Enantiosemia, omofonia, omografia, modi di dire il gioco delle parole uguali ma diverse, a squadre o a 2

Ciao a tutti, parliamo di ENANTIOSEMIA forse non tutti sanno il suo significato, in genere sono singole parole ma anche intere proposizioni che hanno due significati opposti. Si tratta di una forma di polisemia. Un esempio molto chiaro è la parola ”cacciare” che può significare sia allontanare (ad esempio il nemico), sia inseguire (come in cacciare la selvaggina), ma anche ficcare (l’astuccio nello zaino). Un’ altro esempio molto chiaro è ”alto”. Può significare sia elevato (alta montagna), sia profondo (alto mare). Ma per fare capire meglio il significato ai piccoli può essere detta anche la parola ”storia”, significa sia bugia che racconto veritiero oppure ”pauroso” può significare sia che ha paura (es. è una persona paurosa) sia che incute paura.

Parliamo poi in modo approssimativo di parole omografe (si scrivono allo stesso modo ma si pronunciano in modo diverso) o di parole omofone. Un esempio di omografia è la parola ”pesca” (frutto, pescare un pesce). In questo caso dovremmo allargare il discorso sugli accenti ma le cose si fanno più difficili per i piccoli, inoltre se vogliamo proprio vedere dipende anche dall’accento della zona di appartenenza, ci sono delle zone al nord dove ad esempio pésca viene detto allo stesso modo e non pèsca (frutto) e pésca (di pesce). Vengono dette omonime visto uguali ma con significati diversi, tutte le parole che sono sia omografe che omofone ad esempio ”grappa”, è un monte ma è anche un liquore.

Ci sono poi le frasi prese da detti popolari, modi di dire, proverbi, di tutto un po’.
A questo proposito sarebbe da fare un nuovo post per spiegare come vengono dette tutte queste parole, frasi ecc. o sarebbe da parlarne in modo più approfondito, ma oggi ci soffermeremo solo sul gioco. Ai bambini piacciono molto i modi di dire non so se avete mai provato anche voi a parlarne 😊!

Il gioco lo troverete da scaricare sotto. HO FATTO 2 VERSIONI, 1 CON LE PAROLE UGUALI MA CON SIGNIFICATI DIVERSI (omonime) in cui ho messo 2 parole omografe (è già suggerito) ed una sola enantiosemia. Un’ altra scheda invece è fatta dai modi di dire, più una vuota.

Per quella dei modi di dire (molto divertente) magari spiegate una volta in più PER CREARE MENO CONFUSIONE NEI PICCOLI
TROVERETE ANCHE UNA SCHEDA BIANCA DOVE AGGIUNGERE LE VOSTRE parole CHE TROVERANNO I BAMBINI NELLA SECONDA PARTE DEL GIOCO… a questo punto ci si divide in 2 squadre ed ora…

Preparazione

Una volta stampate le carte, potrete vedere che le ho fatte da colorare in modo che ogni bambino del gruppo possa crearne una, la pagina bianca per mettere le vostre parole o frasi andrà usata come opzionale oppure nella seconda parte del gioco (magari vedete se riescono a trovarne) così se sarete più giocatori allo stesso modo tutti ne avranno una da fare. A questo punto per renderle più robuste dovrete farle incollare su cartone di recupero, magari chiedendo di portarlo qualche giorno prima, vanno benissimo quelli della pasta, cereali o altre leccornie, anche questo lavoro lo potranno fare in autonomia.
Una volta pronte dovrete mescolare le carte (quelle dei modi di dire dovranno invece essere visibili nel tavolo) ovviamente sarà sia la casualità e un pizzico di preparazione che farà vincere 😂

IL GIOCO
Inizia il gruppo avversario al bambino più grande della classe che pesca una carta, dice ad alta voce una frase contenente la parola.
Ora il gruppo avversario deve dire la stessa parola in un’ altra frase che ne cambi completamente il significato.

ESEMPIO CON UNA DELLE 2 PAROLE OMOGRAFE CHE HO MESSO
PESCA —-PESCA

Ieri sera ho mangiato una pesca succosa. Carta conquistata
Mio cugino ama la pesca sportiva (squadra conquista carta e tocca a loro pescare la prossima)

omonimia
LAMA——LAMA

Allo zoo ho visto un lama, sputava!
La lama del coltello di Paolo è molto affilata

Nel caso esca una parola come ad esempio CORDA i bambini potranno prendere la carta dei proverbi, modi di dire e
quindi il primo farà la frase semplice, l’altro gruppo dovrà spiegare il modo di dire

CORDA—-TAGLIARE LA CORDA

Mio nonno mi ha insegnato a fare dei nodi con la corda quest’estate al mare

TAGLIARE LA CORDA significa anche scappare, andare via di corsa

SECONDA PARTE: A questo punto per assegnare gli ultimi 2 punti che potrebbero ribaltare i risultati tra le sfide, va dato un foglio per squadra e i bambini dovranno, lavorando in gruppo, trovare delle parole simili con significati diversi o dei modi di dire e disegnare sulle schede, il tutto in 20-30 minuti.

A questo proposito sarà bello vedere nella seconda parte del gioco se i bambini ne troveranno altre con corda
ESSERE GIU’ DI CORDA—-METTERE ALLA CORDA QUALCUNO—-TIRANDO LA CORDA PRIMA O POI SI SPEZZA—TESO COME UNA CORDA DI VIOLINO—TIRARE LA CORDA ECC ECC

Se vi piace il gioco (che può essere istruttivo per imparare cose che magari si danno per scontate ma non lo sono) PRESTO CARICHERO’ ALTRE SCHEDE SIMILI! si scarica qui
il gioco delle parole e dei modi di dire

Articoli consigliati

Rispondi

error: Content is protected !!