20161106_131610
Ciao a tutti!!! Oggi vi voglio dare una ricetta semplicissima e veramente velocissima, come avrete visto ultimamente ho pubblicato poche ricette, questo perché  ho ancora la macchina fotografica rotta e  la fotocamera del telefonino che come qualità  è veramente bassa, oltre tutto ci sono talmente tanti siti spettacolari da dove prendere ricette che evitavo di mettere le più banali, poi ci ho ripensato 1 perché con i bimbi i piatti semplici e veloci sono più ricercati, tra l’altro visto non  seguo Mai ricette alla lettera ce ne saranno anche di particolari e 2 perche’ vi devo fare vedere tanti bei giochi da fare con i semi della zucca e visto il periodo è ancora questo ne approfittiamo, ma bando alle ciance e iniziamo

ingredienti

pasta (io ho usato questa come vedete dalla foto) PICCOLINI 

PER IL SUGO

1 ZUCCA PICCOLA

LATTE

PROSCIUTTO COTTO

CIPOLLA O POCO AGLIO (FACOLTATIVI)

(FACOLTATIVI FUNGHI, se ne avete di gia’ pronti ci stanno bene)

Per prima cosa lessate la zucca in acqua salata, io non la ho messa in forno o intera come molti fanno ma ho deciso questa volta di tagliarla così da accelerare i tempi di cottura.

Una volta che la zucca è quasi cotta mettere a bollire anche l’acqua Per la pasta.

Scolate la zucca e schiacciatela bene con una forchetta (ovviamente se è troppa usatene mezza) aggiungete un po’di latte e aggiustate di sale, mettete un po’ sul fuoco (SE DECIDETE DI USARE ANCHE CIPOLLA, AGLIO OPPURE I FUNGHI METTETE PRIMA IN PADELLA CON POCO OLIO A DORARE PRIMA DI AGGIUNGERE LA ZUCCA SCHIACCIATA e alla fine il  cotto tagliato a pezzettini.

Scolate anche la pasta e mangiate!!!!! Velocissimo, ma da leccarsi i baffi 😀


CIAO tutti, oggi altra gioco-storia questa volta ancora a tema sassi!! Ok sono esagerata lo so, ma i sassi li adoro proprio, tutto l’ inverno si usano materiali che si han in casa (anche se ne ho sempre di scorta) ma d’estate o comunque appena finita che sia mare o montagna ci si può davvero sbizzarrire…

Ecco voi lo squalo affamato

Materiali necessari sassi, fantasia, acquerelli o tempere e storia che potete leggere qui sotto piu’ personaggi stampabili (sempre sotto)

PER PRIMA COSA STAMPATE E INCOLLATE SU CARTONCINO I PERSONAGGI DELLA STORIA CHE TROVATE

qui lo-squalo-affamato-personaggi

a questo punto leggete la storia presentando ai bimbi i personaggi:

C’era una volta uno squalo, chiamato Squiddi (proprio come il personaggio di spongeboob) questo Squalo era molto educato, salutava tutti nella loro cittadina Sea in fondo al mare dove era rispettato ma in realtà  avevano un po’ paura di lui, vuoi perché era uno squalo ma soprattutto per un altro motivo….lui aveva sempre tanta fame!!!

Trovare cibo nella loro cittadina non era affar sempice anche perche’ il sapore delle alghe non piaceva al nostro amico mangione e soprattutto non sapeva cucinare proprio niente!!! Tutti a turno cercavano di invitarlo a pranzo o cena per paura che un giorno o l’altro potessero diventare loro stessi il pasto di Squiddi!

Proprio per questo un bel pesce palla chiamato Martino decise di invitare il granchio Doroteo, famoso chef stellato della vicina cittadina nella loro zona, aveva infatti pensato di organizzare un corso di cucina! Ora non restava altro da fare che attendere Squiddi , ma bisognava si presentasse alle lezioni di sua spontanea volontà il che era bizzarro visto ripeteva spesso di essere negato in cucina!!

Questo pero’ avvenne prima del previsto in quanto Doroteo cucinava prelibatezze nella casa di Martino (dove avevano allestito una fantastica cucina per il corso) che era poco distante da quella di Squiddi (che puntualmente si autoinvitava a cena) e con quel profumino.. e fu cosi che Doroteo insegno’ i suoi segreti a Squiddi che in poco tempo imparo’ a cucinare le alghe fritte con il formaggio e la pizza!!

Una settimana dopo all’esame finale Squiddi preparò proprio queste 2 squisitezze, che ne dite di dargli una mano a prepararle per essere promosso????

20160710_170540

A questo punto prendete sassi e gli acquerelli o tempere e preparate le alghe (basteranno dei piccoli sassolini da colorare di verde), il formaggio (sassolini gialli a cui se volete potete fare dei buchi per farli simili al groviera) la pizza (Sassi colorati marroncino per la crosta, rosso per il pomodoro con delle macchie bianche per la mozzarella)

Ora fateli asciugare (staranno pochissimo) e poi prendete delle pentoline dei giochi o dei piccoli contenitori come i vasetti e “cucinate” il tutto. A questo punto raccontate la conclusione della storia

….LO chef stellato rimase sorpreso dalla velocità che impiegò Squiddi a preparare i piatti e soprattutto rimase estasiato dalla loro bontà e oltre ad essere promosso propose a Squiddi di aprire un piccolo ristorante nella loro zona e credetemi se vi dico che ancora adesso Squiddi è uno dei migliri chef che abbiano mai lavorato a Sea!!!!

20160710_170609

Spero che vi sia piaciuta, a presto!!!!