Nuovo lavoretto o piccolo esperimento che permetterà sia di lavorare solo con i colori primari che creare dei veri arcobaleni di colore.

Come?

Materiali:

Carta scottex

Pennarelli

Acqua e contenitori (anche bicchieri di plastica)

Come si fa: colorate con i pennarelli il foglio di carta piegato, mettete nell’acqua e vedrete i colori spostarsi anche sopra come da video

Per le spiegazioni per non darle troppo complicate possiamo dire che la carta assorbente permette all’acqua di entrare, è costituita da fibre vegetali che hanno numerosi capillari nella loro struttura attraverso cui l’acqua può sollevarsi. Più sottile è il capillare, maggiore è l’acqua che sale, cercando di bilanciare la differenza di pressione. L’acqua si sposta quindi verso l’alto attraverso il materiale, sollevando le molecole di colorante con esso.

Ovviamente per far vedere meglio l’ effetto di capillarità potete farlo mettendo più contenitori vicini con acqua e colorante e mettendo poi su ogni bicchiere della carta che va da un bicchiere all’altro

CIAO A TUTTI, oggi voglio farvi vedere un esperimento davvero semplice ma di grande effetto.

Per prima cosa versate della sabbia nell’acqua e osservate, la sabbia rimane sotto l’acqua ferma se la spostate poi si deposita di nuovo

Ora proveremo a raggruppare la sabbia

Le sole cose chen serviranno sono:

Contenitore con acqua

Spray scarpe impermeabilizzante (resistente all’acqua)

Sabbia

Come si fa

Spruzzate lo spray nella sabbia e mescolare bene. Prendere poi la sabbia e gettarne poco per volta nell’acqua

Cosa succede:

Lo spray impermeabilizzante contiene delle sostanze che hanno “paura” dell’acqua e sono chiamate idrofobiche. Respingono quindi l’acqua e impediscono alla sabbia di bagnarsi. Quando si versa la sabbia trattata nell’acqua, si forma uno strato d’aria tra loro. Ciò consente alla sabbia rimanere asciutta

Video qui

Ciao a tutti, chi segue la pagina Facebook sa che ogni tanto pubblico dei video miei (a questo proposito ho un canale dove non ho ancora pubblicato tutto ma trovate comunque diversi lavoretti, se volete iscrivervi vi lascio il link qui

E altri trovati in rete dove ovviamente cito sempre l’autore, che dovrebbe essere una cosa ovvia ma in rete purtroppo non è cosi.

Per questo progetto avremo bisogno di:

Un paio di cucchiai di zucchero

Un paio di bicarbonato

Alcol q.b.

Sabbia

All’Interno di un grosso oppure per terra all’esterno versare dell’alcol sulla sabbia. Mescolare il composto di zucchero e bicarbonato e versarlo sopra.

Dare fuoco, in questo passaggio fare molta attenzione, non è possibile farlo fare ai bambini. Che cosa succede? Guardate il video qui sotto , le dosi sono leggermente diverse ma altrettanto efficaci

Per una spiegazione scientifica per i bambini potete dire che il calore generato dalla combustione dell’alcol fa sciogliere lo zucchero, fa decomporre il bicarbonato, in questo modo viene liberata anidride carbonica, quel ringonfiamento è costituito proprio da zucchero fuso mescolato a carbone (generato appunto dalla combustione) e gonfiato da anidride carbonica.
Non si generano gas tossici o fumi, solo un odore di zucchero bruciato, un po’ come quando fate il caramello

Ciao a tutti, vi lascio velocemente una storiella-filastrocca a tema coniglio con piccolo lavoretto, si scarica qui sotto in pdf

Ciao a tutti, classica storia, la cicala e la formica però in rima!

Si può scaricare qui sotto l’immagine in pdf, questa come altre che metterò provengono da un libro molto, molto vecchio quindi è difficile anche risalire all’autore

La trovo comunque meravigliosa!

Si scarica qui

Ciao a tutti, tempo fa ho pubblicato sulla pagina Facebook lo splendido compito della maestra Caterina Privitera ai suoi alunni, che meraviglia, vero?
Testo proposta: Cari bambini, oggi vi propongo un lavoro di arte, motoria, pazienza e fantasia 😉 Provate a fare insieme ad un adulto un impasto per focaccia (vi metto una ricetta semplice e consiglio di aggiungere nell’impasto un po’ di olio) e poi decorate sopra come fosse un disegno di primavera. Vi metto foto della focaccia di una mia amica, che mi ha concesso di mostrarvi la sua opera d’arte “Prato fiorito”, e quella fatta da mio marito “Il mulino”: prendete spunto ed inventate voi. Mostratemi in foto i vostri lavori ultimati. Per chi vuole osare, allego degli esempi di vere e proprie opere d’arte riprodotte sulla focaccia, ma non vi chiedo di arrivare a tanto: ammiratene la bellezza. Vi lascio 15 gg di tempo per la consegna, così avete modo di acquistare tutti gli ingredienti utili e di trovare un po’ di tempo da dedicare. Buon divertimento e buona degustazione.
Ricetta:
Ingredienti:

  • 250 g farina manitoba
  • 250 g farina 00
  • 360 g acqua
  • 10 g lievito di birra
  • un pizzico di sale
    Procedimento:
  • impastare tutto insieme e far riposare 2 ore
  • stendere in una teglia e decorare a piacere con verdure crude
  • spolverizzare con sale, origano e un filo d’olio
  • infornare: forno statico 180 gradi per 40 minuti circa

Qui alcune foto

Vi faccio vedere agli splendidi lavori fatti dai bimbi della maestra Antonella Zona che ha dato lo stesso compito.

Qui sotto della vera arte presa qui,

https://m.facebook.com/corsidarte/posts/?ref=page_internal

come vedete replica la notte stellata di Van Gogh, Frida, il bacio di Klimt

Qui l’urlo di Munch

https://news-artnet-com.cdn.ampproject.org/c/s/news.artnet.com/art-world/viral-focaccia-art-inspired-vincent-van-gogh-1867722/amp-page

Che ne dite, ci proverete anche voi?

Ciao a tutti, nuovo esperimento scientifico, l’ho fatto davvero tante volte e piace sempre moltissimo, ci tengo a precisare che non si tratta di nessuna collaborazione o pubblicità, semplicemente non avevo foto recenti dell’esperimento e ho preferito mettere un video per capire meglio

Contenitore o piatto

Latte

Coloranti alimentari

Sapone liquido per piatti

Cotton fioc

Come si fa:

Versa un po’ di latte in un contenitore o piatto, aggiungi delle gocce di colorante alimentare al centro. Bagna il cotton fioc nel sapone per piatti e appoggiarlo al centro del piatto (dove ci sono le gocce di colore). MAGIA

Che cosa succede?

Potrei stare a parlarvi delle molecole, del fatto che il segreto dei colori esplosivi sta nella chimica della goccia di sapone perche’ come altri oli, il grasso del latte è una molecola non polare o del come si contorcono le molecole di latte o come quelle del sapone rincorrono ma per far capire in parole semplici ai più piccoli diciamo che: Il latte contiene grassi e il colorante alimentare galleggia sopra il grasso. Il grasso è collegato “da dei legami”, le molecole. Pensate come se i pezzetti di grasso si tenessero per mano. I saponi per piatti sono usati su piatti grassi o oleosi perché spezzano i legami nei grassi permettendo loro di separarsi. Quando aggiungi il detersivo per piatti al latte, il grasso si separa e si muove creando la tua magica arte del latte!

Un più alto contenuto di grassi produce una migliore esplosione di colore perche’ c’è più grasso da combinare con le molecole, io comunque uso latte parziale mente scremato e funziona benissimo lo stesso!

Qui sotto una video-dimostrazione

ALGORITMO

Ciao a tutti, oggi con questo post vi voglio parlare di ALGORITMI, questo perché parliamo un sacco di coding e programmazione, soprattutto utilizzando la pixel art ma non ne abbiamo ancora mai parlato come argomento principale.

Un algoritmo è un procedimento che risolve un PROBLEMA attraverso un numero finito di passi, (delle sequenze e quindi l’ordine dei passaggi di un algoritmo) che devono necessariamente essere elementari e chiari in un tempo ragionevole. Il primo a parlarne fu un matematico persiano.

Un esempio chiaro e semplice di algoritmo lo possiamo trovare anche in cucina, con una ricetta ad esempio, a patto chei passi da fare siano chiaramente descritti e non ambigui (ad esempio se all’interno della ricetta è presente una ganache al cioccolato ma non è scritto come prepararla non va bene, perché non è descritto il procedimento di fondere il cioccolato ecc)

Parlando di informatica inizialmente un algoritmo può essere descritto attraverso l’uso di un diagramma di flusso, successivamente, nella fase di PROGRAMMAZIONE l’algoritmo verrà tradotto in LINGUAGGIO DI PROGRAMMAZIONE a opera di un PROGRAMMATORE sotto forma di CODICE SORGENTE, dando vita in questo modo al PROGRAMMA

In matematica, in generale, un algoritmo riceve un insieme di valori (dati) in input e ne genera uno in output (soluzione).

Ora che abbiamo parlato in modo veramente semplice ed elementare di cosa sia un algoritmo procediamo con l’esempio (che è possibile scaricare e provare )

FINTO GELATO AL cioccolato

Per 2 persone

Ingredienti:

2 banane

2 cucchiai di cacao amaro

1 cucchiaio di zucchero

Procedimento

1 sbuccia le banane e tagliale a rondelle di 1 centimetro

2 metti le banane in congelatore per 2 ore

3 togli le banane dal congelatore e mettile in un frullatore con i 2 cucchiai di cacao amaro e il cucchiaio di zucchero.

4 frulla tutto per 2 minuti

5 Togli dal frullatore e servi il gelato ottenuto.

Lo potete scaricare qui, presto altri giochi a tema

Ovviamente la ricetta può essere “modificata” a piacere, ho cercato di essere più precisa possibile per far capire l’algoritmo ma ovviamente se amano mettere un cucchiaio di zucchero in più o usare 3 banane al posto di 2 possono farlo. Stessa cosa per il tagli di un centimetro, possono tagliare con tranquillità anche pezzi più grandi.

Ciao a tutti, inizia a sentirsi l’estate, il caldo e anche i lavoretti possono prendere una piega più “estiva” . Tempo fa abbiamo visto i pesci in tanti modi diversi qui https://www.crearegiocando.it/2019/09/03/lavoretti-creativi-pesci/

Oggi vediamo come creare dei curiosi polpi in diversi modi

  1. Per prima cosa vi propongo questo simpatico lavoretto, dove i tentacoli sono creati con le classiche “catenelle di carta” Io le avevo già utilizzate qui (https://www.crearegiocando.it/2016/08/20/la-danza-del-serpente-il-serpente-irriverente-2-canzoni-costruzione-e-gioco-con-la-coda/

fonte

Come vedete è molto semplice, fatto con cartoncino di colore viola. Per le catenelle dovrete appunto fare dei rettangolini che chiuderete con la graffettatrice (ma anche colla o nastro adesivo) e chiuderne uno dentro l’altro.

2.Un cerchio di carta colorato, dei buchi da dove passano dei fili di lana, il secondo polpo è da “addobbare” come una collana, con tante perline colorate! Per tenere il filo di lana dietro basta del nastro adesivo resistente, se i fori invece non sono troppo grossi potete annodare

fonte

3. Rotoli di scottex e fantasia, qui con una piccola storiella da stampare 

IL POLPO (RICICLO ROTOLI SCOTTEX) con filastrocca a tema, libri e colori primari

 

4. Piatto di carta, buchi per far passare il filo di lana e occhietti grandi mobili (facoltativi) per questi polpi coloratissimi

fonte

Altra versione

fonte

5. Come dipingere una medusa in 5 passaggi

fonte

6. Utilizzando un vecchio cd, ricoperto in stoffa oppure utilizzando carta di riciclo incollata, tentacoli in nastro ma vanno benissimo in carta, meglio ancora quella di riciclo delle stelle filanti, la buttate, no vero?

fonte

7. Come disegnare un polpo

8. Un polpo già disegnato per i vostri progetti creativi, lo potete scaricare sotto in pdf

SI SCARICA QUI

PER ALTRI LAVORETTI COME QUESTI QUI CE NE SONO ALTRE 4 VERSIONI https://www.crearegiocando.it/2019/07/05/il-polpo-lavoretto-5-versioni/

Come detto avevo l’Italia fisica solo nel quaderno e ora ho fatto nuovamente i codici per condividerla con voi.

Si scarica qui. ATTENZIONE come per l’altra avevo fatto delle modifiche per poterla mettere come copertina, quindi se utilizzate 2 facciate di quaderno ci state comodi ma la Sicilia va tagliata e spostata al posto giusto, così come la Sardegna

Si scarica qui

Per Italia Politica qui ITALIA POLITICA IN PIXEL ART

per puzzle italia grande qui PUZZLE ITALIA GRANDE DA TAGLIARE, COLORARE E…GIOCARE

per puzzle quaderno qui L’ITALIA IN UN PUZZLE PER IMPARARE REGIONI E POSIZIONI (per quaderno)