una volta colorato pressiamolo per tagliarlo meglio e prendiamo un cerchio ottenuto tagliandolo a meta’ a sua volta, cosi’ da creare una foglia (vedi foto) Io la foglia ho deciso di mantenerla un po’ effetto 3 d non incollandola del tutto ma voi ovviamente potete fare come meglio credete.

Prendiamo un foglio a4 e pieghiamolo a meta’ (per fare il biglietto, altrimenti potete anche creare un campo di giacinti colorati) mescoliamo il blu al rosso nelle dosi che preferite per ottenere un colore viola. Ora la parte divertente, con il pennarello verde facciamo una liea verticale, prendiamo il tappo di bottiglia e andiamo a prendere il colore per creare dei perfetti cerchi intorno alla linea appena fatta! incolliamo la foglia e (facoltativo) delle versatilissime rondelle per viti che potete chiedere a qualche uomo che ne avrà certamente in abbondanza! Ancora facoltativo aggiungete delle stelline o cuoricini fatti con carta argentata (cosi’ da farle brillare) o brillantini

 

Ciao a tutti, oggi vi voglio fare vedere un lavoretto che e’ anche un gioco davvero molto divertente, andremo infatti a creare delle bamboline scegliendo gli abiti e cercando di farle somigliare il piu’ possibile alla mamma.

Il tutto a costo praticamente zero e anche riciclando vecchie riviste! Sotto i link per altri lavori con le riviste, ma iniziamo subito con i materiali utilizzati:

-VECCHIE RIVISTE DI MODA O ALTRO

-COLLA, FORBICI E PENNARELLI

-RIGHELLO (FAVOLTATIVO)

cartoncino di recuperto (dalla pasta, dai cereali, dagli scatoloni)

 

COME SI FA:

Per prima cosa la parte piu’ divertente, possiamo utilizzare le pagine delle riviste pensando a degli scampoli di stoffa da dove ricavare i vestiti per le nostre mamme-bambole, molte riviste infatti anche nelle semplici pubblicita’ utilizzano dei colori meravigliosi, un’altra idea come vedete dalle foto e’ prendere da delle riviste di moda dell gonne, maglie gia’ stampate della misura che pensiamo sia piu’ adatta!

A questo punto dopo avere scelto e creato i vestiti (se volete la precisione la gonna puo’ essere misurata con il righello come una vera sarta) create viso (lasciando il collo un po’ piu’ lungo per poterlo incollare bene e braccia e incollate il tutto , se dovete fare delle semplici bamboline potete farle anche solo con la carta piegando all’inzio della gonna per farle stare in piedi, se utilizzate la bambola per fare da porta dolcetto o poesia dovete fare le braccia lunghe e orizzontali per poi avvolgerle intorno al cioccolato o pergamena, in questo caso un tronki!

Nel caso vedete che la bambolina cade, soprattutto se l’oggetto da portare e’ pesante o grande incollate su cartone di recupero la bambolina creata, piegando sempre all’inizio della gonna, e le parti per farla stare seduta, quindi gambe, braccia per avvolgere l’oggetto, se ancora non basta dietro potete mettere un triangolo creato con il cartone di recupero e incollato nella schiena della bambolina, in questo caso fara’ da appoggio (come l’appoggio dietro le cornici per capire meglio)

DAVVERO MOLTO DIVERTENTE, CREATIVO E…DI RICICLO, CHE NE PENSATE?

Se volete vedere altri lavori per ricilare riviste li potete trovare

L’ALBERO DELLE LETTERE con tappi di bottiglia e riviste

ARTE BAMBINI (piccolini e grandi) COLLAGE RIVISTE RITAGLIO E INCOLLO riciclando

GIOCARE ALLO SCRITTORE-FUMETTISTA (riciclando riviste)

LA PIGNATTA PER COMPLEANNI E LA CARTAPESTA

GIOCHIAMO CON LE RIVISTA DELLE MAMME crea facce buffe

IL PUZZLE RICICLATO