Ciao a a tutti, è un po’ che non metto un post un pochino “artistico” e così oggi vi voglio far vedere un semplice paesaggio notturno con gli acquerelli.

Come vedete è molto semplice, tutto ciò che vi servirà è:

-acquerelli

-fogli

-carta oro dei cioccolatini (facoltativa)

-un pennello da buttare con poche setole o anche schiacciate

Come si fa: per prima cosa iniziamo a creare il cielo, utilizzando il colore blu e usando il pennello formando dei piccoli cerchi, in un angolo usate il giallo per la Luna, subito dopo il prato usando diverse tonalità di verde e usando il pennello a strisce abbastanza lunghe. Lasciamo asciugare (ci vorrà pochissimo) con un colore scuro mettiamo degli steli per i fiori e usando il pennello da buttare con colori accesi come il rosso e schiacciando nel foglio creiamo i fiori.

Facoltativo con la colla usando la carta dei cioccolatini color oro o argento creiamo dei punti luce come ad esempio la Luna o dei fiori (nel mio caso)

La parte particolare è la scritta che viene dopo, infatti ho creato una piccola poesia che descrive lo scenario e la cosa simpatica è che è vista con gli occhi di un piccolo insetto (che poi andrà creato con il cartone di recupero. Ogni bambino può pensare a un insetto a piacere e poi una volta creato incollarlo con la piccola poesia a lato del dipinto. Vi assicuro che è davvero divertente e la fantasia…non ha limiti!

la poesia è questa

e si scarica qui sotto in pdf

Divertente e creativo

Ciao a tutti, leggermente in ritardo il lavoro di quest’anno ma immagino ne abbiate potuti vedere degli altri qui

FESTA DELLA MAMMA, MOTHER’S DAY LAVORETTI

Per il lavoretto di oggi non potevo non utilizzare la stessa carta dei cioccolatini che ho utilizzato qui 

 

TUTANKHAMON oro riciclo carta cioccolatini con stampabile

o qui

 

RITRATTO DI ADELE BLOCH BAUER di KLIMT (riciclo carta uova) più stampabile

Perfetto come riciclo questa carta (non serve dica il nome dei cioccolatini, lo avrete capito da soili, anche se ne esistono molti anche con carta rossa di altre marche meno conosciute) si presta a moltissimi lavoretti.

In mancanza di questa potete utilizzare la famosa foglia oro, conosciuta da e utilizzata almeno una volta da tutti gli hobbisti o amanti di lavori fai da te.

Con questo lavoretto ho fatto strappare o tagliare la carta dei cioccolatini in diversi pezzetti da incollare poi con una normale colla stick o vinilica e pennello. Una volta terminato il lavoro andrà tagliato il lingotto.

Per la parte sotto ho usato  del cartone potete usare quello della pasta o qualche tipo di cartone pressato per fare in modo di dare rigidità al biglietto. Per prendere la misura potete direttamente incollare la parte di biglietto con la poesia sopra il cartoncino. Se il cartone sotto è molto colorato (colori scuri) controllate prima che non si veda dalla parte sopra di poesia, questo dipende anche dalla grammatura dei fogli che usate per la stampa.

Ora incollate SOLO LA PARTE SUPERIORE del lingotto con la carta dorata sopra a quello con la poesia, in modo che si possa aprire e chiudere. 

Nella poesia ho voluto utilizzare la parola “arborizzato” per 2 ,motivi, uno la carta così utilizzata (a pezzetti anche sovrapposti riempiendo con precisone gli spazi) ricorda le venature di un albero (infatti il significato è: con venature di altri minerali in forma di ramificazioni arboree) e in secondo luogo mi piace utilizzare delle parole poco usate così da insegnare il significato in parole semplici.

Semplice ma fatto con amore e d’effetto assicurato.

si scarica qui:

LINGOTTO ORO CON FILASTROCCA

 

 

 

 

Ciao a tutti, oggi troverete da scaricare la filastrocca lupa di Tognolini con una pixel art per replicare il lupetto e piccolo lavoretto che consiste semplicemente nel far colorare la luna, tagliarla insieme al balloon con la scritta uuuuuuuuuuuu, per far ululare il lupo 🙂

Le 2 pagine si scaricano qui, come sempre si aprirà una tabella, dovete cliccare il lnk sotto per salvare in telefono, pc o tablet!

Le ho messe divise così nel caso siate interessati solo alla pixel art o alla filastrocca (magari facendo disegnare il lupo ed incollare il resto creando un paesaggio) potete  scarcare quel che vi interessa maggiormente

PIXEL ART LUPO GRIGLIA E CODICI

FILASTROCCA LUPO

Se volete cimentarvi anche nel lavoro di fumettisti ed usare altri balloon (nel gergo nuvoletta dove si scrivono frasi ecc) vi lascio a questo post

COME CREARE ED INVENTARE UN FUMETTO, LE SUE PARTI, PIU’ I BALLON DA SCARICARE

Stiamo preparando una simpatica storia con pixel art animali del bosco nello store, nel caso siate interessati potete aggiungere questo lavoro a quello, nel caso tornate a controllare tra qualche giorno.

IL LABORATORIO COMPLETO DI CAPPUCCETTO ROSSO, coding più pixel art 16 pagine totali

[ecwid_product id=”118864686″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

[ecwid_product id=”122995791″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

[ecwid_product id=”118875503″ display=”picture title price options addtobag” version=”2″ show_border=”1″ show_price_on_button=”1″ center_align=”1″]

Ciao a tutti,

come ormai chi ci segue sa bene ci divertiamo molto a trovare qualche piccolo lavoretto, gioco o filastrocca per tutti i libri.

Oggi ė la volta di un classico amatissimo, tra le fiabe più conosciute nel mondo e tramandate da generazioni, quindi per questo motivo non mi soffermo affatto sulla storia ma inizio subito con il lavoretto

Materiali necessari

1 sasso

Stampa del disegno e filastrocca che troverete qui pinocchio lavoro

pennarelli

matita e gomma

 

Come vedete la filastrocca fa cosi

 

Questo sassetto porta un berretto che ha fatto Geppetto tempo fa.

Il caro PInocchio di marachelle, ne ha fatte di belle,

ne parlan tutti nella città!

Con Barbarossa, il gatto e la volpe ha perso denaro in quantità ,

per non parlare dell’asinello che è diventato per non ascoltar papà,

Nella balena, lo ha poi ritrovato e gli ha promesso che buono diventerà

Con il grillo si ė confidato, mai piu bugie racconterà.

La fatina lo ha quindi aiutato, da burattino ė diventato bambino vero, proprio come sei tu

 

Vuoi aiutare la magia della fatina?

Lavoretto molto semplice, dopo aver letto la fiaba e la filastrocca per prima cosa dobbiamo disegnare il viso di Pinocchio su di un sasso ( al mare bellissima idea fare un piccolo teatrino pe ripercorrere la storia con i sassi che fanno da personaggi principali, presto vi farò vedere una versione con un altta storia) una volta fatto il viso parliamo delle principali bugie che ha raccontato e ogni volta allunghiamo un pochino il naso

Un altro modo ė di dare il sasso ad ogni bambino che allunghera’ il naso scrivendo nel retro il numero di bugie che ricorda, alla fine si ripercorromo tutte le bugie e va sistemato il naso (facoltativo)

Dopo avere fatto il lavoretto con il sasso Pinocchio in maniera molto semplice (come vedete essere il nostro in foto che però ha una bella particolarità, quella di essere leggermente in rilievo al centro dove noterete ho fatto il viso di PInocchio ) date lo stampabile al bambino  per aiutare la Fata Turchina a far diventare Pinocchio un bambino vero, per farlo dovrà creare una scia di magia incollando pezzetti di cartoncini avanzati e brillantini (tutto intorno alla polvere magica che ho gia’ messo  in scheda e a fianco dovrà disegnare e colorare pinocchio bambino Come vi dicevo molto semplice ma permette di comprendere la storia (parte delle bugie) e fare comunque un lavoro creativo.allo stesso tempo simpatico, bella idea anche di imparare la poesia per ricordare un piccolo riassunto della storia

20180405_223015-1024x768.jpg

CIAo a tutti, chi ci segue da tempo avrà visto diversi biglietti, poesie o lavoretti per la festa della mamma, oggi ve ne voglio proprio fare vedere uno davvero semplice, adatto anche ai piu piccoli da fare in piena autonomia

Materiali necessari

cartoncino ondulato

Scovolini

Fogli colorati

Colla

Forbici

occhietti

qualche piccola forma in feltro (facoltativo)

Come si fa:

materiali

Prendi un cartoncino ondulato, con un foglio colorato dai la forma di un vaso (come vedete non serve essere precisissimi) per fare il vaso piu’ simpatico attacca degli occhietti colorati e disegna la bocca con un bel sorriso, attaccala al cartoncino ricordandoti di inserire al centro uno scovolino verde piegato a meta’ (per fare gli steli) Per la corolla del fiore arrotola 2 scovolini colorati e attaccali con la colla

Con un quadrato di carta (o un post it) scrivi una dedica (se volete qualche idea per le poesie potete trovare diverse cose sotto questa categoria

FESTA DELLA MAMMA LAVORETTI

A questo punto il lavoro e’ finito, per renderlo piu’ carino potete attaccare qualche adesivo o formina (carina l’idea di usare delle fustelle con i cuoricini ad esempio

VISTO SIAMO NEL PERIODO DEL NATALE HO PENSATO FOSSE INTERESSANTE FAR SCOPRIRE DI PIU’ SUGLI ALBERI CHE VENGONO USATI quindi….

In genere per l’albero di Natale in Italia si usa un abete rosso; mentre nell’Europa Centrale come anche  nei Paesi nordici è comune  l’uso di abeti e più raramente si usano pini o altri sempreverdi, alcuni usano anche la Magnolia grandiflora.

in base alle diverse tradizioni possiamo dire che l’Albero di Natale viene allestito dal giorno 6 al giorno 8 dicembre dalla maggior parte della popolazione.

Non mi soffermo sulle decorazioni che si sono fatte negli anni sempre piu’ differenti ed esigenti, passando dalla classica pallina a quadrati, sfere, foto, lavoretti, cuoricini e moooolto altro

Torniamo invece agli alberi, possiamo dire di avere diversi tipi di ABETE E PINO

L’abete cresce nelle montagne, mentre il pino cresce sia al mare (marittimo) che verso le montagne.

La differenza principale tra queste due è che gli aghi che nell’ abete sono disposti individualmente sui rami e sono molto corti, mentre quelli del pino sono raggruppati a coppie o ciuffetti e sono piu’ lunghi. 

Un altra differenza e’ data dalle splendide e amatissime (da tutti i creativi) pigne

Nell’abete sono generalmente di forma piu’ allungata, mentre nel pino hanno la classica forma piu’ legnosa e tondeggiante. Sotto alcuni esempi

pine-2988599_960_720.jpg

pine-cones-2736677_960_720

Ora detto e spigato questo oltre alla bella cosa di manipolare diversi tipi di pigne (non mi soffermo sulla altre differeze tra pini con altri pini e stessa cosa per gli abeti perche’ oltre a diventare troppo lungo non sono certo espertissima in materia e diventerebbe difficile anche per noi aduti) la mia idea e’ questa con questa filastrocca far disegnare un ramo di pino secondo la spiegazione appena data

pini

si scarica qui pini

Stessa cosa per la versione inglese dove invece dovranno (quel che ho pensato io ma libera scelta) disegnare un ramo di Pino o Abete addobbato con le palline di Natale

si scarica qui christmas tree song

Christmas tree song.jpg

 

 

Come sapete ho il sito su http://www.crearegiocando.com, pero’ ho pensato per un po’ di tempo di pubblicare anche qui nel vecchio blog per darvi il modo di trovare piu’ velocemente quel che cercate

CIAO A TUTTI!

Vi lascio una pagina da colorare con poesia, come vedete sono dei pastelli, la cosa bella e’ che colorandoli fanno diventare il biglietto veramente meraviglioso, Inizialmente avevo lasciato dei pastelli neri dove poterne incollare di veri creando pero’ un quadretto da appendere (su base di compensato) ma poi ho pensato ad un altra cosa, come dicevo sopra un semplice biglietto (che puo’ comunque essere incorniciato) con una poesia per la mamma.

Tutto cio’  che dovete fare e’ scaricare la pagina, colorare i pastelli di colori diversi, firmare il biglietto e poi mettere tanti brillantini solo sui pastelli di color nero 😀

Semplice ma veramente di grande effetto, purtroppo non ho foto da farvi vedere perche’ e’ di tempo fa, ma vi assicuro che vengono veramente bei lavoretti!

poesia bianco e nero

 

CIAO A TUTTI, ANCORA PICCOLA FILASTROCCA-STORIELLA IN CUI I BIMBI DOVRANNO creare uno scenario, come vedete in questo caso dopo aver letto la breve storiella dovranno tagliare e colorare i dinosauri e creare uno scenario dove fargli fare le cose descritte dalla storia, quindi il piccolo che prende il sole, la mamma che prepara l’insalata, la sorella e le amiche che si agghindano i capelli con le ortiche e via dicendo 🙂

si scarica qui, ho fatto le 2 pagine divise, cosi’ nel caso vogliate servirvi di una sola delle 2 lo potete fare 🙂

canzoncina dinosauri

dinosauri

CIAO A TUTTI! Sembrava fosse davvero arrivata l’estate e invece da primavera siamo quasi tornati in inverno in questo periodo! Ma continuiamo con post a tema primavera e quindi oggi conosciamo Lina, la farfallina e costruiamo un fiore proprio per lei 🙂

preparazione:

Dopo aver scaricato le 2 pagine che vedete qui sotto (la farfalla colorata e’ dimostrativa) i bambini per prima cosa dovranno appunto colorare Lina come da indicazioni, disegnare i cuori nel vestito, poi ritagliare i quattro petali e colorarli di giallo, per le striature io ho pensato di farle sia nel fiore che prendendo altri pezzetti di carta a strisce sottili da mettere tra i petali (vedi foto dimostrativa)

Spero vi sia piaciuto, si scarica sotto

 

fiore

si scarica qui lavoro Lina farfallina

rosaaaaaa.jpg

CIAO A TUTTI, ALTRO LAVORETTO FESTA DELLA MAMMA! Questa volta ho pensato a una rosa, visto e’ un fiore che piace quasi a tutte 🙂

procedimento:

stampa la pagina con la poesia e le 2 parti della rosa

si scarica qui: rosa con poesia

ritaglia e colora le 2 parti della rosa (nella poesia volendo di colore giallino oppure lasciarla bianca), per i bambini piu’ piccoli per essere piu’ precisi possono usare il punteruolo. Ora incolla la parte iniziale sinistra, in modo che la rosa si possa aprire come un libro.

Per lo stelo ho pensato a diversi modi, sicuramente il piu’ veloce e’ quello di prendere del cartoncino di recupero e incollare sopra altro cartoncino verde (da foto) davanti e dietro, per fare le venature della foglia io uso sempre gli stecchini, in questo caso visto e’ grandina ho usato quelli da spiedino. Fai ora delle piccole v con la penna nera sullo stelo, per fare le spine della rosa. Finito, piccolo pensiero ma di grande effetto! Puo’ essere lasciato sopra ad un piattino per la colazione della mamma, oppure su un vassoio, con del caffe’ magari, ma in questo devono essere i papa’ ad aiutare 🙂

a presto