CIAO A TUTTI, come sapete oltre all’ arte e alla lettura amo i giochi matematici in genere… e’ da un po’ che volevo fare questo post e cosi’ oggi visto che ho un bel video a dimostrazione ve lo propongo ūüôā

Conoscete il paradosso di Curry? E’ chiamato cosi’ proprio perche’ fu Curry (prestigiatore di New York) a scoprirlo (almeno da quel che dichiaro’ Martin Gardner , di cui abbiamo parlato qui¬†IL GIOCO DEI CONIGLI MARTIN GARDNER con problema da risolvere magicamente¬†oppure qui¬†MARTIN GARDNER e il ROMPICAPO DEI PENTAMINI¬†e ancora qui¬†MARTIN GARDNER giochi matematici IL TANGRAM

Le due figure sono composte da stessi quadretti di uguale superficie, come si può constatare contando i quadrati della griglia.

Sono due triangoli con base ed altezza identiche e oltre tutto ¬†hanno la stessa area, da qui il paradosso, come mai nel sencondo triangolo il quadratino e’ scomparso??? Perche’¬†la somma di quantit√† uguali d√† risultati differenti?

In realt√†, le due figure non sono davvero triangoli, ma sembrano tali per un effetto ottico, nella reala’ sono quadrilateri (il primo con l’angolo maggiore di 180¬į , il secondo invece con l’angolo minore di 180¬į. nel video fatto poi molto bene si capisce perfettamente dove vada a finire il quadratino scomparso!

Per la seconda immagine e’ la stessa cosa, cosi’ come nel gioco che avrete gia’ visto del cioccolato dove scompare un quadrato, anche li in realta’ non scompare (sotto un altro video preso qui¬†da you tube per capire meglio)

 

300px-Missing_square_puzzle.svg

mettere

qui sotto nel video preso da wikimedia si capisce molto meglio la spiegazione!!!!

 

 

Ciao a tutti, oggi voglio darvi un altro simpatico gioco di Martin Gardner, questa volta l’immagine la ho presa da¬†Qui¬†inizialmente volevo modificarla in 2 modi uno a colori (tutti di giallo) e l’altra lasciandola in bianco e nero per farla colorare ai bambini (come da originale) ma un po’ piu’ grande, alla fine hi deciso di lasciarla in bianco d nero cos√¨ potranno o colorare come vogliono una volta risolto il problema oppure secondo delle vostre direttive

COME NOTATE DALLE IMMAGINI SOTTO SE TAGLIAMO I RETTANGOLI A E B E LI CAMBIAMO DI POSTO AL posto di vedere tutti coniglietti uscirà anche un ovetto!

Quindi il problema da dare ai bambini che mi √® venuto in mente puo’ essere questo

Nella fattoria di Nella ci sono molti animali e in particolare troviamo ben 20 conigli, di questi 20 però  9 sono andati a passare le vacanze nella fattoria dei vicini quanti conigli rimangono nella fattoria?

Loro risponderanno 11, a questo punto date la scheda e fateli contare, ma dite che non √® ancora finita perche’ 1 si √® nascosto molto bene e precisamente dietro un ovetto

Ora in tutto quanti conigli ci sono nella fattoria di Nella?? 

A questo punto sta a voi chiedere ai bambini come possono fare secondo loro a far nascondere un coniglio una volta tagliati i 2 rettangoli o semplicemente potete fare vedere il lavoro e anche come magicamente cambiando il posto alle immagini 1 coniglio si sia trasformato in uovo (era infatti mascosto li)

Ora possono colorare e attaccare i conigli nel quaderno!!!

Scaricate qua

CONIGLI GARDNER

Spero che il gioco vi sia piaciuto, a me molto alla prossima

 

ciao a tutti!!!!!!!!!!!

Lo conoscete Martin Gardner???? Io direi che davvero adoro il suo lavoro, come vi dicevo per Escher e Penrose tempo fa anche i giochi matematici di Gardner oltre a replicarli spesso mi piacciono moltissimo, sono istruttivi e permettono di imparare molto anche ai piu’ piccini…ma partiamo con ordine…

Martin Gardner nasce in Oklahoma, figlio di un geologo che lo¬†introduce al mondo dell’illusionismo. Nel giro di poco tempo Gardner inizia a inventare ¬†trucchi, propri e a sedici anni inizia a collaborare alla rivista di magia The Sphinx.¬†Nel 1935¬†pubblica¬†Match-ic, il suo primo libro, una raccolta di trucchi magici ¬†fatti con i fiammiferi.Nel 1947¬†divenne uno degli editori del magazine Humpty Dumpty¬†Nei successivi 30 anni ¬†pubblic√≤ articoli nella rubrica “Giochi matematici”

Oggi vi voglio parlare di un gioco che ho replicato e che si chiama TANGRAM, Gardner ne ha ampiamente parlato e forse ci avrete giocato in passato.

IL TANGRAM ha origini cinesi e il nome significa le sette pietre della saggezza

 

√ą costituito da sette tavolette (dette tan) inizialmente disposte a formare un quadrato.I sette tan sono due TRIANGOLI RETTANGOLI¬†¬†GRANDI, UNO MEDIO, DUE PICCOLI, ¬†UN QUADRATO¬†ed un PARALLELOGRAMMA. Lo scopo del puzzle √® quello di formare una figura utilizzando tutti i pezzi senza sovrapposizioni. Altre varianti del gioco prevedono la FORMAZIONE DI FIGURE CON I SOLI PEZZI DEL PUZZLE e credetemi se vi dico che sono tantissime!!!!!!!.

Bando alle ciancie, qui sotto potete scaricare la mia versione del tangram e vedere e salvare la pagina di alcune delle figure che potete ricavare, ma ne esistono veramente tantissime che potete provare a fare e scoprire da soli

UNA VOLTA SCARICATA LA PAGINA TROVERETE 2 TANGRAM VERSIONE PICCOLA E VERSIONE PIU’ GRANDE, POTETE TAGLIARE I PEZZI E INCOLLARLI A CARTONE DI RECUPERO OPPURE PLASTIFICARLI

tangram-da-stampare

IL GIOCO CONSISTE O SUL MESCOLARE I PEZZI E RIFARE IL PUZZLE FORMANDO UN GROSSO QUADRATO OPPURE FORMARE TANTISSIME FIGURE!!!!!!!

SPERO VI PIACCIA, A PRESTO!!!!!!!

 

le figure.jpg