20180417_192248.jpg

Ciao a tutti, chi segue la  nostra pagina su facebook avra’ sicuramente visto che ho codiviso un video molto simpatico dove i piu’ piccoli pitturavano su una specie di tela-cavalletto fatto di cartone, subito mi e’ venuta in mente la scatola della pizza (che in passato ho ampiamente utilizzato) e cosi’ ho replicato l’idea, l’unica differenza e’ che nel video originale (che non riesco a condividere qui ma come dicevo potete vedere nella pagina) la parte sotto e’ fatta lo stesso in cartone, qui utilizzando i 2 lati sotto rimane vuoto…ma viene molto bella, ora vi faccio vedere come la ho semplicissimamente piegata

Per prima cosa prendere una scatola (ovviamente nuova sarebbe meglio ma e’ possibile utilizzare riciclando anche quelle gia’ utilizzate, a patto che non siano troppo unte, per evenutali piccole macchie dopo vi faro’ vedere come ho fatto io)

piegate i bordi interni  dalla parte esterna, giratelo come un cavalletto.

A questo punto mettete del nastro adesivo sotto nel bordo cosi’ da fissare ulteriormente e non fare muovere il cavalletto mentre si dipinge 🙂

Come vi dicevo se il cartone di riciclo dovesse essere un po’ unto dopo aver bene pulito eventuali tracce di cibo attacchiamo con il nastro biadesivo un paio di fogli (va bene anche nastro adesivo normale) e ora……………

DIPINGIAMO!!!!!!!

Domani aggiungero’ anche la foto colorata 🙂 a presto


CIAO tutti, oggi altra gioco-storia questa volta ancora a tema sassi!! Ok sono esagerata lo so, ma i sassi li adoro proprio, tutto l’ inverno si usano materiali che si han in casa (anche se ne ho sempre di scorta) ma d’estate o comunque appena finita che sia mare o montagna ci si può davvero sbizzarrire…

Ecco voi lo squalo affamato

Materiali necessari sassi, fantasia, acquerelli o tempere e storia che potete leggere qui sotto piu’ personaggi stampabili (sempre sotto)

PER PRIMA COSA STAMPATE E INCOLLATE SU CARTONCINO I PERSONAGGI DELLA STORIA CHE TROVATE

qui lo-squalo-affamato-personaggi

a questo punto leggete la storia presentando ai bimbi i personaggi:

C’era una volta uno squalo, chiamato Squiddi (proprio come il personaggio di spongeboob) questo Squalo era molto educato, salutava tutti nella loro cittadina Sea in fondo al mare dove era rispettato ma in realtà  avevano un po’ paura di lui, vuoi perché era uno squalo ma soprattutto per un altro motivo….lui aveva sempre tanta fame!!!

Trovare cibo nella loro cittadina non era affar sempice anche perche’ il sapore delle alghe non piaceva al nostro amico mangione e soprattutto non sapeva cucinare proprio niente!!! Tutti a turno cercavano di invitarlo a pranzo o cena per paura che un giorno o l’altro potessero diventare loro stessi il pasto di Squiddi!

Proprio per questo un bel pesce palla chiamato Martino decise di invitare il granchio Doroteo, famoso chef stellato della vicina cittadina nella loro zona, aveva infatti pensato di organizzare un corso di cucina! Ora non restava altro da fare che attendere Squiddi , ma bisognava si presentasse alle lezioni di sua spontanea volontà il che era bizzarro visto ripeteva spesso di essere negato in cucina!!

Questo pero’ avvenne prima del previsto in quanto Doroteo cucinava prelibatezze nella casa di Martino (dove avevano allestito una fantastica cucina per il corso) che era poco distante da quella di Squiddi (che puntualmente si autoinvitava a cena) e con quel profumino.. e fu cosi che Doroteo insegno’ i suoi segreti a Squiddi che in poco tempo imparo’ a cucinare le alghe fritte con il formaggio e la pizza!!

Una settimana dopo all’esame finale Squiddi preparò proprio queste 2 squisitezze, che ne dite di dargli una mano a prepararle per essere promosso????

20160710_170540

A questo punto prendete sassi e gli acquerelli o tempere e preparate le alghe (basteranno dei piccoli sassolini da colorare di verde), il formaggio (sassolini gialli a cui se volete potete fare dei buchi per farli simili al groviera) la pizza (Sassi colorati marroncino per la crosta, rosso per il pomodoro con delle macchie bianche per la mozzarella)

Ora fateli asciugare (staranno pochissimo) e poi prendete delle pentoline dei giochi o dei piccoli contenitori come i vasetti e “cucinate” il tutto. A questo punto raccontate la conclusione della storia

….LO chef stellato rimase sorpreso dalla velocità che impiegò Squiddi a preparare i piatti e soprattutto rimase estasiato dalla loro bontà e oltre ad essere promosso propose a Squiddi di aprire un piccolo ristorante nella loro zona e credetemi se vi dico che ancora adesso Squiddi è uno dei migliri chef che abbiano mai lavorato a Sea!!!!

20160710_170609

Spero che vi sia piaciuta, a presto!!!!

 

pizzaCiao a tutti, oggi vi lascio uno stampabile che ho fatto qualche tempo fa per costruire una pizza, vi ho gia’ messo dei triangoli come prosciutto, dei quadrati come formaggio e dei tondi come salame, per ultimo ovali come basilico!!

Per i rettangoli ho pensato di farli abbastanza fini da avanzi di carta da usare come mozzarella!!!! Noi li facciamo proprio finetti tipo questi per capirsi ma se volete fare capire meglio le forme li potete fare piu’ grossi

TUTTO CIO’ CHE SERVE E’ LO STAMPABILE CHE TROVATE QUI SOTTO

pizza

(se il gioco vi piace consiglio per giocare altre volte di incollare i pezzi in cartone di recupero per renderli piu’ solidi oppure plastificarli)

Il gioco e’ gia’ simpatico di per se oltre che adatto sia ai piccoli che ai piu’ grandi (per i quali ho pensato a un gioco a dadi)

PER I PIU’ GRANDI: aggiungiamo un dado e seguiamo le regole qui sotto

stampate tante copie quanti sono i giocatori (es. 2 giocatori, 2 copie ecc)

mettete al centro i pezzi, dando un numero a ogni ingrediente

1.mozzarella

2prosciutto cotto

3 formaggio a fette

4salame

5 TOGLI UN INGREDIENTE a scelta dell’altro giocatore

6foglia di basilico

se volete che il gioco sia piu’ breve potete scegliere di mettere meno ingredienti (es. 2 o 4 foglie di basilico, salame ecc)

naturalmente vince chi per primo riesce a creare la sua pizza!!!!!!

 

pizzetteCiao a tutti!!!! Oggi vi voglio dare un’altra ricetta che come al solito nasce da una delle mie prove in cucina! Chi mi conosce infatti sa che io oltre a fare prove o sughi dell’ultimo minuto ho un grosso difetto cioè quello di non riuscire a seguire le ricette alla lettera, è più forte di me, magari compro le cose che sono segnate ricordandomi tutto ma puntualmente devo mettere del mio che consiste in cambiare le dosi o omettere o aggiungere qualche ingrediente!!!

Le pizzette di cui vi parlo oggi invece nascono dal fatto che volevo fare delle pizze come aperitivo prima di cena e come vi ho fatto vedere tempo fa ogni tanto faccio queste

LE PIZZETTE ORSETTO PRONTE IN 5 MINUTI (padella)

Ma volevo cambiare e farle piu “rustiche” e così ho fatto una prova e devo dire che sono venute molto buone e da allora ogni tanto le preparo!!!! Nelle foto trovate 2 versioni, una fatta molto velocemente senza tirare la pasta con il mattarello e senza dargli una forma tonda ma semplicemente schiacciando la pasta con le mani (ve lo avevo detto che le volevo molto rustiche) mentre l ‘altra con il mattarello tagliando poi la forma con il tagliabiscotti, ma veniamo alla ricetta

1 BICCHIERE DI FARINA OO

1 BICCHIERE DI FARINA INTEGRALE

1 BICCHIERE DI PANGRATTATO

1-2 CUCCHIAI DI OLIO

ACQUA Q.B. (CIRCA 1 BICCHIERE COLMO)

SALE

PREPARAZIONE:

Mescolate le farine con il pangrattato e il sale, aggiungete l’ olio e l’acqua poco alla volta fino a che avrete inglobato tutta la parte secca.

L’impasto ha la consistenza più delle polpette che della pasta per pizza per capirsi ma è perfetto sia da tirare con il mattarello che per le formine! Io come avete visto sia nella versione rustica (ormai la chiamo così 😀) che nell altra ho dato “l’impronta” delle formine senza schiacciare a fondo per tagliare ma solo per fare il disegno e hanno avuto un successone

 

Vanno cotte in padella, senza aggiunta di olio, poco tempo 1-2 minuti per lato, vengono morbide e gustose!!!!!!!!!

le foto come sempre non sono delle migliori (oltre tutto me le ha girate o.O) ma quando cabiero’ macchina fotografica vedro’ di provvedere ad aggiungerne anche per vedere meglio i colori (la pasta comunque essendo anche integrale e col pane grattato che gli da morbidezza e’ del colore dell’ultima foto)

 

pizzzzz.jpg

Ciao a tutti, oggi ricettina super velocissima, perfetta nel caso di ospiti inattesi come aperitivo!

Tutto ciò che ho usato è

FARINA

ACQUA

SALE

A volte ho usato la farina autolievitante ma sono venute perfette anche con quella normale!

Per le dosi vado sempre a occhio, prima metto farina e sale mescolo e aggiungo acqua a poco a poco, non serve far riposare l’impasto e nemmeno star tanto tempo a impastare. Stendere l impasto e fate le forme con il tagliabiscotto

20160409_132706

Mettete in padella 5 minuti, circa 3 min per lato, mettete un filo di olio, ma anche senza son perfette

20160409_133007.jpg

Condite a piacere, io ho messo pesto ma sono buone in tutti i modi, come occhietti ho messo dei chiodi di garofano, che tra l altro sbriciolato sul pesto danno un sapore davvero buono!